Recensioni L' indegno

  • User Icon
    09/05/2016 17:58:01

    E' un romanzo scritto bene, coerente l'ambientazione newyorchese, tuttavia le contraddizioni del prete cattolico protagonista, Abram, non generano tensione, conflitto, sembra che viva in modo rassegnato la sua incapacità di resistere alle donne e nello stesso momento rispettare le regole del sacerdozio (castità). Bello il capitolo venticinquesimo quando Abram racconta delle storie alla sua amante Lisa per consolarla.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/04/2016 12:47:05

    Un interessante romanzo che affronta un tema delicato e complesso come la presunta perdita della fede, e la passione amorosa di un giovane sacerdote verso una ragazza. Monda lo fa con molta delicatezza,ignorando elegantemente, le facili tentazioni pruriginose a cui l'argomento poteva indurre. Un libro che a tratti commuove e sempre fa riflettere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/04/2016 19:06:22

    In un precedente libro di Monda, "La casa sulla roccia", avevo trovato la sua elegante scrittura newyorchese, molto gradevole. Purtroppo in questo libro mi ha deluso, a tratti usa un linguaggio forzato ed eccessivo non necessario, oltre a certe continue ripetizioni. Ho trovato il personaggio senza spessore sia sotto il profilo di uomo che di religioso considerando che il tema trattato è la fragilità umana. Ho cercato di terminarlo sperando in qualcosa di più interessante almeno nel finale, niente, noioso e piatto fino alla fine.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/04/2016 23:04:59

    Un ottimo romanzo per descrivere la vicenda più che umana e attuale di un sacerdote alle prese con le tentazioni della vita. Una sorta di diario quasi privo di dialoghi diretti, con il quale il protagonista racconta le proprie tribolazioni riguardo tutto ciò che, in quanto prete cattolico, non gli sarebbe permesso di usufruire. In primo luogo il sesso o quanto meno, "l'amore fisico", con le sue conseguenze, e la quotidianità della vita nelle sue gioie ma soprattutto nei suoi dolori, riproponendo il problema del celibato nella chiesa cattolica con le sue regole e le sue contraddizioni, dimenticando ancora una volta che, nonostante le feree e monolitiche regole bibliche, un prete è prima di tutto un uomo. Da leggere.

    Leggi di più Riduci