€ 7,56

€ 8,90

Risparmi € 1,34 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 4,80

€ 8,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    12/06/2017 16:39:37

    Alla fine degli anni ’80 Beppe Severgnini è inviato a Londra come corrispondente per “Il Giornale” di Indro Montanelli. Rimane nella capitale per quattro anni e nel 1990 racconta in un libro le proprie esperienze. La politica, però, è un argomento che decade rapidamente, e le vicende di Margaret Thatcher, primo ministro inglese per undici anni, dal 1979 al 1990, destano oggi scarso interesse. Argomento più interessante è la divisione della società inglese x classi e il problema dell’immigrazione dai paesi africani e asiatici, ma a oltre un quarto di secolo dalla pubblicazione del libro ci si chiede se le osservazioni di Severgnini siano ancora attuali oppure obsolete come la guida del Touring su cui l’autore ironizza. Il capitolo sui prezzi delle case a Londra è di una noia mortale, almeno x chi non sia interessato ad aprire un’agenzia immobiliare. Colpisce che in Inghilterra, a differenza dell’Italia, il sud industriale sia la zona più ricca, e il NE la più povera, terra dei “geordies”. Una guida turistica di vent’anni fa è necessariamente datata, come un quotidiano del 1990: la crisi dell’acciaio a Sheffield, dell’industria tessile a Manchester, del porto a Liverpool e Glascow si è certamente evoluta. E’ più interessante l’escursione a Inverness in Scozia: la leggenda del mostro di Loch Ness resiste anche oggi. Non mancano i luoghi comuni, come il capitolo sui bagni: Severgnini, viaggiatore allora alle prime armi, non aveva ancora scoperto che il bidet è diffuso nell’Europa mediterranea e in America Latina, ma ignorato nel resto del mondo. La sua Inghilterra è così deprimente, tra recessione industriale, degrado urbano, disoccupazione e teppismo, da scoraggiare anche il turista più volonteroso. Anche lo scozzese MacBride, del resto, vent’anni dopo descrive Aberdeen come una località gelida e poco invitante. Qui Severgnini modera il suo sarcasmo, non le banalità. In libri successivi è più acido, ma meno noioso.

  • User Icon

    assur

    05/06/2013 19:57:57

    Il libro risulta essere datato, ma la lettura non ne viene inficiata.

  • User Icon

    nadia

    06/02/2013 14:38:03

    Insomma...sarà perché il libro è ormai datato e quindi alcune cose sono cambiate anche per la vecchia Inghilterra...sta di fatto che mi ha spesso annoiata.

  • User Icon

    giulia

    27/05/2009 17:34:54

    Divertentissimo! fantastico!!

  • User Icon

    Hamlet

    17/12/2008 16:11:37

    Leggero ma con un certo spessore; supera di gran lunga quello di Caprarica perchè severgnini è più bravo... e più simpatico. Volete un' idea generale di come sono/erano messi gli inglesi e come sono? Leggetelo! P.S. Essendo stato scritto nel 1990 e aggiornato solo per certi aspetti rispetto a Caprarica

  • User Icon

    AAndrea

    01/07/2005 03:19:03

    Molto meglio di una guida turistica. Il miglior libro di Severgnini, mi ha fatto conoscere a fondo una nazione e un popolo che ho nel cuore. Grande Beppe

  • User Icon

    Paola

    09/02/2004 11:03:40

    Semplicemente fantastico!

  • User Icon

    Rebecca

    02/02/2004 10:36:51

    Una singolare descrizione dei vizi e delle virtù del popolo britannico. Indicato a tutti coloro vogliano sapere qualcosa di più sui cittadini d'oltremanica, senza rinunciare al divertimento che ci regala, come sempre, il mitico Beppe!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione