Categorie
Collana: Pickwick
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788868361549

50° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,96

€ 12,90

Risparmi € 1,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 6,42

€ 11,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    07/04/2015 14.25.50

    Dopo la morte della moglie, il settantenne Ralph soffre d'insonnia e comincia a vedere strane cose: aure colorate che circondano le persone, riflettendone i sentimenti e lo stato di salute, dottorini calvi x strada in atteggiamento furtivo. Si confida con Lois, la vedova sua vicina di casa, e con stupore scopre che anche lei ha le sue stesse visioni, non tutte piacevoli, a volte spaventose. Intanto in città c'è grande tensione fra abortisti e conservatori x l'annunciata conferenza di una nota femminista. Derry però non è un luogo come gli altri, e la convergenza delle forze del Bene e del Male scatenerà terribili eventi, di cui Ralph e Lois saranno loro malgrado protagonisti. In questo romanzo insolito, più fantasy che horror, dalla parte delle donne e sulla vecchiaia raccontata con delicatezza, King ci fa partecipi delle sue riflessioni sullo scopo della vita e della morte, e sull'incidenza del Caso, molto oltre il racconto e l'azione. Avvincente l'allegoria sulle Tre Parche che tessono e distruggono le vite degli "esseri a tempo determinato", perché ogni vivente nascendo è debitore di una morte. Ritroviamo qui il consueto affresco di una cittadina del Maine, dipinto con mano leggera negli affetti di Ralph e Lois, nonostante il movimentato finale. Molti, forse troppi, sono i riferimenti alla serie de "La Torre Nera", che proprio non mi è piaciuta, e possono appesantire il racconto ma King scrive storie dentro le storie e ognuno può scegliere le preferite. Mi è antipatico il solito, predestinato, Bambino Speciale, non apprezzo le prese di posizione troppo femministe e Ralph in versione Superman, ma mi affascina il mondo multicolore delle aure, la simbologia dei dottorini calvi, arbitri di vita e di morte, la tana di Atropo e il suo cumulo di oggetti rubati, come una grotta di Ali Baba senza tempo, la ragnatela sottile degli affetti e delle amicizie degli anziani. Questo rimane a mio avviso uno dei migliori libri di King, che rileggo sempre volentieri.

  • User Icon

    valentina bufano

    03/11/2014 18.44.55

    Gli avrei dato il voto massimo se non fosse esageratamente lungo tuttavia va detto che Stephen King, uomo sposato da decenni con la stessa donna sa rendere bene il personaggio di un uomo rimasto vedovo la fine mi ha commossa da leggere avendo pazieza a sopportare l'inizio

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione