Categorie

Fulvio Tessitore

Editore: Laterza
Collana: I filosofi
Edizione: 5
Anno edizione: 2009
Pagine: 288 p. , Brossura
  • EAN: 9788842038696
In prima approssimazione questo libro si può definire come l'attestazione di una lunga fedeltà critica. Fedeltà perché testimonia l'interesse per la filosofia di Croce che l'autore ha mantenuto vivo per numerosi decenni; critica perché allo storicismo crociano Tessitore ha sempre avanzato ragionate obiezioni mosse soprattutto sulla scorta della tradizione dello storicismo tedesco. Questa definizione generale, se coglie sinteticamente le linee di fondo del volume, non ne esaurisce però i motivi d'interesse. La raccolta, infatti, si fa apprezzare da diversi punti di vista particolari. Basti pensare ai numerosi saggi nei quali si studia, con impeccabile attenzione filologica, il giudizio crociano su varie personalità della cultura tedesca (Ranke, Dilthey, Meinecke, Troeltsch, Weber); oppure alle messe a punto che offre su problemi di critica crociana (l'influenza di De Sanctis, la rottura con Gentile, il rapporto con Guglielmo Ferrero). Non meno significative risultano le indagini rivolte ad argomenti di storia della storiografia o più propriamente filosofici (la critica della sociologia, la ripulsa per la filosofia della storia, il rapporto tra idealismo e storicismo, la storia come storia contemporanea, la filosofia come metodologia della storia, il peso del retaggio hegeliano); e quelle che investono temi relativi all'interpretazione della storia d'Italia (la Spagna e il Rinascimento italiano, la concezione crociana della "nuova Italia", la fondazione della Repubblica). Nel complesso, dai quarantuno saggi qui raccolti appare chiaro che per l'autore la filosofia crociana rimane un punto di riferimento essenziale non solo dal punto di vista concettuale e teoretico, ma ancora di più sotto il profilo emotivo ed esistenziale. Maurizio Griffo