Traduttore: E. Terrinoni
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Edizione: 2
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 17 novembre 2004
Pagine: 126 p., Brossura
  • EAN: 9788845919343
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,29
Descrizione
Nina e Rowland Mahler, una coppia di giovani e cinici inglesi, hanno messo a segno il colpo della loro vita: sfruttare l'inesauribile fame di bon ton di una rampante e cosmopolita nuova casta disposta a spedire i suoi rampolli in Svizzera, dove potranno apprendere le regole dell'etichetta. Tutto funziona egregiamente, fino a quando piomba al College Sunrise un diciassettenne dai capelli rossi. Brillante e capriccioso, Chris ama circondarsi di mistero. Non solo: sta scrivendo un romanzo su Maria Stuarda e non nutre dubbi sul suo futuro di grande scrittore. Quanto basta per suscitare ammirazione, desiderio, astio e invidia. L'autrice fa vibrare una corda segreta in ciascuno di noi, scatenando una tensione che solo un inaspettato evento saprà allentare.

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giacomo

    18/08/2016 17:57:01

    Non conoscevo l'autrice. Il libro non mi è dispiaciuto, è stato anzi una piacevole compagnia per una lettura veloce e che mi dava voglia di vedere come si sarebbe sviluppato e concluso. Qui secondo me è la nota negativa; il finale... mi ha dato l'impressione di una chiusura "di fretta" e per certi versi superficiale. Per il resto mi è sembrato carino.

  • User Icon

    Mara

    14/12/2012 14:07:06

    Per essere stato scritto dall'adorata Muriel Spark, l'ho trovato piuttosto deludente. Prende aria solo dopo qualche decina di pagine (e per un libro che ne contiene poco più di 100, francamente è un po' troppo), quando il sentimento dell'invidia diventa un rapporto di dipendenza reciproca fra "invidiato" e "invidiante", ed evolve rapidamente verso il finale.

  • User Icon

    nini11

    05/09/2009 17:56:47

    Lettura frizzante e divertente fino alle ultime venti trenta pagine dove l'autrice butta là un finale talmente mal scritto e raffazzonato da far pensare a uno scherzo. Peccato, mille volte peccato.

  • User Icon

    abz

    01/08/2007 23:23:58

    Come è possibile che un'autrice in grado di partorire il mondo di Miss Brodie si butti via pubblicando una cosa del genere? Quando lavoro e "ispirazione" vengono meno...

  • User Icon

    ric

    04/07/2007 11:23:06

    non è sicuramente il capolavoro di muriel spark (che è semmai simposio, o la ballata di peckham rye, o memento mori, anche più di miss brodie) ma lei è comunque una gigantessa della letteratura, anche quando non è al suo massimo.

  • User Icon

    Elena

    24/02/2006 13:16:05

    Che dire? Poteva essere un'opera eccellente per la suspence e la tensione emotiva suscitate dal rapporto di malcelato odio fra allievo ed insegnante... ma il patetico e ridicolo finale ti fa cader le braccia e ti fa pentire di aver dedicato tanta attenzione a voler scoprire fino all'ultimo momento quali fossero i reali sentimenti dei due personaggi coinvolti. La Spark non dà nessuna spiegazione nè indizi che portino a scoprirlo: butta là una conclusione affrettata e sgangherata che lascia sgomenti. Che peccato

  • User Icon

    Maura

    04/07/2005 21:51:50

    Volevo scrivere la recensione di questo libro e ho fatto fatica persino (dopo un mese) a ricordarmi il titolo. Nessuna trama, nessuna traccia. Terribile

  • User Icon

    Bellamie

    26/04/2005 12:10:35

    Sinceramente l'ho trovato un romanzo poco significativo, la storia non sta in piedi, non ci sono picchi...non ne vale proprio la pena.

  • User Icon

    Nereo Trabacchi

    07/03/2005 12:06:39

    Sicuramente molto leggero ma non privo di passaggi interessanti. Credo che il vero scopo dell'autrice, come si puo' chiaramente evincere dal titolo, sia quello di descrivere quanto possa essere distruttivo il sentimento dell'invidia. In questo ci e' riuscita bene.

  • User Icon

    cristiana

    10/02/2005 18:05:36

    Perfettamente d'accordo con gli altri due lettori, invio questa recensione anche per protesta verso "la critica " ufficiale che declama su operine davvero evanescenti. Non comprero' piu' la Repubblica del sabato!

  • User Icon

    Pierpaolo

    12/12/2004 01:59:25

    Pur apprezzando abbastanza il sense of humor di Muriel Spark trovo anch'io che la trama di questo libro sia un po' troppo esile o come minimo condotta male. Mi rendo conto che l'ambizione e la fama sono temi ricorrenti nella narrativa inglese e lo stesso dicasi per il tema della "difficoltà di scrivere un romanzo"; ma la Spark qui liquida il tutto in modo troppo frettoloso e svogliato.

  • User Icon

    mario

    06/12/2004 18:32:09

    Accidenti, questa sarebbe un'opera degna della collana che ospita Sciascia, Pontiggia, Kundera e altri? E' propio vero, spesso basta il marchio di garanzia Adelphi per far recensire qualsiasi porcheria come fosse un mezzo capolavoro! I personaggi sono scolpiti nella più statica banalità. La storia è scontata. Il rapporto tra il protagonista e il suo precettore - fatto di invidia e morbosità - ripete male il noiosissimo copione svolto altrove migliaia di volte. Ma ciò che delude di più è il finale: non un'impennata della narrazione; non una trovata che intrighi il lettore; nulla di nulla. Del resto i finali sono spesso tributari della qualità dell'intreccio, il quale in questa mediocre favoletta è opaco e prevedibile. Se solo avete qualcosa di meglio da fare, non leggetelo! Mario

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione