Homo faber. Mito e realtà del lavoro artigiano nella società industriale. Italia, Europa e Stati Uniti - Anna Pellegrino - copertina
Salvato in 1 lista dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Homo faber. Mito e realtà del lavoro artigiano nella società industriale. Italia, Europa e Stati Uniti
25,00 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
Homo faber. Mito e realtà del lavoro artigiano nella società industriale. Italia, Europa e Stati Uniti 250 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
25,00 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
25,00 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Homo faber. Mito e realtà del lavoro artigiano nella società industriale. Italia, Europa e Stati Uniti - Anna Pellegrino - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Homo faber. Mito e realtà del lavoro artigiano nella società industriale. Italia, Europa e Stati Uniti Anna Pellegrino
€ 25,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

La famosa distinzione di Hannah Arendt fra homo faber e animal laborans era stata anticipata addirittura da Adam Smith, che aveva descritto il passaggio dal lavoro artigiano alla nuova manifattura industriale come il passaggio da un cittadino pensante a un essere "ignorante e stupido", incapace di decidere dei destini della propria patria; una "bestia", un animale da fatica, secondo Tocqueville. Sembrava allora inevitabile la fine del lavoro artigiano. Così non è stato: l'artigianato in parte è scomparso, in parte si è trasformato, in parte rinasce continuamente in nuove forme. Questa storia è stata tuttavia a lungo trascurata: solo relativamente tardi si sono sviluppati gli studi per comprendere quanto del patrimonio storico delle culture, dei saperi, dei modi di essere del lavoro artigiano siano giunti fino a noi, o direttamente, o trapassando attraverso le culture del lavoro industriale. Il volume presenta nella prima parte lo stato degli studi sulla storia del lavoro artigiano, per poi ripercorrerne l'evoluzione nei principali paesi europei (Inghilterra, Germania e Francia) e negli Stati Uniti, dalla metà del XIX alla metà del XX secolo; infine, si focalizza sul caso italiano dall'unità al fascismo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
23 agosto 2021
236 p., Brossura
9788835120070
Chiudi

Indice

Indice
Prefazione
La rivoluzione industriale e la crisi del lavoro artigiano
(Ma davvero Prometeo ha ucciso l'homo faber? Un problema storiografi co; Forme e modelli del lavoro artigiano)
L'artigianato nell'età dell'industria: il dibattito storiografico
(Gli studi di storia del movimento operaio nel secondo dopoguerra; La storiografia dagli anni '80 agli anni '90; Le nuove forme del lavoro artigiano nella transizione al modo di produzione industriale; Linguaggi, saperi, spazi del lavoro artigiano; Il "mito" artigiano; Nostalgia della Gilda? Associazionismo e cultura della solidarietà nel lavoro artigiano; Le culture del mestiere e il progresso tecnico)
Sviluppo e crisi dell'artigianato in Europa fra XIX e XX secolo
(La figura sociale dell'artigiano; La rivoluzione industriale inglese e il "modello" del paese "first comer"; La resistenza politica della piccola borghesia artigiana e delle sue organizzazioni: il caso tedesco; La resistenza tecnica e la competizione dell'artigianato con la grande industria sul mercato: il caso francese)
Il ruolo degli artigiani negli Stati Uniti (1865-1920)
(Artigiani, politica e sindacati: dalla "old" alla "new labor history"; La trasformazione del mestiere artigiano nel corso del XIX secolo; Da artigiani a operai: fisionomie sociali e organizzazioni sindacali tra il XIX e il XX secolo; The Progressive Era e l'AFL: la fine del mondo artigiano e la nascita del taylorismo)
Il lavoro artigiano in Italia (1894-1939)
(L'artigianato in Italia fra XVIII e XIX secolo: una premessa; L'artigianato in Italia dalla fine del XIX secolo alla seconda guerra mondiale: caratteristiche e dinamiche di sviluppo; L'artigianato fra le due guerre)
Insediamento sociale e rappresentanza politica del lavoro artigiano dall'unità d'Italia al fascismo
(Mazzini, Garibaldi e le organizzazioni artigiane e operaie 1861-1892; Una associazione per tutti gli artigiani d'Italia; Solidarietà e interessi: il mutualismo; La promozione delle attività di supporto all'artigianato; Fra età giolittiana e grande guerra)
Artigianato e fascismo: pratica organizzativa e rappresentazioni del lavoro artigiano durante il regime
(Il regime e l'artigianato; "L'artigiano" fascista)
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei nomi.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore