Highway '61 Revisited

(Remastered)

Artisti: Bob Dylan
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Columbia
Data di pubblicazione: 22 marzo 2004
  • EAN: 5099751235125

nella classifica Bestseller di IBS CD - Pop Rock internazionale - Cantautori internazionali

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,90

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Disco 1
  • 1 Like a rolling stone
  • 2 Tombstone blues
  • 3 It takes a lot to laugh, it takes a train to cry
  • 4 From a buick 6
  • 5 Ballad of a thin man
  • 6 Queen Jane approximately
  • 7 Highway 61 revisited
  • 8 Just like Tom Thumb's blues
  • 9 Desoltation row

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    11/06/2013 21:35:22

    Uno degli album più belli che abbia mai ascoltato. Capolavoro imperdibile e irripetibile.

  • User Icon

    Riccardo

    22/01/2013 15:17:08

    Disco sopravvalutato. Quelle 3 "canzoni" tombstone blues, from a buick 6 e highway 61 revisited sono solo un gran casino inascoltabile. INASCOLTABILE!!!!! Sembra quasi punk. Tutte e3 stonate, parlate e non cantate e senza un briciolo di melodia. Sull'importanza del disco e dei testi e sulla genialità dell'artista non discuto( lo conosco bene ormai, piace anche a me dylan) ma non venitemi a dire che quelle sono belle canzoni o che è gran bel rock perchè non ci siamo! Musicalmente disco datato! I testi saranno anche validi ma sono troppo criptici...Poi che dire...Non so se è il più grande cantautore di tutti i tempi (ce ne sono stati altri che hanno scritto canzoni altrettanto belle) o che ha messo in fila i vari beatles e rolling stones ecc, io ci andrei piano con queste affermazioni... a mio modesto parere il miglior rock di sempre lo hanno fatto i rolling stones e bruce springsteen. Il boss resta il più grande e born to run il più grande brano rock mai fatto! (Si lo so che è stato influenzato anche da dylan..........)Ciao e grazie dell'attenzione

  • User Icon

    Michele D'Alvano

    18/01/2010 14:23:56

    Straordinario, uno dei dischi più importanti della storia

  • User Icon

    Alex Lugli

    12/05/2009 18:13:40

    Bob Dylan, nome d'arte di Robert Allen Zimmerman è un cantautore, compositore e chitarrista statunitense. Nel giugno 1965 uscì il singolo "Like A Rolling Stone", che arrivò al secondo posto nella classifica americana e al quarto in quella inglese. Lunga più di sei minuti, è la canzone che ha cambiato l'atteggiamento nei confronti di quello che poteva trasmettere una canzone pop. Nel 2004 la rivista Rolling Stone ha classificato la canzone al primo posto nella classifica delle cinquecento migliori canzoni di tutti i tempi. Il sound della canzone, pieno e aspro, e il riff dell'organo influenzarono l'intero album successivo, "Highway 61 Revisited" (1965), intitolato come la strada che porta dal Minnesota, lo stato in cui è nato Dylan, al focolaio musicale di New Orleans. Le canzoni stilisticamente attraversano la patria del blues, il delta del Mississippi, e si rifanno a molti blues come 61 Highway di Mississippi Fred McDowell. Esse hanno lo stesso spirito di "Like A Rolling Stone", con le surreali litanie dal sapore grottesco della chitarra di Mike Bloomfield, una sezione ritmica e l'evidente divertimento di Dylan durante le registrazioni. La canzone che chiude l'album, "Desolation Row", è una visione apocalittica con molti riferimenti a figure della cultura occidentale. Per promuovere l'album, Dylan fu scritturato per due concerti negli Stati Uniti e formò la Band. Mike Bloomfield non voleva abbandonare la Butterfield Blues Band, così Dylan unì Al Kooper e Harvey Brooks, che erano parte del personale dello studio di registrazione, con la band formata da Robbie Robertson e Levon Helm, che al tempo accompagnava Ronnie Hawkings. In conclusione il disco è uno dei più belli della lunga carriera di Dylan, un album che influenzò fortemente la cultura musicale degli anni '60 e tutta la cultura Rock successiva, questo grazie alla sua maestosità ed unicità.

  • User Icon

    emanuele

    06/02/2009 17:14:15

    Ma cosa ho ascoltato sin ora? Sublime... inarrivabile. Un maestro insuperato, ancora oggi. Quadri sonori di un'america ancora da capire.

  • User Icon

    Luciano

    19/11/2007 14:55:55

    Il massimo capolavoro di Bob Dylan.

  • User Icon

    Maunakea

    15/07/2007 16:23:09

    Ecco uno degli album imprescindibili, non solo per chi ama Dylan ma in assoluto. Del 1965 il sesto della discografia ufficiale. Un capolavoro che non si puo' non avere.

  • User Icon

    carmine spiga

    02/12/2005 09:48:45

    “Highway 61 revisited” è in assoluto l'album elettrico di Dylan. Accantonate, per il momento, le sonorità acustiche degli esordi, Dylan, assecondato da una band stratosferica(tra gli altri i giovani ma eccellenti Mike Bloomfield e Al Kooper) incide un album diventato un punto di riferimento della musica. “Like a rolling stone”, l'epica canzone d'apertuta(“un vomito di venti pagine”, così descritta dall'autore) “inventa” il rock: un ritmo incalzante, un testo che riflette i cambiamenti del periodo e un ritornello storico( How does it feel/How does it feel/To be without a home/Like a complete unknown/Like a rolling stone?), una durata di sei minuti: nessuno si era mai spinto a tanto nel lontano 1965. Qui convivono blues, folk rock e rock in perfetta armonia. E' un nuovo Dylan quello che emerge da questo album: un artista che, a solo 24 anni, con scelta coraggiosa si avventura su nuovi percorsi musicali, rinuncia alla tranquillità del suo orticello musicale per osare(e con che risultati!) strade diverse ma piene di fascino.

  • User Icon

    Marco

    28/11/2005 14:38:58

    La produzione di Dylan è tanto lunga, varia e complessa, che è impossibile dire: "questo è il più bell'album di Dylan". Ma qui ci siamo veramente vicini... Se dovessi consiglire a qualcuno da quale album partire, probabilmente l'indecisione sarebbe tra "Highway 61" e "Blood on the tracks". A parte il fatto che si comincia subito con "Like a rolling stone" (credo di averla ascoltata diverse migliaia di volte nella mia vita in versioni di ogni tipo, ma non mi ha mai stancato e non mi stancherà mai!), ogni pezzo di questo album è un colpo di genio. Cosa dire di "Ballad of a thin man"? E di "Queen Jane approximately"? Niente... sono solo da ascoltare!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione