€ 7,99

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    EUGENIO

    09/09/2015 12:11:12

    Dall'inizio mi aspettavo di più, comunque niente male nel complesso, abbastanza avvincente. Molto esplicito come temi. Regia e personaggi discreti. Un bel film sulla violenza è natural born killers: questo, invece, è normale.

  • User Icon

    cogito ergo sum

    09/03/2014 03:11:29

    I più accorti hanno denudato questo film: è una serie di inverosimiglianze, irritanti per la disinvoltura con cui le si propone. Lo sceriffo infila perline di stupidità - non sempre involontaria - sia quando parla, sia per quello che omette di dire e di fare. 1° duplice omicidio da parte di V. Mortensen: con una pacca sulla spalla all'uccisore da parte del "gigante buono" il caso è chiuso. Ma lo sceriffo in USA è l'equivalente del Commissario di Polizia in Europa, che dirige le prime indagini: e difatti eccolo a snocciolare i nomi e tutti i precedenti penali di Carl Fogarty (Ed Harris) e dei suoi uomini; ha persino scovato un certo Richi Cusack a Filadelfia, dopodiché tutto passa nelle mani della Procura Distrettuale - mai nominata in tutto il film - che dovrà poi gestire l'immancabile conflitto di competenza con la terribile F.B.I., la Polizia Federale, mai nominata neppure essa. Gli sceriffi indagano, i Procuratori accorrono sulle scene dei delitti e, in base anche al referto medico-legale, istruiscono il processo definendo le imputazioni. Se il caso è da archiviare la cosa compete solo a loro, non allo sceriffo! Viggo M. disarma uno psicopatico con pistola puntata alla sua tempia, lanciandogli una caffettiera e saltanto il bancone. Il socio, pure armato, non spara perché il copione vuole che sia Viggo a fare la festa a tutti e due. Il 2° fattaccio, nel giardino, è strage: 2 killer si fanno disarmare e uccidere da Viggo a mani nude! e con voli magico-acrobatici meglio di Batman. Il ragazzotto Jack, figlio, uccide, impallinandolo alla schiena, Ed Harris che lo aspettava evitando accuratamente finire il padre, Viggo M., premendo il grilletto della pistola puntata a mezzo metro da lui, a terra sanguinante per una palla nella pancia. A Filadelfia, da Richie, strage di killer sempre a mani nude con i voli da Batman. Qui un attore come William Hurt è reso ridicolo a dir poco. Non dò il voto minimo in omaggio a Maria Bello, bravissima, e all'eccellente Ed Harris

  • User Icon

    ANTONELLA

    16/06/2011 15:43:20

    Bel film che però ho paragonato a Mistyc River che preferisco e infatti come voto non messo il massimo.Comunque lo trovo molto bello e bravo Viggo nel ruolo buono/cattivo.

  • User Icon

    Sniper

    12/02/2008 18:28:34

    Grande film, sotto tutti i punti di vista. Coinvolgente la storia, molto bravi gli attori, ottimi la fotografia e gli effetti speciali. Da vedere.

  • User Icon

    JD

    31/01/2008 19:20:58

    Da confrontare con"Mystic River".Dopo aver passato la vita a raccontare storie di "deviati",Cronenberg mostra l'ambiguità che si cela nelle persone "normali",in un apologo straziante sull' innocenza apparente e l'altra faccia dell'America contemporanea(ipocrita,sempre pronta ad abbassarsi al peggior livello possibile e incapace di liberarsi degli errori passati).Non si cancellano le conseguenze della violenza,che ti può ammaliare fin troppo facilmente(vedi come il figlio del protagonista reagisce alle angherie a scuola "dopo")e il sangue sulle mani non può essere lavato.Il lieto fine(solo apparente)è tra i più struggenti mai visti.Sorprendente la performance e le trasformazioni di Mortensen.Spietato,e più coraggioso della maggiorparte dei film di genere,come mostra la fine della bambina all'inizio.

  • User Icon

    zeno 85 maranello

    06/06/2007 21:46:50

    caro MATTE 84- di cinema capisci no poco nulla sei sotto il livello assoluto(neanche Cristal dei cavalieri dello zodiaci sopravviverebbe alle tue eresie)... tarantino è il miglior regista emergente degli ultimi 15 anni t ricordo un certo PULP FICTION- LE IENE- KILL BILL -JACKIE BROWN gli ai visti??nn penso SVEGLIA!!!!!!!!E il sgr D.Cronenberg è uno dei migliori di sempre te ne cito alcuni SPIDER-EXISTENZ-M.BUTTERFLY-INSEPARABILI-IL DEMONE SOTTO LA PELLE-SCANNERS-VIDEODROME-IL PASTO NUDO-LA MOSCA-LA ZONA MORTA-CRASH...GLI AI VISTI!!!NO visionateli un pò e dimmi...x il momento zitto e a casa poi dimmi ciao ciao

  • User Icon

    Matte84

    01/04/2007 22:47:58

    Se questa è una delle migliori pellicole degli ultimi anni vuol dire che il cinema odierno stà messo proprio male ( e non è cosi). Il tema del passato che ritorna è cinematograficamente e letteralmente trito e ritrito e poi i registi alla Tarantino e alla Cronemberg cosa vorrebbero dimostrare? Che quel tipo di violenza è pronta potenzialmente a scatenarsi in ognuno di noi? A me francamente sembra una solenne cavolata. Discreta, ma non certo eccezionale la prova di Mortensen mentre io personalmente avrei dato più risalto alla figura del ragazzo anticonformista che poteva offrire spunti ben più interessanti.

  • User Icon

    Claudio

    23/03/2007 17:15:47

    Come è strutturato il film? una "sdolcinata" famiglia da mulino-bianco, il "cattivo" che ne minaccia l'esistenza e la successiva vendetta del buon-padre-di-famiglia-tutto-fare. No, ragazzi non stiamo assistendo al classico film-reazionario targato Bruce Willis. Il pretesto narrativo serve per parlare degli scheletri nell'armadio di una umanità votata alla violenza, di un virus in incubazione che prima o poi si espande fino a far marcire l'organismo tramutandolo in qualcosa di mostruoso, nessuna cura è possibile. Più Cronenberghiano (?) di così si muore, anche se manca la solita "fisicità" tanto cara al suo cinema. Difficile dare un voto.

  • User Icon

    lorenzo

    12/12/2006 09:31:32

    è un bel film questo di cronenberg , però personalmente non lo trovo eccezzionale come altri suoi film . però è da vedere per il messaggio che riesce a dare .

  • User Icon

    max

    11/12/2006 15:55:28

    Poderosa storia di affetti e violenze. Essenziale nella linearità della trama. Il passato non ritornerà con i suoi spetti ? Le vecchie abitudini non muoiono mai ? Si conosce davvero chi si ha di fronte ? La violenza è ereditaria ? Domande inevase. Eccellente il cast, con Mortensen nel ruolo del cattivo/buono, Harris perfetto nel cattivo/cattivo e Hurt (un po' sprecato per pochi minuti di recitazione) come Caino cattivo/cattivo.

  • User Icon

    Enrico

    03/11/2006 19:32:43

    Semplicemente stupendo. Una delle pellicole più riuscite del 2005!!

  • User Icon

    rita

    22/10/2006 10:14:21

    sicuramente non uno dei film migliori di cronenberg, ma comunque vale la pena vederlo, se non altro perchè il regista è straordinariamente bravo e traspone sullo schermo una storia di violenza, una qualunque come se ne leggono tante nelle cronache nere che riempiono le prime pagine dei quotidiani. riesce in modo spesso crudo ma realistico a coinvolgere lo spettatore. la trama è lineare, ma non particolarmente avvincente,e sono facilmente prevedibili i suoi sviluppi futuri.pochi sono i colpi di scena, ma ottima è la regia.

  • User Icon

    Alberto

    22/09/2006 15:18:57

    In ogni suo film il geniale David ha sempre qualcosa di nuovo da dire, anzi aggiorna ogni volta il discorso iniziato con "Il demone sotto la pelle".

  • User Icon

    HULK

    31/07/2006 11:40:31

    Ormai il maestro canadese è rimasto l'unico ricercatore, l'unico coraggioso, l'unico non ancora sterile. Questo film dall'apparenza diemessa e commerciale, nasconde tutto il mondo fantastico di C. Di nuovo una schizofrenia, questa volta sociale, di nuovo il seme della violenza che biologicamente si trasmette di padre in figlio. Una america figlia della violenza, che per scacciare i fantasmi spara, vedi il fucile nascosto nell'armadio, dal quale la figlia vedeva uscire i fantasmi. E' incredibile come la paranoia abbia attanagliato un popolo. Ogni serie televisiva presenta una puntata nella quale i terroristi colpiscono ex combattenti nelle loro case, oppure arrivano a minacciare il presidente. Per quanto se ne sa, dato che tutto è aleatorio, manipolato, vedi Afganistan una guerra che è diventata FANTASMA 'E' uscito un libro molto interessante qualche tempo fa.' Niente di tutto questo è mai successo. Ma come aveva girato il grande albertone Finchè c'è guerra, c'è speranza.

  • User Icon

    maurizio

    16/07/2006 19:35:07

    A me è piaciuto molto. Mescola un tema classico (l'uomo tranquillo che sotto stress si trasforma ..) con l'altrettanto classico "il lupo perde il pelo ... Una trama essenziale, anche se a tratti poco credibile (è un ex-killer o Rambo ? E i suoi ex colleghi hanno bisogno di tutti quei giri per saldare i vecchi conti ?) ma molto ben esposta. Eccellente il cast a partire da Ed Harris. Perfetto Mortensen nel ruolo. Un po' sopra le righe le performance della Bello nella parte della "madre di famiglia"

  • User Icon

    massimo

    08/07/2006 13:25:08

    Essenziale. Una storia minimalista, ma molto ben fatta. C'è il simbolismo di fondo che non si conosce mai abbastanza chi si ha di fronte. Certo Mortensen più che un ex-criminale (anche se spietato) sembra un commando delle forze speciali per la facilità e la naturalezza con cui combatte e uccide (perdippiù dopo oltre 15 anni di "inattività"). Eccellente anche il cast di contorno, con un mefistofelico Harris e Maria Bello che fa onere al suo cognome. Forse un po' triste il rapporto tra fratelli, con un William Hurt quasi irriconoscibile.

  • User Icon

    Russell

    06/07/2006 13:38:57

    David Cronenberg è da sempre 1 dei miei registi preferiti e credo di non esagerare dicendo che questo è il suo film + riuscito. La storia è quella del classico uomo comune con un burrascoso passato alle spalle pronto a trasformarsi da bravo padre di famiglia a mostro sanguinario. La violenza citata nel titolo esplode improvvisa e devastante senza però mai esser gratuita. Strepitoso il cast: se il Carl Fogarty (si, proprio come il 4 volte campione del Mondo di Superbike) di Ed Harris e il Richie di William Hurt sono due villain coi fiocchi non da meno sono Mortensen e Maria Bello, autentiche bestie in gabbia pronte a far esplodere la loro perfetta chimica. Un capolavoro giustamente osannato da pubblico e critica. Buoni gli extra. Una delle migliori pellicole del 2005.

  • User Icon

    Max

    09/06/2006 09:40:25

    Son perfettamente d'accordo con Larissa.Viste le recensioni e i commenti mi aspettavo molto ma molto di più!!!

  • User Icon

    larissa77

    07/06/2006 09:15:27

    Il film si salva per la bravura dell'ottimo Viggo Mortensen. Trama di poco spessore che sicuramente non lascia il segno per originalità e credibilità.

  • User Icon

    carlo

    24/05/2006 13:28:38

    il film dell'anno...semplicemente bellissimo, protagonista perfetto nel ruolo doppio buon padre di famiglia-ex sociopatico; w Hurt nel finale solo per una breve comparsa ma grandissimo...bravissimi tutti gli altri

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2006
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: foto; trailers