Traduttore: Giancarlo Buzzi
Editore: Minimum Fax
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 358,56 KB
  • EAN: 9788875215750
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:

€ 8,99

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Scaricabile subito

Aggiungi al carrello Regala

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Descrizione
Pubblicato negli Stati Uniti nel 1957, "Il commesso" è considerato da molti il capolavoro di Bernard Malamud. La storia è quella di Morris Bober, umile commerciante ebreo che nel cuore di Manhattan conduce una vita misera e consumata dagli anni, e di Frank Alpine, un ladruncolo di origini italiane, deciso a riscattarsi e diventare un uomo onesto e degno di stima, aiutando Morris al negozio. Tuttavia il giovane Frank non resisterebbe dietro al bancone, sempre più assediato dalla concorrenza, se non si innamorasse di Helen, la figlia di Morris. La vicenda è intrecciata intorno alle emozioni, ai segreti, al destino di queste tre esistenze. Il ritmo quasi ipnotico della narrazione, la capacità di attenzione al dettaglio, lo stile limpido e ironico regalano al romanzo quell'atmosfera inconfondibile, a metà fra il tragico e il comico, che rende affascinante la narrativa di Malamud.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giorgio g

    10/08/2018 15:00:35

    Una storia di miseria e di diseredati che incute tristezza, come da questo brano del libro: “Morris, a servire per anni, giorno dopo giorno, gli stessi miserabili clienti che sceglievano le stesse merci da quattro soldi che poi mangiavano tutti i santi giorni della loro esistenza pidocchiosa”. Nel Melting pot dell’America sboccia la storia d’amore di Frank, un oriundo italiano, e di Helen, una ragazza ebrea, che è la parte più bella del libro.

  • User Icon

    Federica_89

    05/10/2017 09:45:34

    Un capolavoro. Uno dei miei libri preferiti in assoluto. C'è molto poco da dire quando ti trovi davanti a uno scrittore di questo calibro. È uno dei pochissimi autori di cui ho letto tutto quanto, e "Il commesso" l'ho letto più di una volta, trovando sempre passaggi nuovi che mi lasciano senza fiato. Bellissimo.

  • User Icon

    LEOPOLDO ROMAN

    09/08/2017 19:59:50

    La creazione e la descrizione di personaggi come Morris Bober e Frank Alpine sono dei veri capolavori della letteratura internazionale. Meritatissimi dunque i vari riconoscimenti al suo autore premiato per due volte con il National Book Award ed una con il premio Pulitzer. Il rapporto fra i due, uno padrone del negozio l’altro apprendista salumiere, è quanto di più complesso ci possa essere per la commistione fra interessi personali e credenze religiose, nonché passioni amorose ostacolate da false credenze determinate da rigide osservanze rituali più di forma che di sostanza. Descrivere tutto questo non è semplice ma Malamud ci riesce con naturalezza grazie anche alla sua conoscenza dell’ambiente ebraico, pur considerandosi lui uno scrittore prettamente americano. Mi è piaciuto soprattutto l’epilogo con alcuni esiti imprevedibili descritti molto sinteticamente ed incisivamente dopo un lungo lavorio di preparazione a volte estenuante. Ma è proprio questo contrasto che mi ha illuminato.

  • User Icon

    Angelo Cennamo

    30/10/2016 20:42:35

    Morris Bober e' un anziano commerciante ebreo che gestisce un negozietto di generi alimentari a Brooklyn. Gli affari gli vanno male perché nella stessa strada hanno aperto altre due botteghe che gli fanno concorrenza. Ma di fronte alla crisi e alla tentazione di deviare dal giusto, Morris si arrocca nella sua rettitudine e con la forza della fede e della propria onesta' riesce a resistere. Assume come garzone un giovane di origini italiane, Frank Alpine, un ladruncolo voglioso di riscatto. Frank conosce e si innamora della figlia di Morris. Le storie dei tre finiranno per intrecciarsi in un racconto straordinario e dal finale sorprendente. Romanzo sull'integrita' morale e sul sacrificio. Capolavoro di Bernard Malamud, con Saul Bellow e Philip Roth, gigante della letteratura ebrea americana

  • User Icon

    maria rosa

    28/03/2016 23:29:38

    Il libro è assolutamente consigliato. Malamud si dimostra maestro nella descrizione delle varie situazioni che la vita mette davanti a ciascuno di noi

  • User Icon

    B63

    28/01/2016 10:59:48

    Narrazione lineare, pulita, non banale. Storia toccante e caratterizzata da un velo di tristezza. Tenera ed a volte snervante la figura di Morris. Un libro bellissimo che consiglio senz'altro.

  • User Icon

    Federico

    28/11/2015 16:54:05

    Questo libro è un gioiello, leggetelo. Da tempo non mi capitava una lettura così tenera, ironica. La sventura perseguita la vita e gli affari di una famiglia ebraica e del suo piccolo negozio di alimentari perennemente sull'orlo di chiudere. Ma un italiano "Il commesso" entra nelle dinamiche dei rapporti familiari offrendosi come lavorante, etc, etc, etc.

  • User Icon

    Amalia

    24/11/2015 11:58:25

    Probabilmente il miglior romanzo di Malamud, superiore alle Vite di Dubin ora di moda. Ma è un piacere vedere che si riscoprono gli scrittori americani di metà del secolo scorso, che se non arrivarono al livello artistico dei Faulkner e degli Hemingway furono però dei seri, grandi artigiani, e meritano ampiamente la lettura.

  • User Icon

    G.luca

    06/10/2015 09:06:12

    Lo stile di Malamud è fresco, semplice e scorrevole. Ti cattura all'interno delle sue storie con un'abilità da artigiano attento al dettaglio. Qui si racconta la storia di tre universi, diversi ma accomunati dallo stesso destino in salita. Nel finale un tocco di ironia, il marchio di fabbrica dell'autore. Consigliati anche il migliore e gli inquilini.

  • User Icon

    Leon

    30/12/2014 16:36:12

    Un romanzo di antica fattura. A tratti mi ricordava mentre leggevo un qualcosa simile a Dostoevskij. Si,senza cercare paragoni inutili, ma le atmosfere mi rievocavano e mi riconducevano un po verso "il giocatore"; un po "delitto e castigo"; un po "l'adolescente"....Grande Malamud. Grande storia, piena di tenera amarezza che si fa solo che amare.

  • User Icon

    stefano

    10/11/2014 12:49:12

    "Il Commesso" è un romanzo di una malinconica, superba tenerezza. Una storia semplice, di rapporti umani feriti e ricerca di sé, vissuti all'interno di un mondo triste ma vitale, di un'America proletaria e in transizione. Un capolavoro di squisita misura e sensibilità.

  • User Icon

    gianni

    03/09/2014 10:41:46

    Un'America amara in bilico fra il proletarian novel, il romanzo sull'ebraismo orientale approdato a New York, il diritto tutto americano a perseguire la felicità, il melting pot, la caduta e la redenzione quasi bibliche. Insomma, mille rivoli di un piccolo capolavoro.

  • User Icon

    Fabrizio Porro

    02/12/2013 19:28:47

    «Noi guardiamo attraverso le sbarre della nostra piccolezza e fingiamo che non esista. Un uomo ha il dovere di costruirsi, di inventarsi la propria libertà». Così scrive Bernard Malamud. Una New York di gente minuta è quella che anima la piccola commedia umana di questo romanzo, indiscutibilmente uno dei più famosi di Bernard Malamud. Protagonisti due figure tipiche del calderone newyorkese: il bottegaio ebreo Morris Bober, imprigionato nell' angolo più buio di Manhattan, e il giovane commesso italiano Frank Alpine, che porta in sé la furbizia contadina e un' umiltà di frate francescano. Il suo amore per Helen, «cronaca di poveri amanti» di Central Park, e la quotidianità di una vita sofferta, sempre sospesa tra il bene e il male, assumono il nitore della dimensione tragica e delineano il cammino di una lunga iniziazione. In questi privati e minuscoli eventi troviamo concentrati i gesti morali, la vocazione di un destino... e, come sempre al fondo di una sofferenza perfetta, si trova, la liberazione finale, il riso della sacra ironia.

  • User Icon

    Roberta

    11/11/2013 11:01:24

    Il commesso, racconta la storia di Morris Bober, un piccolo negoziante ebreo che si trova in difficoltà perché nella stessa via hanno aperto un'altra drogheria e un negozio di liquori. Gli affari calano,e la miseria arriva. Finché un ragazzo di origine italiana, Frank Alpine, si offre di aiutarlo senza compenso per imparare il lavoro sul campo. Morris tentenna, poi accetta perché la salute inizia a mancargli e perché vuole assicurare un futuro dignitoso alla figlia e alla moglie. Lo stile della narrazione, si svolge attraverso le azioni, i gesti, gli sguardi e perfino le abitudini, dei protagonisti. E' un racconto basato sulla voglia di riscatto dei personaggi. Di Malamud avevo letto anni fa "La vita di Dubin" e ne avevo apprezzato lo stile narrativo. Peccato che sia un'autore poco pubblicizzato.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione