L' inverno della paura - Dan Simmons - copertina

L' inverno della paura

Dan Simmons

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: A. Guarnieri
Editore: Gargoyle
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 27 marzo 2008
Pagine: 361 p., Rilegato
  • EAN: 9788889541159
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 15,68

€ 16,50
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

L' inverno della paura

Dan Simmons

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' inverno della paura

Dan Simmons

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' inverno della paura

Dan Simmons

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sono passati 40 anni, e Dale Stewart fa ritorno a Elm Haven. Già autorevole professore di college e romanziere accreditato, ha messo a repentaglio carriera matrimonio e adesso l'oscurità gli si sta chiudendo intorno. Nelle ultime ore della notte di Halloween, Dale arriva nella morente cittadina dove ha trascorso la sua fanciullezza sperando di trovare nell'isolamento pace e voglia di ricominciare una vita normale. Tuttavia, la scelta di sistemarsi in una fattoria fuori città da tempo abbandonata, un tempo abitazione di un suo strano e geniale amico morto drammaticamente nella terribile estate del 1960, si rivela l'ennesimo di una lunga successione di errori. Laggiù, infatti, Dale non è solo: è stato seguito in quella casa dalle ombre dei suoi demoni personali, che ora distorcono la realtà, facendole assumere nuove, orribili forme. Poi, in anticipo sulla stagione, una fitta coltre di neve scende a rivestire ogni cosa....
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 10
5
3
4
3
3
2
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giovanni

    23/09/2018 17:14:13

    Mi sono approcciato con un certo timore alla lettura di questo seguito di "L'estate della paura", memore della cocente delusione che quest'ultimo mi ha provocato a causa dell'incomprensibile "catastrofe" verificatasi negli ultimi capitoli, in cui si è susseguita una serie di eventi a dir poco assurdi e del tutto fuori luogo. "L'inverno della paura", fortunatamente, si è rivelato essere ben altra cosa. E' vero che non raggiunge picchi di eccellenza quali, ad esempio, la magistrale descrizione della Old Central School con cui si apre il primo libro, ma mantiene un livello di interesse e suspense decisamente molto alto per tutta la durata della lettura, senza mai scadere nella noia o negli eccessi di cui ho già accennato. L' unico vero protagonista della storia, Dale Stewart, dopo quarantun' anni torna a Helm Haven per effrontare i fantasmi di un passato che sembrano non volerlo abbandonare, oppure è forse lui a non riuscire a lasciarseli alle spalle. L'autore è stato decisamente bravo a dosare l'azione con momenti di riflessione e anche i frequenti flashback che si interpongono alla storia principale, non solo non appesantiscono la lettura, ma, anzi, aiutano a farsi un'idea sempre più chiara sullo stato mentale in cui si trova l'attore principale di tutta la vicenda. In definitiva, pur non considerandolo un capolavoro, si tratta di un ottimo romanzo di cui consiglio assolutamente la lettura, a prescindere dal genere di appartenenza

  • User Icon

    ELY

    25/11/2013 17:24:43

    Anche questo romanzo, così come il precedente "L'estate della paura" non mi è assolutamente piaciuto, soprattutto per il tipo di scrittura noiosa e asfissiante per le descrizioni totalmente inutili. Non mi è riuscito di andare oltre pagina 10 entrambe le volte. Peccato. Invece dello stesso autore consiglio "I figli della paura" che non sembra neppure scritto da questo autore.

  • User Icon

    inthedark

    03/10/2013 19:12:10

    "L'estate della paura" è stato un bellissimo romanzo, anche se a causa delle numerose descrizione mi ha annoiata in più punti, questo seguito invece mi ha catturata sin dalla prima pagina. Più introspettivo e con uno stile più adulto. Dan Simmons è un grande scrittore horror non c'è che dire, riesce a portarti dentro la storia e a conquistarti grazie a uno stile intenso e maturo, inoltre sono appassionata di luoghi freddi e isolati dove i protagonisti devono combattere col proprio ego, perciò ho divorato questo romanzo. Eccellente.

  • User Icon

    MaX

    11/03/2013 12:00:01

    Si potrebbe leggere questo racconto anche senza l'avventura del primo volume. I fatti sono si collegati ma mai invasivi e in simbiosi. Comunque sia c'è la fattoria, la neve, gli spettri del passato e poi c'è Dale, scrittore kinghiano con alle spalle tentativi di suicidio dovuti ai fatti dell'estate del '60 (vedi l'estate della paura). Il risultato è sufficiente, il compitino è stato svolto e simmons si è guadagnato un altro contratto con la Gargoyle. Ma si poteva osare di più. Per gli amanti dei posti innevati e isolati. Niente telefoni. Niente web.

  • User Icon

    qdp

    20/06/2010 17:07:37

    Primo romanzo che leggo dell'autore. SUPERLATIVO! Peccato non aver potuto leggere (pare introvabile) "l'estate della Paura" che poi non è altro che il prequel. Sontuosa scrittura. L'accostamento con KING ci sta tutto.

  • User Icon

    Maurizio Crispi

    28/04/2009 18:38:42

    Dan Simmons: uno dei miei autori preferiti, perchè nella sua carriera di scrittore ha saputo padroneggiare "generi" diversi. Tra i suoi romanzi i miei preferiti sono che compongono la saga di Hendymion (di questi soprattutto il primo volume), "Il Canto di Kali", e in cima a tutto "Danza macabra". "L'estate della paura" che si può considerare un vero e proprio sequel del presente romanzo (pur essendo stato scritto prima) ha il doppio fascino della letteratura horror e del racconto di formazione. Per tanti versi, rievoca le tematiche care a Stephen King, sempre attento nel dare voce alle paure adolescenziali e agli orrori che si nascondono nelle piccole cittadine di provincia del suo Maine. "L'inverno della paura" parla essenzialmente di solitudini e d'una lenta ed inarrestabile deriva interiore ed esistenziale del professor Dale Stewart che, reduce da numerosi fallimenti, nonchè provato da un tentativo di suicidio e dal persistere di una grave sindrome depressiva, ritorna - a distanza di 40 anni - ad Elm Haven (teatro delle vicende de "L'Estate della Paura"), proprio per portare a termine un romanzo su quelle vicende, che lo riscatti dal suo essersi imprigionato - letteriamente parlando - in cliché di maniera. Cosa cerca Dale? La concentrazione per scrivere, il magico ritorno alle sue radici, oppure morbosamente il confronto con i suoi fantasmi (tra cui il compagno ed amico Duane, morto per un incidente esattamente al culmine di quell'estate di paura) ed i suoi orrori personali? Certo è che l'atmosfera si va facendo sempre più inquietante: mentre si moltiplicano gli eventi perturbanti, il confine tra realtà, fantasia e delirio va facendosi più incerto e fragile. Alla fantasia e al delirio di Dale fa da contrappunto il commentario dietro le quinte di Duane, quasi che quest'ultimo - anima senza pace ancora presente in questi luoghi - avesse il compito d'un antico corifeo, o forse anche di psicopompo. Il romanzo si snoda in un panorama di cangianti panorami interiori con numerose citazioni testuali colte.

  • User Icon

    Simone

    09/03/2009 10:23:10

    Ho letto critiche abbastanza decise a questo libro. Sppinto dall'apprezzamento del precedente "L'estate della paura", mi sono deciso a comprare e leggere anche questo libro. Devo dire che, dopo l'iniziale delusione perche' non stavo leggendo quello che forse avevo sperato, il mio giudizio sull'opera e' cresciuto fin quasi a ritenerlo migliore del precedente. Ci sono entita' che forse avrebbero potuto essere valorizzate (penso al fantasma con il cappello militare che vaga nel cimitero), ma l'atmosfera e' affascinante e inquietante. Non e' un vero sequel, i personaggi dell'Estate sono abbandonati ad un destino incerto: solo Dale Stewart e' il protagonista, un uomo distrutto che ricerca la morte con disperazione. E quello che lo terrorizza sara' invece la sua salvezza. Un bel libro di mistero e (parziale) orrore, probabilmente non un capolavoro.

  • User Icon

    antonioqontesi

    02/10/2008 13:06:29

    Da uno scrittore come questo,mi sono abituato ad aspettarmi di tutto...o almeno così credevo. Simmons con questo racconto è andato aldilà di quel che mi potevo aspettare. Se "Inverno della paura" era un racconto di "formazione",questa è invece piuttosto la cronaca di un disfacimento. Chi,come me, si aspettava un libro sulla falsariga di quello precedente,potrà in un primo momento rimanere deluso,ma,se conosco lo scrittore,penso che continuare in senso classico la narrazione di "Inverno della paura",per Dan Simmons sarebbe stata un'operazione banale. Il libro non lo è affatto e mentre resto stupito dalla trama che è stata ordita,alla fine,con divertita meraviglia,mi rendo conto che grazie al senso di equilibrio della narrazione e anche all'"ambiguità" elegantemente dimostrata nel tenere in bilico il protagonista tra ciò che che si ricorda e quel che ha rimosso,"Inverno della paura" può essere tranquillamente considerato un prequel,un sequel o addirittura entrambe le cose! Bizantinerie a parte,il libro è senza dubbio interessante,anche se il "registro" è diverso e l'incontro col sovrannaturale avviene abbastanza presto nella narrazione,solo che ce ne accorgiamo dopo.... Aspetto con bramosia che Gargoyle pubblichi "Danza macabra" dello stesso autore. Unico neo per me,il prezzo un pochino alto.

  • User Icon

    Elisa

    30/09/2008 23:01:13

    Devo dire che mi è piaciuto, ha un buon ritmo ed un'atmosfera davvero curata. Ovviamente necessita della lettura preventiva del buon vecchio "L'estate della paura" per poterlo apprezzare appieno.

  • User Icon

    vittorio

    09/05/2008 11:09:09

    Questo romanzo non mi è assolutamente piaciuto. Lo trovato assai pretenzioso. L’Estate della Paura era un bel romanzo sulla falsa riga di IT di King. Piacevolissimo per gli amanti del genere anche se non reggeva il confronto con il più celebre cugino. L’Inverno della Paura non può essere considerato un sequel, né un romanzo horror. Lo scrittore vorrebbe ritornare sul set del precedente romanzo, grazie ad un personaggio (il suo alter ego ?) più maturo e più fragile del bambino di un tempo (del primo libro). Il lettore si trova a che fare invece con un personaggio veramente fragile (non mi riferisco alla fragilità psicologica…). Il romanzo è lentissimo nelle prime 250 pagine, lento e farraginoso nelle ultime 100. Al termine della lettura vi chiederete che cosa sia successo, che senso abbiano avuto le pagine lette. I personaggi che circondano il protagonista sono al limite del ridicolo e comunque appaiono figure sfocate avulse dalla storia. Una guida alla lettura di questo libro viene fornita nella postfazione. L’editore è stato accorto a non posizionarla in prefazione. Altrimenti chi avrebbe letto un simile mattoncino? In nostro caro Dan Simmons ha fatto cilecca su tutto il fronte. Da dimenticare ! Peccato perché l’ho aspettavo da tempo ……

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Dan Simmons Cover

    Dan Simmons (Peoria, Illinois, 1948) è uno dei massimi scrittori americani di science fiction, fantasy e horror, vincitore dei premi Hugo, Nebula, Bram Stoker e Locus (per ben 11 volte). Tra le sue opere maggiori ricordiamo la saga dei "Canti di Hyperion" (Hyperion, La caduta di Hyperion, Endymion, Il risveglio di Endymion, Gli orfani di Helix), i cicli di "Ilium" (Ilium. L’assedio, Ilium. La rivolta, Olympos. La guerra degli immortali, Olympos. L’attacco dei voynix), di "Joe Kurtz" (Un caso difficile, Un caso glaciale, Un caso d’acciaio) e di "Elm Haven" (L’estate della paura, L’inverno della paura), e i romanzi Il canto di Kali, Danza macabra, Gli uomini vuoti, Il grande amante, Vulcano, Drood, Flashback e Everest, alba di sangue. Approfondisci
Note legali