L' insicurezza sociale. Che significa essere protetti? - Robert Castel - copertina

L' insicurezza sociale. Che significa essere protetti?

Robert Castel

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 4 maggio 2004
Pagine: 100 p., Brossura
  • EAN: 9788806169152

€ 12,00

Venduto e spedito da Libreria Max 88

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Partendo dai classici del pensiero liberale, il libro esplora lo spirito democratico nelle sue contraddizioni: la tensione fra stato di diritto e stato repressivo o la divisione proprietario-non proprietario. Si delinea così una storia del bisogno di sicurezza, dalle protezioni preindustriali garantite da famiglia, comunità e corporazioni, fino allo stato moderno, fondato sul riconoscimento dell'individuo e delle sue proprietà. In questa dimensione chi non gode della proprietà privata è tutelato da protezioni e diritti costruiti a partire dal lavoro e da un nuovo tipo di proprietà, quella sociale. Questo modello vive oggi una crisi profonda: lo stato sociale è descritto come un peso, il lavoro è sempre meno difeso, l'insicurezza sociale aumenta.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 2
5
0
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    David

    22/09/2005 20:56:32

    Questo libro mi ha salvato la vita! grazie a lui ho superato sociologia. Il libro e semplice all'inizio, ma gli ultimi due capitoli sono micidiali!

  • User Icon

    Elvincio dp

    12/11/2004 19:08:13

    Robert Castel come tutti i grandi pensatori non cerca una soluzione (utopica) al problema trattato, nella fattispecie l'insicurezza sociale. Si limita alla minuziosa analisi dei fattori dai qauli scaturisce tale insicurezza partendo dalle società premoderne in cui regnava il binomio protezione/subordinazione - fino a giungere alle società moderne il cui l'insicurezza è data dallo spostamento del cursore (infinito) della scala delle protezioni richieste dagli individui.Lo scopo di tutte le riflessioni di Castel è quello di rendere consapevole il lettore che non è possibile assicurarsi su qualcosa di inprevedibile, bisogna focalizzarsi più che altro sul compromesso tra stato di diritto e stato sociale.

Note legali