-15%
Ho lasciato entrare la tempesta - Hannah Kent - copertina

Ho lasciato entrare la tempesta

Hannah Kent

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: V. Februari
Editore: Piemme
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 16 settembre 2014
Pagine: 350 p., Rilegato
  • EAN: 9788856633191
Salvato in 34 liste dei desideri

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Ho lasciato entrare la tempesta

Hannah Kent

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ho lasciato entrare la tempesta

Hannah Kent

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ho lasciato entrare la tempesta

Hannah Kent

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Strega, seduttrice, colpevole, assassina: Agnes Magnúsdóttir è accusata di molte cose. Perché nell'Islanda dell'Ottocento - immersa nella nebbia come in mille superstizioni - lei, con la sua bellezza, il suo animo ribelle, la sua intelligenza troppo vivace, è diversa da tutte. Diversa anche per l'uomo che si è scelta: Natan Ketilsson, un uomo più vicino ai diavoli dell'inferno che agli angeli del paradiso, come mormorano nel villaggio, capace di risuscitare i morti con pozioni a base di erbe conosciute solo da lui. E ora che Natan è morto, ucciso da diciotto coltellate, il villaggio decide che la colpevole dell'efferato omicidio non può che essere lei, Agnes. La donna che lo amava. E mentre, ormai condannata, attende la morte per decapitazione, Agnes racconta la sua versione della storia alle uniche persone amiche che il destino le concede nei suoi ultimi giorni: la moglie del suo carceriere, e un giovane e inesperto confessore. E anche se la morte sarà la fine inevitabile, per Agnes la vita continua altrove: nei pensieri, nei sogni, nelle storie che ha letto, e nell'amore per Natan. Le cose che appartengono soltanto a lei, e che nessuno potrà toglierle.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,36
di 5
Totale 11
5
6
4
3
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    rossella

    29/09/2019 12:40:35

    toccante, vivido e avvincente.

  • User Icon

    io

    25/09/2019 19:35:28

    cit: Oltre il ronzio degli insetti e lo scalpiccio ritmico dei cavalli, sento un rombo lontano. Forse è l'oceano: il mugghiare costante delle onde che si abbattono sulle sabbie di Thingeryrar. O forse è la mia immaginazione. Il mare entra nella testa, come diceva Natan: una volta che lo si fa entrare, non ti lascia in pace. Come le donne, diceva. Il mare è una vera seccatura. Ho lasciato entrare la tempesta è un libro quasi perfetto. La scrittura di Hannah Kent è una delle mie preferite in assoluto. E' poesia pura. Ti cattura con le sue descrizioni, è come trovarsi li. Ogni paesaggio è descritto con un'abilità tale che non me lo ha mai reso pesante,anzi il contrario. I personaggi mi sono piaciuti, soprattutto la protagonista.

  • User Icon

    francy

    21/09/2019 19:29:52

    All'inizio l'ho trovato molto interessante, poi il tono si fa lagnoso e il testo scontato. La storia è tratta da una storia vera, ma speravo in un tocco di fantasia o un colpo di scena. L'essere umano in condizioni estreme di povertà e di ignoranza diventa veramente un bruto.

  • User Icon

    Stefi_creativa

    10/09/2019 17:56:13

    All'inizio ho trovato l'opera un po' noiosa, ma continuando la lettura mi sono immersa nell'atmosfera dell'epoca e del luogo, così lontani da noi. Interessanti le dinamiche fra i vari personaggi e la loro evoluzione. Ritengo che l'autrice abbia capacità descrittive molto buone ed apprezzo il lungo lavoro di ricerca effettuato. Ne risulta un romanzo di facile lettura che trasporta in un mondo passato eppure attuale perché le emozioni e le forze che spingono l'essere umano sono rimaste le stesse.

  • User Icon

    La libraia

    21/09/2018 15:08:11

    È un libro meraviglioso, tratto da una storia realmente accaduta. La scrittrice riesce a trasportare nei luoghi e a far conoscere i protagonisti in modo chiaro e senza fronzoli. La storia è dura e toccante, i personaggi rimangono impressi nella mente, come se li avessi davvero incontrati, e l'insegnamento che ne traspare dovrebbe servire a ognuno di noi!!!

  • User Icon

    Roberta

    17/02/2016 15:10:46

    Questo libro è un pugno nello stomaco, di un'intensità e una sofferenza tale da lasciare sconvolti. Si prega in ogni pagina affinché il finale riservato ad Agnes non sia quello anticipato, perché l'ingiustizia e il torto nei suoi confronti bruciano come le fiamme sul corpo di Natan. E' una storia di amore, amore puro e totale da parte di Agnes e bugiardo e ingannevole da parte di Natan. E' una storia di superstizioni e antiche tradizioni, in un'Islanda descritta con maestria in ogni sua sfumatura. Ci sono pagine che lasciano il segno e appassionano cosi tanto il lettore da farlo soffrire insieme ai protagonisti. Indimenticabili anche i personaggi di Margarèt e del reverendo Toti, gli unici disposti ad ascoltare la versione della storia data dalla condannata e a riservarle quel minimo di umanità alla quale Agnes ambiva da tutta la sua sfortunata esistenza.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    10/09/2015 09:03:38

    Bello, molto bello. Mi sono avvicinata a questo libro con un po' di diffidenza sia per il titolo - che faceva pensare più che altro ad una drammatica storia d'amore - sia per l'accoglienza entusiastica di critica e pubblico (troppo spesso mi è capitato di non concordare con le lodi sperticate fatte, soprattutto, a un autore esordiente) e confesso, senza alcun problema, di essere rimasta affascinata da questo romanzo. La storia - struggente - è costruita da prospettive diverse, con un sapiente intreccio di documenti storici, riflessioni della protagonista, racconti del narratore esterno. Ne escono bellissimi ritratti di persone (protagoniste, a diverso titolo, di un episodio storico) e bellissime descrizioni di luoghi e di relazioni sociali (in un luogo e in un momento storico lontano da noi, ma reso vicinissimo dal punto di vista psicologico). Un libro - non facile e non leggero - che ho letto con estremo interesse, coinvolgendomi sempre di più nei diversi personaggi, nella loro diversa umanità: perché c'è un po' di ognuno di noi in ognuno dei personaggi di questo grande, grandissimo romanzo.

  • User Icon

    Lady A

    26/06/2015 17:32:52

    Lascia il segno. Ci ho messo una vita a leggerlo. Non volevo che finisse. Non ero pronta ad uscirne fuori. Non volevo dire addio ad Agnes. E sono stata invasa dalla sua stessa paura davanti al patibolo e anche io ho sperato che la vita le concedesse ancora un altro istante. Indimenticabile.

  • User Icon

    Angelo Corbas

    19/06/2015 21:43:27

    Ho letto questo libro nella edizione greca uscita quest'anno. Uno dei migliori in assoluto. Infelice il titolo italiano.

  • User Icon

    lalla

    19/05/2015 09:22:20

    Questo libro è scritto molto bene mi è sembrato anche a me di stare in quelle lande fredde umide e desolate e colpite dai venti e delle nebbie. A lavorare nei campi e a maglia nella bastofa di Kornsa in attesa della sua condanna a morte per avere ucciso il suo amante. Agnes è stata l'ultima donna a subire la pena di morte in Islanda. Agnes Magnusdottir ci insegna che esiste la verità che crediamo di sapere e la verità per le cose che non si vedono e o capiscono.

  • User Icon

    Reina

    10/03/2015 22:52:56

    Non esiste un modo giusto per affrontare la morte e ancora meno per raccontarla. Ma possiamo parlare della vita, di quella vita che tanto diamo scontata e che siamo sempre pronti a giudicare senza prenderci il tempo necessario per capirla davvero, quasi come se fosse un gioco. E forse è questo il bello della vita, perché non possiamo capirla fino in fondo, non è possibile. Ognuno avrà nascosto nel suo cuore delle verità che non potrà spiegare o raccontare a nessuno. E quali parole può dire una donna condannata a morte? Quali segreti può nascondere nelle sue notti agitate, quali segreti ci sono in un omicidio misterioso e ambiguo? Cosa possiamo dire noi a chi non ha più speranza e aspetta solo il momento di dire addio al mondo? L'autrice è riuscita a darle una voce vera, potente e capace di divenire portavoce di tutte le donne uccise, tutte le persone accusate, tutte le storie conosciute a metà. È una storia che ti entra nel cuore e ti cattura in un vortice da cui non riesci più a staccarti finché non arrivi ad essere con Agnes, accanto a lei a tenerle la mano nel momento più critico della sua vita, a sentirla come un'amica da cui hai appreso molto e a cui ti sei affezionata nonostante la sua distanza o addirittura a sentirti lei. È una storia semplice eppure bellissima anche se dolorosa. Ma è un dolore che non ti annienta, anzi, pervade il corpo attraverso la sua storia per diventare parte di noi e darci la forza di accettare l'inevitabile fine. Sono felice di averlo letto, è un libro che merita davvero, anche grazie all'attenta documentazione dell'autrice. Ho apprezzato davvero moltissimo questo libro, lo stile è particolare, ma trovo che sia stata un'ottima scelta dovuta non solo a un puro gusto personale, ma anche per ribadire il concetto di ciò che gli altri possono sapere e di ciò che invece si nasconde dietro la superficie delle apparenze. Non dimenticherò questa storia. Non dimenticherò Agnes.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
Note legali