Categorie

Marcello Fois

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2013
Pagine: 139 p. , Brossura
  • EAN: 9788806216498

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LUISA

    22/10/2014 18.37.57

    No, purtroppo questo libro non mi è piaciuto gran che. La cosa più bella è il titolo. Poi lo spunto sì è interessante, ma non ne ho colto alcun approfondimento sentito o almeno sapiente. Ho letto molti anni fa "Di buona famiglia" di Isabella Bossi Fedrigotti che pure trattava il rapporto complesso e un po' crudele tra due sorelle molto vicine e al tempo stesso molto lontane tra loro, e lo ricordo sviluppato con una certa consistenza. Il libro di Fois invece pur scritto forse con più ambizione mi pare una strana via di mezzo tra un racconto e un romanzo, che non può essere né l'uno né l'altro: no il primo perché non ha densità e coerenza, no il secondo perché non ha trama. Alla fine potrebbe essere un testo teatrale: forse, adattato e interpretato con l'anima da attrici brave troverebbe la sua strada.

  • User Icon

    antonella

    05/02/2014 15.26.00

    Fois non delude mai. Ho letto questo racconto in un paio d'ore coinvolta dalla particolare atmosfera che lo scrittore è in grado di evocare attraverso un'accurata capacità di scendere fin nelle viscere dell'animo femminile. Sapiente, come sempre, l'uso della metafora che diventa collante tra passato e presente, mediazione efficace tra mondo reale e simbolico. Alessandra e Marinella, le gemelle protagoniste di questo racconto, sono speculari e simmetriche al tempo stesso. Un po' come lo sono in una stessa persona il desiderio/bisogno di elaborazione e la negazione come "cura" della sofferenza. Insomma, una trama molto densa e delicata. Bravo Fois!

  • User Icon

    Umberto Mottola

    06/12/2013 17.00.32

    Le prime pagine, a mio avviso, sono un po' troppo descrittive, poi il lungo dialogo tra le due sorelle gemelle e la vicina di casa decolla agevolmente. La struttura del romanzo potrebbe prestarsi anche ad una rappresentazione teatrale.

  • User Icon

    Maduri

    19/11/2013 23.51.55

    Ho assistito alla presentazione del libro al Pisa Book Festival 2013. Fois sa argomentare ed intrattenere. Non me ne voglia l'autore, ma questo è uno dei casi in cui la presentazione è più bella del libro stesso. E' un racconto ben scritto, ma è lontano dall'essere un romanzo. I temi trattati sono importanti: l'abbandono delle due protagoniste da parte del padre, l'elaborazione di questa assenza, il desiderio inespresso di ricongiungere questo strappo in lotta con l'odio ed il senso di inadeguatezza che la mancanza di amore ha generato. A volte la brevità è un pregio, ma una maggiore elaborazione avrebbe forse dato più consistenza all'opera.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione