The Harp of New Albion - CD Audio di Terry Riley

The Harp of New Albion

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Terry Riley
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Celestial Harmonies
Data di pubblicazione: 26 giugno 2003
  • EAN: 0013711401820
"The Harp of New Albion" è una storica registrazione di solo piano concepita ed interpretata da uno dei più grandi compositori minimalisti, il sempre innovativo Terry Riley. Un'opera ispirata ad un'arpa leggendaria, lasciata nel Nuovo Mondo nel 1579 sulle spiagge di Nova Albion, ai nostri giorni chiamata San Francisco: si narra di uno sciamano nativo americano che la trovò per poi piazzarla sopra uno scoglio dove il vento ed i cambi di temperatura e umidità creavano tonalità in continua evoluzione. Anche se "The Harp of New Albion" è frutto dell'improvvisazione, ciascuno dei movimenti è ben definito da elementi compositivi e strutturali: Riley basa i dieci movimenti dell'album sul concetto di tonalità e le note informative contenute nel libretto spiegano i suoi complicati metodi utilizzati per accordare le ottave. Sorprendentemente, l'insieme di armonici creata dalla particolare accordatura del pianoforte crea sonorità orchestrali a volte splendidamente eteree. Un vero classico.
Disco 1
1
The New Albion Chorale/The Discovery
2
The Orchestra Of Tao
3
Riding The Westerleys
Disco 2
4
Cadence On The Wind
5
Premonition Rag
6
Return Of The Ancestors
7
Ascending Whale Dreams
8
The Magic Knot Waltz
9
Circle Of Wolves
10
Land'S End
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Terry Riley Cover

    Compositore statunitense. Studioso di musica indiana (oltre al pianoforte e alla composizione, ha studiato tabla e tecniche raga), ha fatto parte del gruppo Fluxus ed è stato, con La Monte Young, l'iniziatore del minimalismo. Sin dagli anni '60 ha infatti sviluppato, prima su nastro (Mescalin Mix, 1963), poi su strumenti (The Keyboard Studies, per pianoforte amplificato, 1963; In C per un numero imprecisato di strumenti, 1964), un linguaggio di tipo modulare-additivo, basato sulla continua ripetizione di elementi in lenta e graduale trasformazione in una dimensione temporale estaticamente allargata. In seguito si è sempre più spesso dedicato all'improvvisazione, anche con strumenti elettronici e multimediali (Persian Surgery Dervishes per organo elettrico e feedback, 1970; Salome Dances per... Approfondisci
Note legali