Categorie

Eduardo Mendoza

Editore: Giunti Editore
Collana: Giunti Blu
Anno edizione: 2008
Pagine: 192 p. , Brossura
  • EAN: 9788809061590

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Goofery

    12/02/2010 20.36.36

    Libro carino leggero si legge bene, dai giudizi di altri mi aspettavo qualcosa di più, mi sembra una sorta di favola ironica con un miscuglio di personaggi storici e non, genere letterario baldanzoso buono solo per passare un paio di ore in leggerezza

  • User Icon

    stef

    20/12/2009 01.04.59

    - bel libro, si legge volentieri e si sta al gioco di chiedersi come va finire per i personaggi nel libro sapendo che molti di essi avranno anche un'altra storia, in altri libri......

  • User Icon

    Gabriella Bona

    26/11/2009 12.54.08

    C'è bisogno di sorrisi e Mendoza ci fa sorridere, c'è bisogno di un senso religioso più profondo e meno integralista e Mendosa ci dà pure questo. Un libro bellissimo e che ci lascia qualche cosa di molto buono dentro.

  • User Icon

    baghy

    15/06/2009 16.34.14

    romanzo originale sia per l'ambientazione che soprattutto per i personaggi biblici in esso coinvolti. Il tutto con grande ironia e senza mai cadere nel blasfemo. Si legge bene, è piacevole senza però essere un vero capolavoro avvincente ed appassionante. Voto medio.

  • User Icon

    corrado

    05/02/2009 17.42.35

    Un romanzo davvero riuscito, originale nell'insieme, dove i presonaggi biblici si compenetrano molto bene nella storia principale accanto al protagonista. Finalmente anche un bel finale non affrettato come invece spesso purtroppo ci capita di leggere. Consigliato.

  • User Icon

    claudio

    31/10/2008 10.05.21

    Sicuramente nei prossimi secoli non sarà ricordato come Cervantes, ma anche Mendoza non scherza. O almeno in questo libro, il primo che leggo di questo autore. E' la storia al limite dell'incredibile di un viaggio di questo filosofo romano in cerca della saggezza e pertanto disposto a bere qualsiasi acqua che prometta di arrivare al suo scopo. Lo troviamo in Palestina, nei primi anni del primo millennio, a contatto con alcuni personaggi che poi saranno immortali: Gesù ancora bambino, Maria, Giuseppe, il ricco Epulone, Lazzaro, Giovanni Battista e altri, fra cui anche Maddalena da piccola.La situazione è sempre tanto intricata, tutta venata di ironia e di freschezza, mai pesante. Si legge velocemente e si sorride a quasi ogni pagina. Alla fine resta un sorriso sulle labbra, non un riso sguaiato.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione