Categorie

Martin Heidegger

Curatore: V. Cicero
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2002
Pagine: XVII-708 p. , Rilegato
  • EAN: 9788845292125

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Jack Freddo

    10/04/2012 00.45.46

    Mi sono laureato nel quiquaratré a.C. discutendo una tesi sulla ricezione di Heidegger nel XXIV secolo. Sono commosso dal poter guardare un così pregiato libro antico

  • User Icon

    santi_p.

    25/08/2004 20.58.08

    l'edizione è superlativa: ottima scelta dei materiali e cura nelle rifiniture davvero degne di ogni lode. peccato per il contenuto dell'opera: un tentativo metafisico di criticare la metafisica, prova ne sia il saggio su nietzsche, riformulando una metafisica dell'uomo-ragno. non credo sia poi corretto riconoscere filosoficamente alla poesia un primato e poi commentare rilke e hordelin. a rigore la supremazia della poesia non dovrebbe richiedere il commento. eppure è presente. allora out-out: o la poesia è bastevole (secondo l'ipotesi heideggeriana) ma allora il commento non ha ragione d'essere, o il commento (filosofico)è più poetico della poesia. sull'origine dell'opera d'arte davvero deplorevole l'interpretazione dell'epochè fenomenologica e più in generale del pensiero del grande Husserl. non terrò in considerazione il saggio sull'introduzione alla fenomenologia dello spirito di hegel, perchè davvero, heidegger dovrebbe prima studiarsi bene la dialettica degli opposti. il saggio su anissimandro non l'ho letto, per cui non esprimo nulla.

  • User Icon

    Fabio Giunti

    14/07/2004 10.21.39

    Dopo 25 anni dalla tesi in filosofia , che discussi su un'opera di S. Kierkegaard , ho rivisitato gli "Holzwege" di Heidegger , che avevo conusciuto durante il mio corso di laurea . Non ho parole . E' veramente un capolavoro del pensiero filosofico novecentesco!

  • User Icon

    MARILENA

    09/04/2004 17.08.38

    Heidegger ha percorso i "sentieri interrotti"della ragione,dove la parola é ormai consumata.Dall'ente all'essere si passa attraverso l'ascolto della poesia... tutto ciò che si nasconde nel momento in cui si manifesta."Perché i poeti"mi ha dato una chiave di lettura per comprendere la stessa poesia del 900,l' "espressionismo"Ha illuminato anche la mia vita .Se oggi si può parlare di filosofia é solo attraverso la poesia,attraverso un ritorno alla meraviglia aristotelica e ad una verità (aletheia)che si ritrae nel velamento della sua "epoché".

  • User Icon

    riccardo

    02/07/2003 16.07.33

    uno dei capolavori filosofici del XX secolo. magistrale inoltre i primi due saggi "l'origine dell'opera d'arte" e l'epoca dell'immagine del mondo".

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione