In viaggio con papà

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 37 liste dei desideri

€ 8,90

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 2 prodotti disponibili

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,90 €)

Cristiano, animalista convinto, è da anni membro di una comunità per la salvaguardia del gabbiano e approfitta di una sosta a Roma, per far visita al padre. Questi sta per partire in compagnia della sua giovanissima amante, e cerca invano di liberarsi del figlio, ma alla fine, si troverà costretto ad accompagnarlo in Corsica: costretti a passare del tempo insieme, finiranno per conoscersi forse per la prima volta e affronteranno una serie di rocambolesche avventure.
4,08
di 5
Totale 12
5
7
4
2
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ENRIKO7

    15/06/2020 13:05:27

    Film che si bea della accoppiata Verdone-Sordi, un'accoppiata che dà ottimi frutti e regala un film molto bello e scorrevole, non uno di quelli dove si ride ogni 30 secondi per cretinate ma piuttosto un film in cui la comicità dei personaggi ti porta a riflettere anche sulle loro disperazioni e le loro solitudine, le quali alla fine spesso non fanno ridere proprio perchè sono quelle che ognuno prova ogni giorno o nel corso della vita. Bello bello bello!!

  • User Icon

    bello

    17/05/2020 21:03:32

    Bellissimo film interpretato da Verdone e Sordi. E' stato un film cult per quegli anni.La trama narra della vicenda tra padre e figlio.

  • User Icon

    Alfredo

    14/05/2020 21:47:27

    Cristiano è ormai un uomo, ma il suo candore e la scarsa conoscenza del mondo gli impediscono di essere autonomo. Così, riceve ancora la "paghetta" dal padre che col danaro pensa di compensare la sua cronica assenza. Il padre, magistralmente interpretato da Alberto Sordi, è un uomo molto impegnato col suo lavoro ed è sempre in cerca di compagnia femminile. Quando, però, durante in viaggio insieme si rende conto che il figlio è così ingenuo da rischiare di cadere vittima di persone senza scrupoli, decide di tenerlo con sè e di rinunciare ad un grande amore. Commedia molo divertente, che però permette anche di fare una riflessione seria sul rapporto genitore-figli.

  • User Icon

    Alfonso

    13/05/2020 20:44:46

    E' un film che presenta diverse scene divertenti, ma tutte hanno come sfondo il tormentato rapporto fra un padre, devoto al lavoro e alle donne, ed il figlio costantemente insicuro e bisognoso di supporto. Tuttavia, dopo tante incomprensioni e qualche litigio, il rapporto si ricompone facendo prevalere nel genitore i sentimenti più genuini per troppo tempo egli aveva accantonato.

  • User Icon

    canna

    13/05/2020 20:43:01

    Film cult di quegli anni. Sordi e Verdone insieme sono una bella coppia cinematografica, poi nel ruolo di padre e figlio in quegli anni erano perfetti, e in qualche modo segnava una sorta di benedizione per Verdone. Pur non essendo un filmone non si sa perché poi è uno di quei film che quando passa in TV rivedi sempre con piacere.

  • User Icon

    Arnaldo

    13/05/2020 12:46:55

    Splendida interpretazione del duo Sordi-Verdone, i quali danno vita ad una serie di scene esilaranti che, però, non sono solo finalizzate a generare le risate ma impongono anche una riflessione sui valori della vita dell'uomo, in primo luogo la famiglia che necessita di un impegno forte da parte di tutti i componenti. Nonostante incompensioni e punti di vista molto differenti, alla fine prevale l'amore del padre per il figlio con il quale poter condividere il viaggio della vita.

  • User Icon

    fabrizio

    01/04/2020 09:10:54

    Film eccessivamente acclamato e portato alle stelle. Si erge a VERA bravura recitativa A. Infanti.

  • User Icon

    Bellissimo

    24/09/2019 23:58:12

    Armando, un uomo di cinquant'anni, si sta preparando a partire per una vacanza con la sua amante Federica quando suo figlio Cristiano, un ragazzo timidissimo che da qualche anno vive in una comune ecologica diretta dall'enigmatico "professore", gli piomba in casa e gli chiede di accompagnarlo alla ricerca dei suoi amici. Armando, donnaiolo impenitente, si vede "costretto" ad affrontare un viaggo insieme a suo figlio. I due impareranno a conoscersi, a rispettarsi e, forse, a volersi più bene e Cristiano dovrà aprire gli occhi sul mondo.

  • User Icon

    Ernesto

    06/05/2019 09:00:22

    Fossero solo le risate ad essere stitiche.

  • User Icon

    Marco

    06/10/2014 12:31:12

    Alberto Sordi è il re della commedia italiana, Carlo Verdone un principe; se li metti, insieme, nello stesso film e per di più come padre e figlio, il risultato è strepitoso. Sordi è esilarante nel ruolo del playboy maturo che cerca di spingere il figlio a vincere i propri complessi, Verdone altrettanto spassoso in quello del figlio idealista, bamboccione e imbranato.

  • User Icon

    Davide

    28/05/2014 17:02:10

    Risate stitiche qua e là, ma la regia di Sordi è - come sempre - inversamente proporzionale al suo estro recitativo : improponibile.

  • User Icon

    Ernesto

    23/04/2014 21:52:14

    Grazie a Sergio Leone, Carlo Verdone corona il suo sogno, quello di fare un film con Alberto Sordi. E il film devo ammetterlo è molto divertente. Sordi con il suo "In viaggio con papà" completa il trittico del giovanottone impacciato e ingenuo iniziato da Verdone con il personaggio Leo nel film "Un sacco bello", e di Mimmo in "Bianco Rosso e Verdone". Per chiudere in bellezza non mancava che Cristiano. Leo; Mimmo; Cristiano. Tre personaggi diversi, ma in qualche modo molto simili. Negli Extra una lunga intervista con Carlo Verdone sulla realizzazione del film.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2014
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 118 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Inglese per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: "In viaggio con Alberto, Carlo Verdone racconta" - "Una chiaccherata con Luciana Migliavacca"; trailers
  • Alberto Sordi Cover

    "Attore e regista italiano. Comincia a recitare a metà degli anni ’30 dividendosi fra l’avanspettacolo, il teatro di rivista e piccole comparse al cinema (dà la voce a Ollio/O. Hardy). Il primo film da coprotagonista è I tre aquilotti (1942) di M. Mattòli, anche se negli anni ’40 i maggiori successi gli vengono dal teatro leggero e dalla radio, medium nel quale S. sperimenta e costruisce una galleria di personaggi che porterà infinite volte e con grande successo al cinema, ritraendo un uomo banalmente medio la cui apparente cattiveria nasconde una malcelata ingenuità, un cialtrone sostanzialmente vigliacco, uno sbruffone succube delle circostanze, un individuo in bilico fra la tragedia e la farsa. F. Fellini si accorge del suo immenso talento e lo chiama a interpretare il meschino divo dei... Approfondisci
  • Alberto Sordi Cover

    "Attore e regista italiano. Comincia a recitare a metà degli anni ’30 dividendosi fra l’avanspettacolo, il teatro di rivista e piccole comparse al cinema (dà la voce a Ollio/O. Hardy). Il primo film da coprotagonista è I tre aquilotti (1942) di M. Mattòli, anche se negli anni ’40 i maggiori successi gli vengono dal teatro leggero e dalla radio, medium nel quale S. sperimenta e costruisce una galleria di personaggi che porterà infinite volte e con grande successo al cinema, ritraendo un uomo banalmente medio la cui apparente cattiveria nasconde una malcelata ingenuità, un cialtrone sostanzialmente vigliacco, uno sbruffone succube delle circostanze, un individuo in bilico fra la tragedia e la farsa. F. Fellini si accorge del suo immenso talento e lo chiama a interpretare il meschino divo dei... Approfondisci
  • Carlo Verdone Cover

    Carlo Verdone, nato a Roma nel 1950, è attore, regista, sceneggiatore. Figlio del celebre storico del cinema Mario Verdone, Carlo consegue, nel 1974, il diploma di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia, sotto la direzione di Roberto Rossellini. Nel 1975 si laurea in Lettere Moderne, presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su “L’influenza della letteratura italiana sul cinema muto”. Tra il 1970 e il 1975 realizza cortometraggi sperimentali in super8 (Poesia solare, Allegoria di primavera, Elegia notturna) e documentari (Il castello nel paesaggio laziale, L’Accademia Musicale Chigiana). Dopo alcune esperienze teatrali in ambito universitario, nel 1977 esordisce sul palcoscenico con lo spettacolo Tali e quali (Teatro Alberichino),... Approfondisci
Note legali