Categorie

Massimo Cacciari

Editore: Adelphi
Edizione: 4
Anno edizione: 2002
Pagine: 358 p. , Brossura
  • EAN: 9788845916809

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Melekur

    12/12/2005 22.12.57

    Certo Cacciari compie le sue scorribande tra i volti meno noti della filosofia del Novecento e nel riportarli alla luce spaccia spesso per farina del suo sacco l'originalità speculativa di altri, vedi in particolare la parte dell'opera che tratta di Florenskij e delle avanguardie artistiche. Peraltro, da questo lavoro di appropiazione escono a volte delle gemme, ed è il caso della lettura che fa il nostro filosofo intorno a Kafka, in bilico tra una metafisica decapitata e le vette del pensiero cinese. In poche pagine,il Kafka cinese diventa un punto di svolta geniale per ogni critico che voglia confrontarsi seriamente con l'autore di Praga. Cacciari da' il meglio quando si confronta coi colossi (vedi Nietzsche), mentre come bricoleur di pensatori votati all'oblio lascia perplessi.

Scrivi una recensione