Topone PDP Libri
Salvato in 21 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Indagine sul ventennio
14,25 € 15,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+140 punti Effe
-5% 15,00 € 14,25 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
15,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
SUKKAZONE
15,00 € + 10,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libro di Faccia
7,20 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Memostore
12,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
8,10 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
15,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
SUKKAZONE
15,00 € + 10,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
7,20 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Memostore
12,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
8,10 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Indagine sul ventennio - Enrico Deaglio - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Indagine sul ventennio Enrico Deaglio
€ 15,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"Se avevo avuto una percezione abbastanza chiara del probabile successo di Berlusconi, non ne avevo però immaginato una durata così lunga." Parola di Romano Prodi, nell'intervista inedita contenuta in questo libro. E invece Berlusconi è durato (almeno) per un ventennio. Abbastanza per una vita intera, abbastanza per cambiare un paese, abbastanza per non ricordare più bene come eravamo prima. Cos'è stata l'Italia degli ultimi vent'anni? Un regime parafascista? Un paese della cuccagna che si è svegliato rovinosamente? Enrico Deaglio segue l'evoluzione degli scenari politici, tratteggia le storie personali degli eroi e dei miracolati, racconta i retroscena di cui all'epoca non sapevamo nulla, presta attenzione alle nuove parole che hanno popolato il chiacchiericcio quotidiano, affronta senza paura le zone più controverse e male illuminate del Ventennio: dalle ragioni e gli antefatti della discesa in campo alla mirabolante apoteosi della "gnocca", dal sottovalutato razzismo leghista all'incomprensibile subalternità della sinistra, fino a un rapporto riservatissimo inviato dalla Dia alla vigilia delle elezioni del 1994. A fare da sfondo alla sua ricostruzione, numerose interviste, esclusive e inedite, a protagonisti e osservatori d'eccezione. Con dodici interviste inedite a: Silvia Ballestra, Ivan Carozzi, Mario Deaglio, Andrea Jacchia, Gad Lerner, Fausto Melluso, Peppino Ortoleva, Marcelle Padovani, Romano Prodi, Massimo Recalcati, Roberto Saviano, Adriano Sofri.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
26 marzo 2014
215 p., Brossura
9788807172762

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(1)
roby
Recensioni: 4/5

Lettura consigliata a tutti i giovani che volgliono informarsi e a quegli adulti che hanno vissuto distrattamente gli ultimi vent'anni. Da leggere assolutamente, forse chiarisce le idee a molti. Vale la pena scoprire o avere la conferma di come e da chi siamo stati governati in questi venti anni.

Leggi di più Leggi di meno
Lucio Forma
Recensioni: 4/5

Ho letto con interesse il libro che mi ha riportato a vicende tristi del nostro passato. Desidero,però, mettere in risalto l'intervista a Fausto Melluso che riguardo la campagna elettorale in Sicilia del M5S ha detto: "Una differenza che ho ri= scontrato in campagna elettorale nel grillismo,in cui più ardenti cantori locali sono spesso niente altro che persone già pubblicamente navigate, semplicemente espulse dalla rete di favori e privilegi, alimentati dal risentimento di non poter più far parte di quel mondo piuttosto che dalla voglia di creare o di rottamare."[[[ Conoscendo il gruppo dei M5S, smentisco le solite calunie meschi =ne di chi pensa che non vengano controllate. Internet serve per questo. Saluti !!!

Leggi di più Leggi di meno
fulvio
Recensioni: 1/5

Un libro semplicemente "sbagliato" sin dal titolo, perchè -storia alla mano- che piaccia o meno, l'ex Cav ha governato per meno di 9 anni dal '94 al 2014... Ma è così appetitoso paragonarlo al ventennio del Duce che l'autore ed i suoi collaboratori non hanno resistito. Non metto la questione sul "politico" nè difendo il personaggio principale, dico solo che certe persone scrivono di tutto per ingrassare il portafoglio, sapendo che molti acquistano a "scatola chiusa" attirati solo dal titolo, ,ma guarda un pò..!! Chissà cosa c'è ancora da "indagare", dopo averlo fatto 24 ore su 24 proprio per 20 anni. Alla pagina 15 già ho rinunciato a proseguire.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(1)

La recensione di IBS

L’imperfetto è il tempo delle fiabe. “C’era una volta un paese...”
E l’ascoltatore, o il lettore, si dispone a partire per un viaggio dell’immaginazione, verso terre lontane e boschi incantati, bellissime principesse e cavalieri impavidi che – non c’è dubbio - uccideranno il drago. Ma se il racconto degli ultimi vent’anni in Italia fosse un libro di favole, nella nostra libreria dovremmo trovargli un posto accanto a “La bella addormentata” e non troppo lontano dal gaddiano “Pasticciaccio brutto”, com’è Enrico Deaglio a spiegarci nell’introduzione a questa “Indagine sul ventennio”.
Già, “ventennio”: ed è subito chiaro il ponte gettato fra i vent’anni seguiti alla “discesa in campo” di Silvio Berlusconi e un altro, proverbiale e drammatico, periodo durato quattro lustri. Vent’anni, se inquadrati col cannocchiale della storia, possono essere poco più di un battere di ciglia, è vero. Ma quando si tratti invece dell’arco di tempo entro il quale si consuma una vera e propria trasformazione antropologica, ogni minuto ha un peso specifico eccezionale, e può sembrare eterno. Così, la fiaba di cui stiamo raccontando somiglia a un profondissimo sonno della ragione; quel tipo di sonno che, com’è noto, genera mostri. E se a combattere i mostri resta un solo Cavaliere, per di più in odore di conflitto d’interessi, come potremo sperare in un lieto fine?
Ecco, dice Deaglio, non abbiamo voluto leggere, nei segni lampanti e certissimi che avevamo sotto gli occhi, il pericolo di quel che saremmo potuti diventare: un paese in cui ogni presidio democratico e di partecipazione civile era subordinato agli interessi di un singolo. C’era una volta un paese che si consegnò, chiavi in mano, a un imprenditore in difficoltà. Così è stato, e l’indagine su quel ventennio si configura, pagina dopo pagina, come la cronaca di un’erosione invincibile: del diritto, del senso della politica, della cultura, della partecipazione alla cosa pubblica e quindi – in ultima istanza – un’erosione della democrazia.
Prendendo in prestito il titolo di un bel libro di Luca Doninelli (che non a caso tracciava un impietoso quadro clinico della Milano da cui nel ’94 prese le mosse la resistibile ascesa del nostro Cavaliere), aggiungeremmo che quel che è accaduto in Italia fra il 1994 e il 2013 somiglia molto a un verticale “crollo delle aspettative”. C’era una volta un paese che non credette in se stesso, e volle accontentarsi.
Secondo il giornalista Deaglio, infatti, il nostro è un paese che ha compiuto il più incredibile degli auto da fé, consegnandosi a un modello demagogico e poco credibile di gestione della cosa pubblica, un “Ghe pensi mi” pervasivo e obnubilante, che ha intercettato però quel meccanismo di delega cui sembra ambire sopra ogni altra cosa la maggioranza del popolo italiano. C’era una volta un paese che si consegnò a un incantatore di serpenti.
Per condurre la sua indagine, Deaglio sceglie il formato dell’intervista, e chiede a dodici rappresentanti del mondo della politica, della cultura, dell’economia e del giornalismo, di dare la loro versione dei fatti, perché l’inchiesta possa godere di angolazioni e prospettive eterogenee. Silvia Ballestra, Roberto Saviano, Gad Lerner, Romano Prodi, Massimo Recalcati e altri cittadini notevoli, ciascuno dal proprio specifico osservatorio, raccontano come hanno vissuto questo periodo straordinariamente lungo, e tentano di spiegare – in primo luogo a se stessi – come sia stato possibile non riuscire a opporre un argine a quello straripamento.
Le interviste, trasversali e ben condotte, pongono a tutti una domanda, un punto interrogativo che non ammette scappatoie o dilazioni. “Perché non ci siamo opposti?”, e l’interrogativo continua a risuonare anche una volta chiusa l’ultima pagina, segno che questa indagine non può, non deve essere archiviata. C’era una volta un paese che eravamo noi. Vent’anni dopo, non siamo ancora usciti dal ventennio.

A cura di Wuz.it

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Enrico Deaglio

1947, Torino

Laureatosi in Medicina a Torino nel 1971, comincia poi la carriera da giornalista della carta stampata e della televisione negli anni settanta, presso il quotidiano «Lotta Continua», di cui è stato direttore dal 1977 al 1982. Successivamente lavora in numerose testate tra cui «La Stampa», «Il Manifesto», «Epoca», «Panorama», «L'Unità». Tra il 1985 e il 1986 è direttore del quotidiano «Reporter» e collaboratore del quotidiano «La Stampa» di Torino. Alla fine degli anni Ottanta comincia a lavorare come giornalista televisivo per Mixer: segue in particolare le vicende della mafia in Sicilia e viene inviato per programmi di inchiesta in vari paesi....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore