Recensioni Idee per una rivoluzione degli europei

  • User Icon
    12/05/2020 09:59:45

    Lettura interessante per farsi un'idea più ampia e completa possibile di un periodo storico ideologicamente manipolato, a discapito di ottimi spunti di riflessioni che l'autore tranquillamente presenta e su cui non c'è bisogno, nel rifletterci, di "sentirsi in colpa". Reputo comunque l'idea di una Europa nazionalsocialista a trazione tedesca un'idea ormai passata e le cui riproposizioni nel presente irrimediabilmente falliranno. prima o poi... a buon intenditor poche parole

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/03/2020 04:11:43

    Una piccola "chicca" per tutti i nostalgici europeisti nazional-rivoluzionari. Libro consigliato a tutti quelli che, per un motivo o per l'altro, vogliono discostarsi dal pensiero unico dominante e sognare un'Europa diversa: un'Europa-Impero libera dalle catene del marxismo e lontana da ogni tendenza liberal-capitalista. Da leggere e rileggere e meditare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/01/2013 23:00:14

    Tra i molti intellettuali francesi che hanno scelto la via della collaborazione con i Tedeschi durante l'ultimo conflitto mondiale, va posta una particolare attenzione alla complessa figura di Pierre Drieu La Rochelle. Come si comprenderà dalla lettura dell'agile volumetto ripubblicato per i tipi della Ritter, che comprende una preziosa prefazione di Adriano Romualdi, l'idea della decadenza europea è alla base del pensiero politico di Drieu, il quale vide nel Fascismo e ancora di più nel Nazionalsocialismo, degli "strumenti" per opporsi al declino della civiltà europea caratterizzato dall'ascesa del capitalismo finanziario, di stampo borghese, liberale, massonico ed ebraico. Allo stesso modo lo scrittore francese si oppone all' internazionalismo del comunismo considerato incapace di realizzare l'unione dei popoli europei, che si incarnerebbe invece nell'ideale hitleriano della rivoluzione nazionalsocialista. Drieu La Rochelle rimprovera al Fascismo di non essere stato in grado di realizzare quell'Internazionale dei nazionalisti che tanto agognava.La Seconda Guerra Mondiale è stata un immane conflitto ideologico tra le tre concezioni del mondo (capitalismo alleato del comunismo contro il "nazifascismo") che mai prima si era visto nella Storia dell'Umanità. Comunque la si pensi su quel periodo storico che sembra appartenere più a una lotta per l'affermazione della propria visione del mondo che ad una di semplice conquista territoriale, le pagine dei "Idee per una rivoluzione europea" sono la testimonianza di una scelta radicale e senza compromessi di un intellettuale militante, rivoluzionario europeo, il quale constatando che l'idea alla quale aveva dedicato il suo impegno, stava per essere sconfitta militarmente non esitò a porre fine alla sua vita terrena, seguendo l'esempio di un Capo che tanto fedelmente aveva seguito. Un libro consigliabile a chi conosce Drieu come romanziere, ma vuole iniziare ad avvicinarsi ai suoi scritti decisamente "politicamente scorretti".

    Leggi di più Riduci