Categorie

Fëdor Dostoevskij

Traduttore: A. Polledro
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine:

64 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

  • EAN: 9788806220624

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Enzo

    06/11/2014 18.22.32

    Dostoevskij,da infervorato cristiano e psicologo provetto qual è,studia la centrale figura di Cristo cercando di tracciarne,in termini moderni,un dettagliato profilo psicologico che ricusi la banale qualifica di "bontà sconfinata";il risultato è il principe Myskin.Già dalla prima apparizione,dopo un iniziale sconcerto,il protagonista,in forza della semplicità di modi,dell'ingenuità disarmante e della schiettezza smaliziata,riesce immediatamente simpatico tanto agli altri personaggi quanto al lettore.Uno straordinario discernimento unito ad una profonda sensibilità danno a costui capacità empatiche uniche che,benché lo rendano gradito a chiunque,costituiscono la sua condanna poiché egli sonda a fondo gli animi,discerne le motivazioni personali anche dietro all'azione più abietta,la comprende e dunque la giustifica,la purifica,l'assolve ed è come se assumesse su di se il fardello della colpa a discapito della sua labile psiche.Prova costantemente compassione per chicchessia,tale da essere confusa,anche a causa di una naturale abnegazione,per amore,amore a cui,paradossalmente,è incapace di abbandonarsi poiché il sentimento presuppone un abnubilamento inconciliabile col suo occhio di insopprimibile penetrazione.In cosa dunque consiste l'essere "l'idiota" come tutti lo scherniscono?Nel rifiuto di vedere il male ottuso dove egli scorge null'altro che umana complessità. Quando Dostoevskij non si lascia guidare da astrazioni elevate ma dalla pura fabulazione,come in questo caso,tocca il sublime e l'animo del lettore.Piena soddisfazione dopo gli incompleti Delitto e Castigo,Il Sosia e Memorie dal Sottosuolo.

Scrivi una recensione