Categorie

Rossana Campo

Editore: Feltrinelli
Edizione: 7
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine: 152 p.
  • EAN: 9788807812842

Questo è un romanzo dove c'è una ragazza che per le conquiste d'amore si dichiara diabolica. Eternamente bisognosa di cibo e affetto, sempre senza una lira, le tocca fare i lavori più strampalati. Vive da sola con il gatto Ulisse in una casa dei vicoli che cade a pezzi, con donne africane come vicine, e sempre con il problema di sfuggire alla padrona di casa e ad altri creditori. Anche la banda dei suoi amici non è da meno. Soprattutto la sua amica del cuore, Giovanna, che si innamora solo di maschi neri (tutt'al più sudamericani, facendo uno sforzo) e non smette di raccontarle le sue magiche notti d'amore senza omettere alcun particolare. La nostra eroina ci descrive, con un linguaggio comico, "basso" e carnale, la sua storia fatta di esilaranti "sfighe" d'amore che producono grandi sofferenze (sempre di una comicità irresistibile) ma anche avventurose maniere per sfuggire alle malinconie e, quasi eroicamente, tirare avanti. Sfilano così le passioni per panettieri un pò porci e ginecologi donnaioli, psicologi mammoni e archeologi depressi... Finché un giorno fatale entra in scena un tipo "brizzolato, grande pancia, battuta pronta e amante delle gioie alcoliche" come lei, e si scatena una serie di avventure da non dire... Perché il suo motto resterà sempre; "Signori miei, velo dico, l'amore quando ci si mette è proprio bello".

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    kookoo

    14/05/2012 18.22.22

    Siamo stati invasi da una miriade di "nuove" scrittrici che fanno di tutto per stupire e/o scandalizzare senza avere in borsa un minimo di originalità e/o preparazione. Spero che i tempi cambino presto e che se ne vadano in soffitta.

  • User Icon

    Cristiano

    15/07/2008 11.27.59

    A mio parere i bei libri sono altri, l'ho trovato scontato, banale, scritto con la palese volontà di sorprendere il lettore attraverso un linguaggio spesso volgare e ricco di doppi sensi ma che poi resta vuoto e non cattura.

  • User Icon

    luisa

    04/06/2008 16.31.16

    il libro della Campo l'ho iniziato sbadigliando e un pò perplessa sul modo sgrammaticato di scrivere, poi senza rendermene conto mi ha conquistata, vedevo in questa ragazza il carattere di mia figlia mai ferma in un posto, sempre alla ricerca di qualcosa o di qualcuno difficile da trovare, mi sembrava di essere su una giostra e non poter scendere per riprendere fiato, proprio come mi fa sentire mia figlia quando parte con il suo zaino in spalla in giro per l'Europa (per ora). Inutile dire che non volevo arrivare all'ultima pagina e salutare la ragazza diventata una di famiglia che ti confida le sue pene d'amore e di vita.

  • User Icon

    lilli

    28/04/2008 19.17.25

    anche a me non è piaciuto. penso che quando si compra un libro si voglia trovare/provare qualcosa di più emozionante, di più elevato, di migliore di quello che ci capita tutti i giorni... e lo stile sgrammaticato ha irritato parecchio anche me. so che alcuni dicono che sia voluto, però credo che quello che conti non sia l'intento dello scrittore, ma l'esperienza del lettore... se quest'ultima è sgradevole, forse l'esperimento non è riuscito!!!

  • User Icon

    fra97

    31/10/2007 19.11.38

    Io non riesco ad apprezzare questo libro. Ok, è carino, scorrevole, ma il modo di scrivere così "sgrammaticato" lo trovo un pò irritante. Diciamo che se raccontassi io le mie sfighe in amore sarebbe più o meno la stessa cosa, con la differenza che l'unica copia del mio libro venduta sarebbe quella comprata dai miei genitori.

  • User Icon

    Giammauro Gargiulo

    15/04/2007 13.41.42

    Prendete i pensieri che vi si accavallano in mente uno dietro l’altro, così, ignorando completamente le punteggiature o le costruzioni e metteteli sulla carta. Oppure fate conto di scrivere pari pari a come raccontate un episodio ad un amico, con lo stesso linguaggio informale e le varie digressioni. Così è questo originale libro di Rossana campo. Il libro è raccontato dalla protagonista, come se ci trovassimo al bar a prendere un aperitivo e le fossero appena successe gli episodi di cui ci parla. La protagonista che ha un nome che tuttavia non viene mai svelato nel romanzo proprio perché viene dato per scontato che si conosca. Così ci ritroviamo a vivere le avventure di questa ragazza un po’ sballata come si definisce lei, che vive alla giornata, sfigata cronica in amore, attratta immancabilmente da uomini adulti, spesso parecchio più adulti, appesantiti. Costantemente senza soldi ma che in un modo o nell’altro riesce sempre più o meno a fare ciò che desidera: mangiare in un ristorante invitata da qualcuno, prendere un vestito nuovo rubacchiando un po’ alla Coin (con lo svantaggio a volte, di sbagliare nella fretta la taglia…), fare un viaggetto in Spagna con soldi prestati da amici. E poi i suoi ricordi di infanzia, dove tutto era estremamente meno complicato, persino i nomi dei personaggi famosi erano semplicemente Liz Teilor, Roger Mur, Gemelle Chesler, così come si pronunciano. Sullo sfondo i vicoli di una Genova dove invece i nomi non sono importanti. Sono le atmosfere che emergono. Ed è come averla davvero davanti questa ragazza un po’ trasandata, imbronciata con gli uomini, confusa, che ama il sesso, il buon vino, gli amici veri. È semplice ed ingenua, ma forse soltanto all’apparenza. E che come antidoto alle sfighe, ama camminare, fare lunghe passeggiate per schiarirsi le idee, perché “passeggiare con le sfighe viene più facile, ci hai la camminata sciolta"

  • User Icon

    elisa

    08/07/2005 17.26.38

    fantastico! assolutamente ironico e divertente.. fa sorridere (a tratti proprio ridere di gusto) e ognuno di noi riesce a ritrovarsi in almeno uno di questi personaggi raccontati con un linguaggio tutto da scoprire!

  • User Icon

    tommaso

    16/04/2004 12.14.40

    un vero libro di culto, uno di quei libri che vorresti non finissero mai, ti trascinano nel mondo dei personaggi raccontati e è dura separarsene!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione