Categorie

Patricia D. Cornwell

Editore: Mondadori
Anno edizione: 1996
Formato: Tascabile
Pagine:
  • EAN: 9788804423331

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    archipic

    23/01/2016 12.48.05

    Non credo si possa dare più di 3 a questo romanzo; alcune parti sono interessanti e la storia si segue bene, ma altre sono troppo lente, dialoghi interminabili e alcune situazioni un poco forzate. Non mi sento di consigliarne la lettura.

  • User Icon

    Lorena

    25/09/2013 12.17.23

    Dopo aver letto diversi romanzi della Cornwell posso dire che i suoi thriller sono, più o meno, sempre avvincenti, ben strutturati e con colpi di scena disseminati con abilita in tutto il romanzo. La descrizione dei luoghi dove lavora Kay Scarpetta sono sempre ricchi di particolari e ben descritti, così come il modo di lavorare di un medico legale, così che anche per chi non ha mai messo piede in un obitorio, si ritrova ad essere, se non un esperto dell'iter almeno discretamente informato. Lo stesso vale per la modalità con cui il ruvido e familiare Marino svolge le indagini. Insomma i romanzi della Cornwell sono sempre ben oliati e funzionanti, catturando il lettore dalle prime pagine e lasciandolo solo all'ultima. Una cosa che si può dire paragonando i libri della Cornwell ad altri romanzi riguarda la figura di Kay Scarpetta: medico legale dalle mille risorse, che affronta complotti, persecuzioni e tentati omicidi con una freddezza e una sicurezza tali da renderla quasi un personaggio indistruttibile. Perché se altri autori preferiscono rappresentare i loro personaggi il più umani possibili, con le loro debolezze e imperfezioni, per renderlo più vicino al lettore, la Cornwell ha preferito creare il suo personaggio come una donna con i suoi problemi ma che ha sempre la situazione in pugno, anche quando sembra che tutto le stia crollando addosso. Una scelta che porta così a dividere i lettori tra chi ama Kay Scarpetta e chi la odia proprio per questa sua peculiarità. Qualunque sia però la posizione nei confronti di Kay Scarpetta, resta il fatto che i suoi romanzi continuano a vendere e continuano a piacere, come un punto fisso, un autrice rassicurante tra il mare di thriller presenti sul mercato.

  • User Icon

    Simone

    08/08/2012 14.39.32

    Buon libro, si legge velocemente e la Cornwell è davvero brava nel suo mestiere ti tiene in tensione fino alla fine. Consigliato.

  • User Icon

    barbara

    17/07/2009 09.42.29

    niente di particolare un discreto libro che scivola via in poco tempo

  • User Icon

    mariacons

    02/02/2008 11.49.36

    E' uno dei libri più interessanti che la scrittrice abbia elaborato. Mi è piaciuto molto, gli altri un pò meno.

  • User Icon

    Eliseo

    06/03/2007 19.13.01

    Veramente mozzafiato! Una delle migliori avventure di Kay Scarpetta, che vede coinvolti tutti i protagonisti in una miriade di intrighi che vanno al di là della pura indagine investigativa. Qui si gettano inoltre le basi per i prossimi due racconti... Cornwell, sei mitica!!!

  • User Icon

    Manuela

    26/09/2006 18.24.58

    Discreto direi. E' il primo libro che leggo della Cornwell e devo dire che, anche se non è la migliore lettura che io abbia mai fatto, senz'altro mi ha abbastanza appassionato da spingermi di arrivare all'ultima pagine e sicuramente leggerò altri suoi libri, sperando che, oltre al modo di scrivere abbastanza scorrevole, possa imbattermi anche in una trama accattivante, un po' più originale ed entusiasmante.

  • User Icon

    TECNOEDICOLA

    30/08/2006 12.30.44

    E CHE DIRE?STUPENDO,BELLISSIMO,INCREDIBILE.ANCORA UNA VOLTA PATRICIA MI LASCIA A BOCCA APERTA E CON UNA INDESCRIVIBILE VOGLIA DI COMPRARE UN ALTRO DEI SUOI LIBRI.

  • User Icon

    massimo the cat

    09/07/2006 02.25.10

    grandioso!!! non e' proprio il libro che ho preferito,ma son rimasto incollato alle pagine fino alla fine!!!! il finale e' pazzesco! ragazi, qui fa la sua comparsa temple gault!!!!! grandissima patricia!!!! e comunque, a tutti quelli che invece questo libro non e' piaciuto consiglio di leggere L'ULTIMO DISTRETTO, poiche' ritengo sia il migliore di tutti.

  • User Icon

    marika2

    20/05/2006 17.11.10

    un libro davvero brutto, noiso, banale, scritto malissimo. Ho fatto molta fatica a leggerlo fino alla fine già a metà lo avrei buttato nel camino. Un finale schifoso niente suspance o colpi di scena, una vera palla!!! Mai letto un libro cosi' brutto. Non leggero' mai più libri di patricia cornwell potete contarci. CIAO

  • User Icon

    llwellin

    29/10/2004 22.22.22

    un'altra conferma, tra i migliori tra i 5 letti fino ad ora, avvincente e sorprendente allo stesso tempo invita a passare al successivo libro della Cornwell.

  • User Icon

    lorena

    23/08/2004 16.34.05

    rispetto ad altri libri di Patricia è avvincente e ricco di azione, riesci a leggerlo tutto in un fiato.... anche se come sempre il finale e "fiacco" ma è un gioco della Cornwell per invogliarci a seguire il resto della "storia" sui libri seguenti (il cimitero senza nome)..

  • User Icon

    Fabio

    21/05/2004 14.10.21

    Ciarpame. La cornwell non mi ha mai convinto molto e questo romanzo convince meno di tutti.

  • User Icon

    ivandtm

    17/05/2003 02.38.39

    Dopo PUNTO D'ORIGINE è il secondo libro che ho letto.Bello, scorrevole e piuttosto appasionante.

  • User Icon

    Romano De Marco

    01/08/2002 11.55.22

    Un libro godibile e abbastanza originale (Kay Scarpetta non era ancora inflazionata...)Come spesso accade nei romanzi della Cornwell l'interesse si tiene a livelli accettabili durante lo svolgersi degli eventi, nonostante la tensione e i colpi di scena (che sarebbe lecito aspettarsi da simili letture) latitino un pò.. Romano De Marco

  • User Icon

    dany

    12/07/2002 12.07.47

    è uno fra i libri che mi sono piaciuti di più della Cornwell. è il primo che ho letto (e sono stato fortunato, perché non ci sono molti riferimenti ai romanzi precedenti) ed è uno dei più coinvolgenti. a differenza dei suoi lavori precedenti, in questo romanzo il ritmo è più serrato e i colpi di scena si susseguono uno dopo l'altro, costruendo una fitta rete di inganni e di imbrogli che coinvolgono anche emotivamente il lettore. il finale non è per nulla scontato, come del resto tutta la costruzione del libro!!!

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione