Img Top pdp Film
Salvato in 2 liste dei desideri
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Hostel. Part II
12,99 €
Blu-ray
Venditore: DVDEQUIPE
12,99 €
disp. in 2 gg lavorativi disp. in 2 gg lavorativi (Solo 1 prodotto)
+ 3,99 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
DVDEQUIPE
12,99 € + 3,99 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
10,25 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
DVDEQUIPE
12,99 € + 3,99 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
10,25 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Hostel. Part II di Eli Roth - Blu-ray
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Tre giovani vengono invitate a trascorrere una vacanza in Slovacchia. Giunte all'ostello in cui devono soggiornare si rendono conto di essere finite nelle mani di un gruppo di sadici. Ben presto scopriranno che la loro crudeltà è pari solo alla loro fantasia nell'escogitare sempre nuove e terrificanti torture.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Hostel: Part II
Stati Uniti
2007
Blu-ray
Vietato ai minori di 18 anni
8013123025548

Informazioni aggiuntive

Sony Pictures Home Entertainment, 2013
Terminal Video
93 min
Italiano (PCM 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
Inglese; Italiano
2,35:1 Wide Screen
commenti tecnici; dietro le quinte (making of); scene inedite in lingua originale

Valutazioni e recensioni

2/5
Recensioni: 2/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(0)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Carlos
Recensioni: 2/5

Questo film può insegnare diverse cose soprattutto negative, ma in toni assolutamente simbolici. Decisamente sbalordente, non per la paura che incute (che pressochè nulla), ma perchè vuole dare un cattivo campanello d'allarme su come al mondo d'oggi non esiste più il buon senso del giudizio oggettivo fondato, ma piuttosto di quello soggettivo infondato, ingiusto e a volte anche insensato..poi come dico più che incutere paura, incute voglia di far del male, senz'altro anche questo è un altro film che vuole far intendere, in un modo estremamente difficile, di come possono esistere ancora dei posti, in cui non ci si sente a buon agio con la propria coscienza, oppure dei luoghi di violenza psicologica, da cui difficilmente poter fuggire se involontariamente ci si entra, posti in cui domina l'ostilità e lo stare bene a patto di far stare l'altro in una condizione di dolore interiore, massacrandolo dal punto di vista morale,e da quello del mantenimento di una propria identità, pur di arrivare a dominarlo completamente e pur di non fidarsi di lui per nessuna ragione, perchè viene visto come un pericolo da uccidere subito (e a mio avviso purtroppo al mondo d'oggi di questi posti c'è nè sono tanti) è per questo che non tifo per hostel. Molti film d'orror si possono però vedere in senso simbolico, ricavandone un messaggio implicito, perchè ci possono insegnare tante cose piccole, ma in modo esagerato,talvolta (come in questo caso) il senso del film viene schermato e ben nascosto, da scene assolutamente ingiustificate.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

2/5
Recensioni: 2/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(0)
3
(0)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Eli Roth

1972, Newton, Massachusetts

"Propr. E. Raphael R., regista, sceneggiatore e produttore statunitense. Dopo le prime esperienze nella produzione televisiva e cinematografica, con un buon curriculum di animatore, esordisce firmando un piccolo horror dal pedigree blasonato (D. Lynch figura tra i produttori) e dall'enorme redditività a fronte di investimenti modestissimi, Cabin Fever (2002), sanguinolenta vicenda di contagio e di follia tra un gruppo di amici in un cottage sperduto nei boschi, nella quale l'amante del genere rinviene una vivace rielaborazione di trent'anni di cinema del terrore, da S. Raimi a D. Cronenberg, da J. Carpenter a M. Bava. Con il successivo Hostel (2005), R. inaugura un nuovo filone, il cosiddetto «torture porn», declinazione dell'horror che si compiace di mostrare torture e mutilazioni inflitte...

Heather Matarazzo

1982, New York

Attrice statunitense. Dopo un notevole esordio in Fuga dalla scuola media (1996) di T. Solondz, in cui interpreta Dawn, adolescente bruttina e infelice, emarginata dalla famiglia e dalla squallida società della provincia americana, nel 1997 ha un piccolo ruolo in L'avvocato del diavolo di T. Hackford, mentre nel 1999 è ancora ottima protagonista in Getting To Know You - Cominciando a conoscerti di L. Skyler, film che coglie gli aspetti meno banali e più nascosti dell'adolescenza. Ancora per la regia di Solondz interpreta poi Storytelling (2001), cui seguono la scialba commedia sentimentale di G.?Marshall Principe azzurro cercasi (2004), Saved! - Il paradiso ci aiuta (2004) di B. Dannelly e Hostel - Part II (2007) di E. Roth.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore