Into the Wild. Nelle terre selvagge

Into the Wild

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Into the Wild
Regia: Sean Penn
Paese: Stati Uniti
Anno: 2007
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 70 liste dei desideri

€ 8,74

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Storia vera del neo-laureato Christopher McCandless che nel 1992, a 22 anni, stanco del consumismo e del benessere fittizio decide di abbandonare la famiglia e le promettenti prospettive di studio e professione, dà in beneficenza tutti i suoi averi e affronta un viaggio senza nessun sostegno né economico né umano che lo porterà nei luoghi più selvaggi degli Stati Uniti fino a immergersi nell'immensa natura dell'Alaska, che segnerà per sempre la sua esistenza. Quattro mesi dopo verrà trovato morto accanto al suo diario grazie al quale verrà ricostruita la sua storia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,45
di 5
Totale 56
5
44
4
3
3
3
2
2
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Veronica

    17/05/2020 07:15:53

    Un film che ho visto diverse volte ed ogni volta mi emoziona sempre. Tratto da una storia vera, è un film che non lascia indifferenti. Impossibile non immedesimarsi nei panni di Chris, il protagonista, nel suo senso di libertà e nella sua ricerca di felicità. I paesaggi e la fotografia sono sublimi. La colonna sonora è qualcosa di eccezionale. Assolutamente da non perdere.

  • User Icon

    wendi

    14/05/2020 20:50:52

    Un libro senza tempo che ogni viaggiatore deve leggere, un ritorno alle origini, un vivere in simbiosi con la natura, la ricerca della vera libertà, vivere con uno zaino e cercare di sopravvivere.  Bello 

  • User Icon

    Yasmine

    11/05/2020 12:57:43

    Stupendo! Lo consiglio caldamente.

  • User Icon

    Giada

    15/02/2020 16:45:09

    Sean Penn ha colto appieno l’essenza del primordiale bisogno umano di un ritorno alla purezza originaria attraverso il contatto con la Natura, tanto sublime quanto spietata. Meraviglioso, intenso, commovente: un film che ti entra dentro, ti tocca le corde dell’anima e non ti abbandona più.

  • User Icon

    Ilaria

    24/09/2019 19:09:19

    Devo purtroppo dire che questo film non mi è piaciuto. Racconta la storia di un ragazzo che per riscoprire se stesso, intraprende un viaggio completamente solo e con pochi oggetti, che gli permettano di vivere all'insegna del minimalismo. Si trova davanti a diverse sfide, prime fra tutte procacciarsi il cibo. Ma questo viaggio gli permetterà anche di capire molte cose di sé e della vita. Purtroppo è stato troppo lento e lungo per i miei gusti, è molto introspettivo, silenzioso e poco avvincente.

  • User Icon

    Martina

    24/09/2019 16:07:05

    Libro meraviglioso, racconta a pieno la storia di un ragazzo con il desiderio di staccare dalla società, per vivere a pieno contatto con la natura. Vivamente consigliato il libro, sebbene il film possa essere ben interpretato, il libro ti consente di vivere questa sua esperienza a pieno.

  • User Icon

    Mary

    24/09/2019 10:25:27

    Struggente, d'impatto, profondo. Un film che ho visto e rivisto decine di volte ma è sempre come la prima. Sento e vivo le emozioni del protagonista nel quale cerco di immedesimarmi ogni volta. Un film che apre la mente e porta a riflettere sul senso della vita, soprattutto ai giorni d'oggi. Assolutamente da non perdere

  • User Icon

    giovanni

    21/09/2019 08:13:04

    stupendi paesaggi e molto ma molto materiale su cui riflettere, non solo per l'anelito onnipresente in chiunque di "fuga", ma anche sui rischi a 360° che tale atto comporta

  • User Icon

    giuseppe

    19/09/2019 18:34:51

    è uno dei pochi film che ho preferito al libro stesso! La storia di Chris mi ha toccato il cuore terribilmente, mi è rimasta dentro al punto che ogni volta che viene trasmesso in tv, devo guardarlo e puntualmente qualche lacrima riga il mio volto. Chris è l'eroe dei nostri tempi che sfida le convenzioni sociali per quello in cui crede. Chris ha messo in gioco sè stesso, ha rischiato e si è guadagnato il suo spazio nel mondo. Dovremmo avere tutti la sua forza d'animo, è un esempio da seguire!

  • User Icon

    Giulia

    17/01/2019 15:59:09

    meraviglioso, apre la mente in una maniera spettacolare.

  • User Icon

    Reana

    19/09/2018 14:32:00

    Uno dei film migliori di sempre. Una fotografia unica, accompagnata da una colonna sonora che suona, palpita e respira. Un assoluto capolavoro da NON perdere

  • User Icon

    Francesco

    19/09/2018 11:15:12

    "Into The Wild" è il film che porta in un campo di straordinaria credibilità uno dei concetti che da sempre affliggono l'essere umano: la possibilità di potersi dire liberi. Sean Penn sa bene che venire a capo della questione è impresa irrealizzabile, ma scava senza analizzare, mette in campo la materia e la lascia evolvere, andando in questo modo a fondo. E' indubbio che da parte sua ci sia simpatia nei confronti di Chris/Alex, ma non giudica, così come lo spettatore stesso è messo nelle condizioni non tanto di analizzare un estremo on the road, quanto piuttosto di immergersi in paesaggi immaginifici perché naturali ed incontaminati e semmai esternare le emozioni che soltanto una simile esperienza cinematografica può donare. E' uno di quei film motivazionali che mostrano come sia possibile raggiungere i propri obiettivi di vita, qualunque essi siano, con il solo mezzo della perseveranza. La ricerca della libertà e della pace interiore è da sempre uno dei crucci dell’uomo inquieto, dell’uomo intelligente che si interroga e si pone domande profonde sull’esistenza, la vita e la morte. Da vedere assolutamente.

  • User Icon

    n.d.

    10/08/2018 12:44:36

    Adoro questo film. Sono stata felice di acquistarla ad un prezzo eccezionale

  • User Icon

    ziogiafo

    14/09/2017 13:49:49

    ziogiafo - Into the Wild, USA 2007 - 1^ parte - Tratto da un bellissimo romanzo intitolato “Nelle terre selvagge” di Jon Krakauer, il film rievoca l’appassionante storia vera di Christopher McCandless, che negli anni Novanta abbandonò la sua famiglia ed ogni tipo di comfort per intraprendere un avventuroso viaggio verso la “sua libertà…”. Lo stile narrativo adottato dal bravo attore-regista Sean Penn (direi sorprendente in questa particolare opera), è quello incantevole del “road movie” anni Settanta, utilizzando anche degli opportuni flashback per spaziare nel pregresso dell’interessante vita del giovane protagonista. La suggestiva colonna sonora si avvale di bellissime canzoni composte ad hoc da Eddie Vedder, che si fondono in maniera emozionante con la stupenda fotografia, pilastro fondamentale di questo affascinante film. La storia cammina lenta in un susseguirsi di meravigliose immagini di terre incontaminate e incantevoli scenari, che il regista cattura accuratamente con la macchina da presa, esaltando le bellezze naturali di queste terre selvagge in cui il tenace Chris (Emile Hirsch) si immerge “anima e corpo”. L’unico obiettivo del giovane avventuriero è quello di raggiungere l’Alaska, e per portare a termine il suo ambizioso progetto è disposto a rinunciare a qualsiasi cosa. Rifiutando ogni tipo di “benessere”, ostentato dalla società consumistica moderna, si libera velocemente di tutti i suoi beni materiali e parte con entusiasmo verso una nuova vita. Chris, sul suo cammino… incontrerà tante persone interessanti, con le quali si intratterrà piacevolmente, anche se per brevissimo tempo. .../... continua nella 2^ parte.

  • User Icon

    ziogiafo

    14/09/2017 13:48:08

    ziogiafo - Into the Wild, USA 2007 - 2^ parte - Queste nuove conoscenze saranno importanti per lui, “serviranno” a colmare quei vuoti immensi di affetto familiare, ed anche a ritrovare quella dimensione “umana” dopo i grandi silenzi che gli vengono imposti dalla natura selvatica in cui si trova a vivere, in estrema solitudine e per lunghi periodi. In questi particolari momenti, Chris ricorda con sofferenza le molteplici incomprensioni familiari del passato, di cui lui fu sempre la vittima designata, sin da bambino. Per questi motivi si era trascinato in un “modus vivendi” formale fino a ventidue anni, solo per accontentare gli intransigenti genitori… che non erano mai entrati in sintonia con le sue reali esigenze. Era andato via dunque per ribellarsi a tutto questo, abbandonando quei falsi legami e quel triste passato. L’unico affetto vero di Chris era Carine, la sorella più piccola, di cui sentirà la mancanza. Per raggiungere la sua meta il giovane “esploratore” si troverà a viaggiare per oltre due anni attraverso gli Stati Uniti, con mezzi di fortuna, fermandosi di tanto in tanto per qualche lavoretto o per qualche sosta di “meditazione” prima di arrivare a quelle fredde e immense terre dell'Alaska. Stupendo è l’incontro di Chris con il vecchio Ron (un meraviglioso Hal Holbrook) - un militare in pensione - saggio e fragile allo stesso tempo. Questo delicato approccio tra il giovane e il veterano (fondamentalmente due persone sole) sfocerà in un simpatico confronto delle loro differenti esistenze, dando luogo ad una reciproca e commovente solidarietà. Commovente è anche il finale del film che non si può raccontare perché è tutto da vedere… Leggete con attenzione le importanti didascalie sui titoli di coda. Ottima prova del giovane attore californiano protagonista, ottima la regia, struggenti le musiche, bravi tutti gli altri attori, favolosa la fotografia. Alla ricerca della… libertà. Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    Marco Maggiore

    08/12/2014 23:28:49

    Del film si salvano solo i meravigliosi paesaggi. Si tratta di un polpettone infinito che racconta la vera storia della fuga dalla società di un personaggio di insostenibile vacuità, infarcita da insopportabili citazioni wikipediane della peggiore letteratura americana "on the road". Il fatto che molti, anche ritenuti autorevoli, lo considerino un capolavoro, è solo uno dei tanti indici della pochezza cui è pervenuta la cultura occidentale.

  • User Icon

    Mr Gaglia

    27/11/2014 21:09:52

    E' vero che come scrivo spesso nelle mie opinioni 'non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace'. Come è altrettanto vero che il sottoscritto non è un critico cinematografico e che i miei recensio su Ibs sono dovute alla passione per i film e al passatempo. Tuttavia, da quando vedo film e li colleziono, tipo 24 anni, è la prima volta di leggere critiche (immeritate) ad un opera eccezionale come questa. Non so. Non giudicherò i "miei colleghi" cinematografici ma la meravigliosa pellicola di Sean Penn. Definirei il film "pura celebrazione della libertà e della ricerca della libertà". Il forte trasformismo di Emile Hirsh facilita per lo spettatore un'istantanea immedesimazione in una figura tormentata che non viene dipinta né come giovane avventuriero né come idealista ingenuo. La maestria con cui Penn miscela tematiche così diverse e complesse è unica. Il fascino della selvatichezza dell'ambiente, le difficoltà dei legami di sangue, l'individualismo contro il bisogno di amore e le contraddizioni dell'idealismo nelle sue spinte critiche ma anche arroganti. Il film ha una valenza politica nonostante questo non sia l'intento di base. Alle volte, si trasforma in un vero e proprio atto di fede il cui credo fugge da tutto ciò che è religioso in senso stretto per trovare sfogo in una dimensione che è solo e unicamente personale. Tutti le persone che Chris incontrerà lungo il suo peregrinare oltre a colmare un vuoto familiare, fonte di profonde sofferenze, amplificano l'idea di un percorso a stadi funzionale a liberarsi da qualsiasi dipendenza da ogni tipo di comfort e privilegio. L'acquisizione della saggezza avviene quasi per osmosi attraverso la spontaneità e la profondità degli incontri fatti. Ancora più maturo e disinvolto nel lavoro registico, Penn gioca di forti contrasti nell'alternare gli ampi spazi dei diversi paesaggi mostrati al costante senso di vuoto del ragazzo che risulta essere una pura estensione dell'enormità della natura. Straordinariamente bello

  • User Icon

    Milena

    26/09/2014 19:30:07

    Il film è bellissimo, è davvero stupendo. Ormai lo guardo tutti i giorni, è il migliore in assoluto, mi commuove tutte le volte. Secondo me anche come storia vera, lo clasifico come uno dei film che bisogna guardare almeno 10 volte nella vita. Ovviamente non è paragonabile col libro che è ancora più stupendo del film.

  • User Icon

    Stefano

    31/05/2013 20:26:54

    Uno dei più bei film che abbia mai visto, mi ha fatto davvero sognare anche se purtroppo il finale non è dei migliori. Ovviamente trattandosi di una storia vera non potevano modificarlo, ma io avrei visto sicuramente un happy ending, come ad esempio il ricongiungimento in Alaska con tutti i personaggi principali incontrati durante la sua traversata dell'America. Non vedo l'ora di leggere il romanzo da cui è ispirato per fare un confronto. Imperdibile!

  • User Icon

    Stefano

    11/12/2012 11:40:06

    Vera storia di un ragazzo di famiglia benestante che, conseguita la laurea per compiacere i genitori, abbandona tutte le comodità della vita materiale per intraprendere un viaggio iniziatico nella natura selvaggia. Mi è piaciuto tanto di questo film: il protagonista ha la faccia giusta, la sceneggiatura è facile ma non prevedibile o banale, la colonna sonora è stupenda e fondamentale per farsi cullare dalle altrettanto strepitose immagini, il ritmo è lento ma avvolgente, le tematiche della libertà e del disagio sono trattate con forza ma non in maniera maniacale. Voto 9, se non fosse per qualche scena che francamente è inutile e appesantisce un po' la storia.

Vedi tutte le 56 recensioni cliente
  • Produzione: BiM, 2008
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 148 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Sean Penn Cover

    Attore e regista statunitense. Interprete dotato di grandi capacità e di un temperamento focoso e ribelle, è il rappresentante più significativo dei bad boys degli anni '80, ribelli senza causa e senza avvenire, in stridente attrito con il perbenismo dell'America reaganiana. L'esordio è in Taps - Squilli di rivolta (1981) di H. Becker, ma il primo ruolo da protagonista arriva con Bad Boys (1983) di R. Rosenthal. Nel 1986 sposa la popstar Madonna e insieme a lei recita in Shanghai Surprise di J. Goddard: il matrimonio dura poco ma gli regala grande popolarità che sfrutta sapientemente mostrando tutto il suo talento in Vittime di guerra (1989) e in Carlito's Way (1993) di B. De Palma. Straordinaria anche l'interpretazione, nei panni di un assassino condannato a morte, in Dead Man Walking - Condannato... Approfondisci
  • Emile Hirsch Cover

    Propr. E. Davenport H., attore statunitense. Recita fin da giovanissimo in alcune serie televisive e debutta sul grande schermo a diciassette anni in The Dangerous Lives of Altar Boys (2002) di P. Care, nei panni di un liceale cattolico alle prese con una problematica adolescenza. Dopo aver studiato recitazione alla Hamilton Academy of Music, viene ingaggiato nella teen comedy La ragazza della porta accanto (2004) di L. Greenfield e nel poliziesco Alpha Dog (2007) di N. Cassavetes, in cui interpreta il giovanissimo criminale americano Jesse James Hollywood (Johnny Truelove nel film), prima di ottenere grande notorietà e numerosi riconoscimenti con il personaggio di Chris McCandless, il nomade neolaureato che, in Into the Wild - Nelle terre selvagge (2007) di S. Penn, abbandona famiglia e averi... Approfondisci
Note legali