Categorie

Giovanni Boniolo, Paolo Vidali

Curatore: G. De Anna
Editore: Mondadori Bruno
Collana: Campus
Anno edizione: 2003
Pagine: 240 p.
  • EAN: 9788842495499

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano bacchi

    11/12/2008 15.03.29

    Ottimo lavoro di sintesi del dibattito epistemologico contemporaneo con una rilevante e matura sintesi del dibattito sulla rilevanza della metafisica nella costruzione della ipotesi scientifica, risolta con magistrale sintesi forse più ontologistica che gnoseologica, ma su un piano conferente in senso logicista e cioè nel senso della tradizione razionalista, la sola in grado di esaurire la cognizione dello sfondo culturale complessivo del problema. In particolare, la gnoseologia popperiana sulla falsificabilità come criterio di demarcazione e non di significanza, è ben esposta. L'analisi dell'isomorfismo fra logica e realtà nell'ambito della teoria sulla validità scientifica della spiegazione razionale, induce necessariamente ad una teoria del linguaggio scientifico e, benchè il saggio non tratti specificamente una teoria psicopedagogica della intelligenza, nondimeno costituisce il viatico di una critica radicale dei linguaggi incongrui alla spiegazione scientificamente valida. Ed in primo luogo alla crisi della matematica come linguaggio scientifico considerata a vari livelli e da vari autori o un linguaggio surrogato pienamente dalla iconica computazionale (Parisi)o un residuo storico obsoleto per la ricerca scientifica (Wolfram)o infine un vero e proprio inibitore ob signum dell'intelligenza (Bacchi) come tale inidoneo all'impiego istruttorio rigoroso nella misurazione delle variabili giudiziarie e rovinoso nella metodologia della didattica scientifica. Punto centrale e migliore della ricerca, tuttavia, l'analisi del postulato di Hempel sulla spiegazione statistica come piano comune di avvio a quella ipotesi di mathesis universalis o unificazione formale della scienza che fu l'idea dei razionalisti (Leibniz) e del wienerkreis e che questi due autori trattano con una intuizione gnoseologica profonda del canone ermeneutico scientifico universale che la computabilità statistica rappresenta. Un libro da leggere da chi opera nella ricerca scientifica e giudiziaria peritale cognitiva.

Scrivi una recensione