Gli imperfetti. Flawed

Cecelia Ahern

Traduttore: G. Scocchera
Editore: De Agostini
Collana: Le gemme
Anno edizione: 2016
Pagine: 377 p., Rilegato
  • EAN: 9788851139902

Età di lettura: Young Adult

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,05
Descrizione

Le atmosfere di Divergent incontrano la passione di La Lettera scarlatta. Il primo capitolo di una nuova imperdibile saga distopica firmata dall'autrice bestseller mondiale Cecelia Ahern.

In un futuro non molto lontano, in un mondo non molto diverso, il Giudice Crevan conduce una spietata guerra contro l'immoralità. È lui e lui solo a decidere chi sia un cittadino modello, e chi invece sia un Imperfetto, un essere Fallato da marchiare a fuoco con una F sul petto e da allontanare dalla società civile. Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art, figlio del Giudice Crevan. Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D'un tratto tutto ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più. Perché la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del Giudice Crevan. Celestine decide quindi di aiutare il pover'uomo e quella decisione cambia la sua vita in un attimo. Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in processo davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere incarcerata e marchiata a fuoco come Fallata. Sarà proprio in carcere però che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un Fallato misterioso e affascinante. E l'unico amico su cui d'ora in poi Celestine potrà contare.

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 14,90 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Deborah

    26/10/2018 11:14:09

    Cosa definisce ciò che è perfetto e ciò che non lo è? È giusto sacrificare la propria unicità, il proprio modo di essere in favore di una perfezione che ha il sapore dell'omologazione? Celestine ha una vita "perfetta": ha una famiglia perfetta, un fidanzato perfetto, è una studentessa perfetta, con un carattere perfetto...almeno sino a quando in tutta questa perfezione si fa spazio un attimo di compassione che stravolge la sua vita. Dolore, fisico e psicologico, paura, tradimenti, disillusione e umiliazione: questi e molti altri sono i sentimenti che Celestine deve affrontare. Riuscirà a riprendersi la sua vita "Perfetta" o dovrà per sempre fuggire nascondendosi tra i Fallati? Il mondo creato dalla Ahern è un luogo la cui perfetta apparenza nasconde in realtà una società che vive nel terrore di sbagliare, dove non si accetta il diverso e gli sbagli commessi non sono esperienze da cui attingere per migliorare, ma diventano un marchio che cambia la vita per sempre. Ogni riga del romanzo è talmente ricca di emozioni che ci si ritrova travolti completamente dalla lettura, incapaci di credere, sofferenti per ciò che sta accadendo davanti ai nostri occhi. L'empatia con la protagonista cresce piano piano, pagina dopo pagina e non ho potuto fare altro che seguire la sua storia con l'angoscia e la speranza nel cuore. Il punto di vista è quello della protagonista, ma tutti i personaggi sono approfonditi, perfettamente delineati e pronti a svelarsi nella loro totalità. Flawed non è solo un distopico in cui tutto si intreccia meravigliosamente bene, ma è anche uno spunto di riflessione, porta con sé un messaggio di uguaglianza e di accettazione del diverso, perché tutti noi siamo perfetti proprio nelle nostre imperfezioni.

  • User Icon

    Il Mondo di SimiS

    25/10/2018 11:02:08

    Avevo sentito nominare questo libro tante volte, ma non so per quale oscuro motivo non mi ero decisa a prenderlo in considerazione... mai ho fatto errore più grande! Di solito sono molto attenta a tutto ciò che è fantasy, distopico o simila... e oggi dopo averlo letto mi chiedo quale pazzia mi sia capitata per fare ciò. Ho letto questo libro ininterrottamente, purtroppo gli impegni della vita mi hanno rallentata, ma il mio pensiero era rivolto sempre a Celestine. L'inizio è un po' lento, ma appena ci si inoltra nella storia è un crescendo di adrenalina e curiosità. Non avevo letto nulla della Ahern e oggi posso dire che me ne dispiace, spero di recuperare qualche altro suo libro. La sua scrittura è scorrevole e semplice, i fatti ben narrati e argomentati, tutto viene descritto alla perfezione, tanto per rimanere in tema :P Ci sono stati dei momenti in cui ho pensato: ma celestine che stai facendo! no non parlare, non dire nulla! ma lei ormai era un'eroina, non poteva fare altrimenti... ma giuro che mi ha fatto veramente preoccupare e stare in ansia. Giochi di potere, colpi di scena e una narrazione incalzante vi terrà incollati alle pagine. I personaggi, tutti, hanno dei ruoli importanti, la storia è ben argomentata e poi il finale ti lascia a bocca aperta, ovviamente si deve avere immediatamente il secondo volume tra le mani (come ho fatto io ...mi do il "pat pat" in testa e mi dico brava da sola) perchè devi sapere... perchè la storia continua immediatamente da dove ti aveva lasciato. Come sempre dico poco ma questo perchè non mi piace rovinare le sorprese e cosa posso aggiungere di più se non che dovete leggerlo?

  • User Icon

    Susy

    22/09/2018 18:47:57

    Se avevo dei dubbi sul nuovo genere provato dalla Ahern, sono stati spazzati via con questa storia. Decisamente consigliato per chi ama il distopico ma anche per chi si approccia a questo genere con i miei stessi dubbi, perchè se ha convinto me, allora succederà lo stesso anche a voi.

  • User Icon

    Romina

    19/09/2018 18:44:30

    Cecelia Ahern è una delle mie scrittrici preferite, amo il suo modo di scrivere, i personaggi che sa creare e l'originalità delle sue storie e con questo romanzo non si è affatto smentita. Il punto con più impatto di questo dispotico, a mio parere, è l'empatia che finisci per provare verso la sua protagonista. Il romanzo è scritto in prima persona e ci sono dei momenti in cui vorresti proprio poter entrare tra le pagine del libro per esserle amica e consolarla. Anche gli altri personaggi sono ben caratterizzati ma al tempo stesso circondati da un alone di mistero che ti lascia sempre il dubbio se ci si possa fidare o meno di loro. Davvero un bel romanzo, molto coinvolgente e che fa riflettere.

  • User Icon

    Teresa (Fall in books blog)

    25/09/2017 10:20:58

    La situazione che ci viene presentata è inquietante, un mondo dove i reati etici e morali vengono puniti con restrizioni e addirittura con un marchio impresso sulla pelle. Nella nostra società sarebbe assurdo ma pensandoci bene capita spesso che una persona venga etichettata in modo negativo per un suo comportamento e tenuta alla larga perché si pensa sia cattiva. Non ci sono marchi visibili ma il concetto è quello. Celestine combatte scontro la sua stessa natura, quella che l’ha portata ad aiutare una persona in difficoltà ma allo stesso tempo le ha aperto gli occhi su un mondo che le sembrava perfetto e che invece si rivela subdolo e insensato. Proprio lei che ha sempre rispettato le regole e il sistema, lei che si è sempre tenuta alla larga dai Fallati, solo ora si rende conto della vita che fanno e di quanto il modo di vivere che gli viene imposto è impensabile. In questa situazione così complicata, Celestine dimostra il suo coraggio e la sua sincerità, diventando in questo modo la vittima di chi si schiera da sempre contro i fallati e l’eroe di chi invece si oppone alla Gilda. Ciò che più mi ha colpito di questo romanzo è stata la potenza del messaggio che presenta, come ho già detto prima, la situazione dei Fallati è la metafora della società odierna dove anche solo un piccolo errore di valutazione può essere la rovina per una persona che si ritrova additata dagli altri, esclusa dal “gruppo” o addirittura vittima di violenza morale o anche fisica. E’ bello vedere quanto la protagonista sia determinata e quanto nonostante le sofferenze non si perda d’animo e riesca a reagire, aiutata dalla sua famiglia che non smette di credere in lei e di supportarla. Mi è piaciuta la caratterizzazione dei personaggi, i quali sono molto definiti, pur non essendoci grosse descrizioni caratteriali, attraverso i comportamenti e i modi di fare mi è stato facile capire le varie personalità.

  • User Icon

    MicheleT

    04/03/2017 15:14:16

    Davvero un libro in cui la storia fa acqua da tutte le parti, non c'è nulla di originale e si fa dimenticare con piacere... Se volete leggere qualcosa di interessante che appartiene allo stesso genere dovreste leggere Hunger Games, Divergent o la trilogia delle gemme di Kerstin Gier!

  • User Icon

    Franci

    25/09/2016 17:47:59

    La protagonista Celestine non mi ha ispirato subito simpatia, non è come le protagoniste di altri libri distopici che fin dall'inizio si ribellano al sistema, no, lei pensa che così sia perfetto e il suo pensiero nei confronti dei Fallati rasenta quasi il razzismo. E' una ragazza perfetta di 17 anni, ligia alle regole, brava a scuola, a casa e fidanzata con il figlio del giudice Crevan. Celestine ha cominciato ad entrare nelle mie grazie quando decide di aiutare una persona Fallata malata, perché diventa finalmente più umana e dimostra successivamente forza e intelligenza. L'autrice ha creato una storia che mi ha tenuta incollata fino alla fine, perché è stato interessante conoscere questo sistema all'apparenza perfetto con le sue regole, il processo a Celestine, il momento della marchiatura che è veramente angosciante, il passaggio della protagonista ai Fallati che le fa aprire gli occhi sulla Gilda, il cambiamento della sua vita e di chi le sta intorno - cambiamento che visto attraverso i pensieri in prima persona di Celestine mi ha trasmesso oppressione, rabbia e compassione e quando interrompevo la lettura esse mi rimanevano addosso - e i personaggi inseriti come il subdolo Crevan, la giornalista Pia Wang, il Segnalatore di Celestine che non me la racconta giusta, la sorella della protagonista e la madre, il fidanzato che non riesce a convincermi, il mitico nonnino e il misterioso Carrick a cui ella si sente legata fin dall'inizio perché condivide il suo stesso destino. Il bello è che molti di loro hanno una doppia faccia e non si sa bene di chi fidarsi e altri invece stupiscono positivamente. Il personaggio di Celestine e il suo destino dopo il gesto mi hanno ricordato Katniss in Hunger Games ma con questo non voglio dire che vi ritroverete a leggere una fotocopia di quella storia, assolutamente no. Un primo capitolo pieno di emozioni che tratta le imperfezioni e l'umanità, mettendo in risalto la positività dell'essere imperfetti.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

La Recensione di IBS

Penso ai Fallati che incrocio ogni giorno per strada, gente che non posso guardare negli occhi, gente che scanso per non correre il rischio di sfiorarla. Penso alle cicatrici che li identificano, le fasce sul braccio, le loro limitate possibilità, la loro vita ancora all’interno della società ma lontano da tutto ciò che desiderano. Li si vede spesso in attesa alle fermate del coprifuoco, giù in città, costretti a rientrare in casa entro le dieci di sera in inverno, le undici in estate. Vivono nel nostro stesso mondo, ma in maniera diversa. E io, voglio diventare come loro?

Una F all’interno di un cerchio. È questo il simbolo dei Fallati, inciso per sempre sulla loro pelle, una cicatrice indelebile a ricordare al resto del mondo i loro errori e la loro inadeguatezza. Un marchio fatto con il fuoco che li rende cittadini di infimo livello, isolati e disprezzati dalla società.
Prendi la decisione sbagliata e ti marchieranno sulla tempia. Menti, e il segno sarà sulla lingua. Commetti furti a danno della società e porterai il simbolo sul palmo della mano destra. Sulla pianta del piede sinistro, se agisci senza seguire le norme sociali. E sul petto, all’altezza del cuore, se ti dimostri infedele nei confronti del Tribunale. Perché è proprio il Tribunale a decidere chi è Fallato e chi no. A decretare chi si è comportato in maniera immorale. A giudicare chi non è «perfetto».

E in questo mondo dominato dalla ricerca della perfezione e dalla condanna dell’immoralità vive Celestine North. Per diciassette anni è stata la studentessa modello e la figlia esemplare, nonché la fidanzata impeccabile di Art, il figlio del giudice Crevan, l’uomo a capo del Tribunale. Per diciassette anni non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo e nella società. Per diciassette anni non ha mai deviato dalle norme sociali e non le ha mai messe in discussione. Per Celestine esistono solo il bianco e il nero, la perfezione e l’imperfezione. Niente sfumature, niente vie di mezzo. Fino al giorno in cui decide di aiutare un Fallato. Perché in quel momento non conta ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ciò che è legale e ciò che non lo è. In quel momento esistono solo compassione e pietà e umanità.
Ma ora Celestine dovrà pagare le conseguenze di quel gesto, perché nessuno può permettersi di aiutare un Fallato. Sarà incarcerata, processata, umiliata. E marchiata. Ma i suoi gesti e la sua compassione non passeranno inosservati. E le sue parole potranno diventare la bandiera di un movimento composto da uomini e donne che ritengono un onore essere Fallati, e sono disposti a tutto per porre fine alla dittatura del Tribunale.

Già autrice di successo di romanzi d’amore, Cecelia Ahern si cimenta stavolta nella narrativa young adult, scegliendo quel genere distopico così amato dagli adolescenti. Dopo Hunger Games e Divergent, ecco una nuova eroina che proverà sulla propria pelle – letteralmente, in questo caso – che cosa significa non accettare e non adeguarsi alle norme imposte dalla società. E che si renderà conto che la perfezione non si trova nel bianco o nel nero, ma va cercata nelle infinite sfumature che corrono da un colore all’altro.