In Europa, da Sud. Coesione, nuova concertazione, democrazia economica

Sergio D'Antoni

Editore: Edizioni Lavoro
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 30 giugno 2014
Pagine: XVIII-133 p., Brossura
  • EAN: 9788873133674
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"L'Italia sarà ciò che il Mezzogiorno sarà". Il motto di Giuseppe Mazzini è applicabile a tutta la comunità europea. Sud, Italia ed Europa sono unite dallo stesso destino. C'è uno stretto legame fra la crisi che investe le economie occidentali e la cattiva distribuzione della ricchezza. La recessione ha colpito molto duramente il nostro Paese perché esso riproduce, col divario Nord-Sud, sperequazioni gravi e strutturali. Bisogna dunque ripartire dal Mezzogiorno, dalle sue grandi e inespresse potenzialità. Dobbiamo imparare dagli errori del passato, e tornare a fare coesione dopo i danni dei governi Berlusconi a trazione leghista. Va realizzato un Patto per lo sviluppo e il lavoro produttivo, cominciando da un Piano per l'occupazione. Nel libro sono illustrati progetti in grado di creare, nel prossimo triennio, almeno 500 mila posti di lavoro produttivo nel Sud, tramite l'utilizzo tempestivo e mirato dei Fondi europei e nazionali per la coesione (180 miliardi entro il 2020). Si tratta di ritrovare lo spirito che animò la stagione della concertazione e del riformismo partecipato degli anni Novanta, e darsi un orizzonte stabile per rifondare il capitalismo su basi di equità e solidarietà. La strada maestra è la democrazia economica, verso un modello di relazioni industriali che superi la cultura dell'antagonismo e preveda la compartecipazione alle decisioni strategiche delle imprese. Prefazione di Raffaele Bonanni. Introduzione di Romano Prodi.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità: