-15%
L' invitato - Massimiliano Alberti - copertina

L' invitato

Massimiliano Alberti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 18 gennaio 2018
Pagine: 218 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788868612511
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 3 persone

€ 11,90

€ 14,00
(-15%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' invitato

Massimiliano Alberti

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' invitato

Massimiliano Alberti

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' invitato

Massimiliano Alberti

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolenta Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo - vero protagonista del libro - e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell'autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile... del tutto Pop.
4,47
di 5
Totale 30
5
16
4
12
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Anna Maria

    14/07/2019 14:55:21

    "Le critiche sono libere e, lusinghiere o meno, indispensabili e fondamentali per ogni opera (cit.). Il libro racconta della "trasferta" di due amici da Trieste a Vienna, invitati dal terzo componente del "trio adolescenziale", per partecipare all'inaugurazione della sua galleria d'arte-pop. Il protagonista è Leo un ragazzo che ricorda la "versione cresciuta" di Giamburrasca, perché la maggior parte di quello che dice e fa, è a fin di bene ma, non si rende conto delle conseguenze. Le descrizioni dei luoghi sono concise ma molto accurate, sembra davvero di essere lì ad assistere in prima persona alle discussioni tra di loro. Anche se il libro è leggero e scorrevole, tocca argomenti importanti come: - l'opinione che si ha degli italiani all'estero (persone non troppo affidabili), - la facilità con cui vengono fatte le promesse ai bambini e puntualmente non mantenute; - la vita degli anziani negli ospizi; - l'omosessualità; - l'amore non corrisposto. Un libro che consiglio di leggere perché come ha scritto Alberto Panizzoli nella postfazione "Massimiliano Alberti....ha a disposizione solo il bianco della carta ed il nero della sua penna..." e concordo dicendo che è riuscito a creare dei personaggi che sono un'esplosione di colori che ti rimangono addosso. Anna Maria

  • User Icon

    Fexia

    14/05/2019 09:03:27

    L'INVITATO è un libro con diversi punti focali: gli intrecci amorosi, il lavoro e l'amicizia; essenzialmente, mi ha fatto capire cosa NON fare in questi tre ambiti! Il protagonista, fra mille peripezie, si ritrova sempre in situazioni "scomode" e, nonostante tutto, non molla fino alla fine; l'amore irraggiungibile, le amicizie costruite e distrutte in continuazione, un lavoro atto a mantenere un tenore di vita con luccicanti calici, che non soddisfa il proprio ego... Insomma, credetemi quando vi dico che non è il solito libro letto e riletto ed i pochi cliché presenti, sono ben piazzati. L'espressione "NONOSTANTE TUTTO" riassume la vita del protagonista e, se deciderete di leggere L'INVITATO, capirete perché! Per non cadere in anticipazioni, concludo dicendo che il libro mi è piaciuto!

  • User Icon

    Naomi Febi

    10/05/2019 12:46:29

    L'invitato racconta la storia di tre amici, Leo, Tom e Kevin, vista dal punto di vista dal primo da me citato. Questi tre moschettieri, definiti in tal modo da loro stessi, decidono di intraprendere un progetto insieme dopo essersi persi di vista per un po' di anni. Vogliono puntare tutto sulla Pop Art, aprire una galleria e provare a creare qualcosa di grande. Leo è stato il personaggio che mi ha colpito di più, forse grazie alla sua trasparenza, se così posso definire il suo modo di essere, anche se  volte la linea tra amore e odio si è assottigliata parecchio! Feste, bollicine, battutine, arte, amicizia e addirittura amore, creano la formula perfetta per rendere questo libro, degno di essere chiamato tale. Lo rileggerei? Assolutamente sì. Sicuramente è uno di quei romanzi che riesce a farti riflettere su tematiche importanti, ma è anche capace di strapparti un sorriso (ogni tanto!). Lo stile pulito, completo e ricco dell'autore, lo fanno avvicinare molto ad un classico, a tratti anche leggermente difficile da comprendere subito.

  • User Icon

    Asia Paglino

    27/04/2019 09:33:25

    Ho dato 3 stelle a questo romanzo perché il libro mi ha lasciata esattamente a metà tra lo stupito e il confuso. Da una parte mi sono trovata tra le mani un romanzo con uno stile narrativo differente dai libri presenti sul mercato ai giorni nostri, cosa che mi ha stupita, ma dall’altro lato, è come se il romanzo non avesse una vera e propria fine, un po’ come se si fosse voluto concludere il romanzo di punto in bianco, oppure lasciare una porta aperta per un seguito. Lo stile di scrittura si presenta con tante parti descrittive, alcune forse anche non funzionali alla storia stessa, descrizioni che però inquadrano le scene d’azione e, allo stesso tempo, le distanziandole una dall’altra a volte un po’ troppo. In sé la storia è carina, anche se si arriva alla fine del romanzo con l’impressione che la storia debba ancora iniziare o essere raccontata davvero.

  • User Icon

    @ylebooks

    09/04/2019 16:09:49

    L'INVITATO di Massimiliano Alberti @alberti_massimiliano RECENSIONE ⭐⭐⭐⭐/5 L'amicizia, che è il cardine della storia insieme alla PopArt, lega i tre uomini come lega tutte le situazioni appartenenti a questo mondo ricco di pregiudizi e stereotipi, basato sull’importanza dell’apparire piuttosto che dell'essere, del mostrare solo il lato esteriore e mai quello interiore. È una realtà disillusa e perfettamente in linea con i nostri tempi quella narrata dall'autore, il tutto intriso da un umorismo pungente che è la ciliegina sulla torta di questo romanzo. La prosa usata per la narrazione in prima persona è diretta, curata e mai stucchevole, a volte ricercata e con un tocco retrò. Senza ombra di dubbio il mio personaggio preferito tra i tre amici (Leonardo, Kevin e Tommaso) è Leo.... È un protagonista atipico, indossa la maschera di quello un po' cinico, antipatico, arrogante, menefreghista per poi passare le notti ad autoaccusarsi di ciò che ha combinato piangendo lacrime di coccodrillo. Non è certo il "classico" eroe buono o nulla di simile, ma è davvero impossibile non augurargli di realizzare il suo sogno proibito.

  • User Icon

    Libri al chiaro di luna

    27/03/2019 16:35:58

    La storia parla tre ragazzi di nome Tom, Kevin e Leo, conosciuti in tutto il paese per le loro scorribande ma come succede un po' a tutti i tre amici crescono e le loro strade si dividono, nonostante la grande amicizia che li unisce. Il protagonista di questo racconto è Leonardo, un ragazzo arrogante e molto svogliato infatti passa le giornate nel ozio in quanto è disoccupato e non ha alcuna intenzione di cercare un lavoro. Fortunatamente un giorno riceve una lettera dal suo caro amico Tom, che nel frattempo ha fatto successo, con su scritto che sia lui che Kevin sono invitati a Vienna per portare avanti la “Brothers Art Gallery”, una società specializzata in Pop Art. Entrambi accolgono immediatamente la proposta di Tom e in pochissimo tempo partono, destinazione Austria. A causa del protagonista le avventure non mancano e la santissima pazienza di tutte le persone che gli stanno attorno prima o poi termina facendolo finire in un turbinio di odio profondo da parte di quasi tutti, ma non è finita qui perché Leo si innamora perdutamente di Margarida (fidanzata di un membro del gruppo) ma, come previsto, il suo amore non viene corrisposto e lui cade in depressione. Il romanzo è scritto molto bene al punto che l’autore ti porta ad ammirare con compassione il protagonista che, nonostante tutto, è insopportabile. Ho ragionato diverse volte sulle risposte che Leo da agli amici e in pratica dice tutto ciò che il buon senso ci fa tacere, in pratica l'ho soprannominato "bocca della verità in persona" o quasi. I miei complimenti ad Alberti per il bel romanzo che ha scritto, ottima la forma e i contenuti anche perché sembra realistico. Ma lo ringrazio soprattutto per la bella figura che mi ha fatto fare con uno dei miei capi in quanto, ho scoperto da poco, appassionato di Pop Art quindi un motivo in più per leggere perché la cultura non è mai troppa.

  • User Icon

    Clere Books

    12/03/2019 12:32:44

    Quello che più mi piace di questo libro è il fatto che il protagonista non è l’eroe della storia. L’amicizia non è raccontata in modo fiabesco, anzi ci sono parecchie discussioni. E i dialoghi sono diretti e pungenti.

  • User Icon

    Books_in_wonderland88

    09/03/2019 19:57:24

    Considero il libro "L'invitato" dell'autore emergente Massimiliano Alberti un mix di sensazioni ed emozioni varie. Si passa dal serioso al divertente, dall' arrogante al sentimentale. Siamo nella Vienna dei giorni nostri. Tre personaggi principali, tre inseparabili amici e una galleria di pop-art da avviare, far conoscere e crescere . Tutti con caratteri diversi che li porta sempre a scontrarsi, ma nonostante ciò non riescono a separarsi e andare ognuno per la sua strada. Tom, il serio e severo, uomo in carriera, all'apparenza antipatico, ma per i suoi amici darebbe l'anima. Disposto a condividere tutto ciò che gli appartiene. Poi c'è Kevin che potrebbe sembrare l'anello più debole tra i tre , ma lotta con unghie e denti per ottenere ciò che più desidera [...] Poi c'è Lui, Leo, che devo ammettere è il mio personaggio preferito, anche se molte sue scelte non so se le condividerei. Appare come una persona arrogante, ma io preferisco definirlo deciso e sicuro. Un giornalista senza peli sulla lingua. Molto intelligente e con le idee ben chiare. Purtroppo la sua irruenza e "lingua lunga" lo porteranno ad essere tanto amato quanto odiato da chi entra in contatto con lui. Un testardo ma decisamente romantico, l'amore o forse meglio dire l'innamoramento è uno degli elementi chiave della storia . È proprio a causa della lingua biforcuta è della sua impulsività che Leo si caccerà spesso e volentieri nei guai, cosa ancora più grave trascinerà con sé i suoi amici. La scrittura è molto scorrevole, fresca e leggera. Un libro di quelli che quando lo finisco ti lascia un senso di vuoto dentro. Spero vivamente in un sequel dato che molte situazioni sono rimaste in sospeso. VOTO 10/10

  • User Icon

    alelovebooks

    09/03/2019 14:55:53

    •Giudizio: 3,75/5🌟 Massimiliano nel suo libro d'esordio ci narra la storia di tre giovani ragazzi alle prese con una nuova avventura all'insegna di Vienna e della Pop Art, sarà infatti insieme a Leo, Kevin e Tom che scopriremo la città e la sua arte. Il vero protagonista e narratore è proprio Leo un ragazzo arrogante e apparentemente antipatico che pian piano ci farà entrare nel suo mondo e nella sua vita, sarà grazie a lui che conosceremo tutti gli altri personaggi del libro e il loro mondo. Sarà infatti tra una serata e l'altra che conosceremo Kevin e Tom, ma anche tutti gli altri protagonisti, mai messi casualmente, che ci aiuteranno a capire meglio il difficile carattere di Leo. Stile di scrittura molto particolare e ricercato, perfetto per tutti i gusti, mai noioso e ricco di spunti di riflessioni. Altro punto a favore, la cura del libro, romanzo rifinito nei minimi dettagli e privo di sviste, si nota l'attento lavoro che è stato fatto. Anche la copertina mi ha colpita molto e la trama ha davvero del potenziale. Tutta la storia è ben strutturata e il messaggio lanciato mi ha colpito molto, l'unica cosa che sfortunatamente non mi ha fatto apprezzare a pieno la storia è stato proprio il protagonista, il suo carattere mi è sembrato a tratti insopportabile e mi ha fatto quasi odiare lui e i suoi amici per tutta la prima parte del libro. Non ho proprio digerito la loro arroganza e alcune battute o pregiudizi verso qualsiasi persona, i pregiudizi sfortunatamente sono molto presenti, infatti viene utilizzata ogni occasione per generalizzare e per provocare, cosa che io non ho molto gradito e che avrei evitato volentieri. Ma se la prima parte l'ho detestata, ho trovato la seconda molto più interessante e coinvolgente tanto da farmi divorare la seconda metà in un solo giorno e motivo per il quale mi sento di consigliare questa lettura. Sarà infatti proprio nella seconda parte che Leonardo si renderà conto degli errori commessi e inizierà il suo cambiamento.

  • User Icon

    valgosais@gmail.com

    09/03/2019 09:11:17

    Tre amici che si sopportano, si amano e si odiano. Un uomo alle prese con se stesso e alla ricerca di se stesso. Passione, introspezione, filosofia e arte: un libro che è tutto questo. Molto bello

  • User Icon

    Valeria De Robertis

    20/02/2019 18:24:54

    L' opera prima di Massimiliano Alberti è il brillante e sincero racconto autobiografico di Leonardo Belli, un giovane triestino che viene invitato dall'amico di sempre Tom a raggiungerlo nella lussuosa e variopinta Vienna, con l'incarico di collaborare alla gestione di una nuova galleria dedicata alla Pop Art. Il suo compito dovrebbe essere quello di scrivere delle recensioni, ma il suo carattere schietto si scontrerà sin da subito con l'ambiente circostante, provocando non pochi problemi all'ambizioso amico, che dovrà fare i conti con eccessi e situazioni decisamente imbarazzanti. A completare il trio, arriverà anche il timido Kevin, amico di vecchia data e compagno di mille avventure in quel di Trieste di entrambi. Riusciranno “i tre moschettieri" a concentrarsi sul progetto della galleria, senza perdersi in litri di bollicine, fiumi di parole e inaspettati colpi di fulmine? In un primo momento ho provato una leggera avversione verso il protagonista, ma proseguendo con la lettura l'opinione è mutata, perché ho appurato che sotto la corazza da impiastro affiora chiara l'mmagine di un inguaribile sognatore, di un cuore puro. Un personaggio fuori dagli schemi quindi, una sorta di “giovane Holden” dei nostri tempi, indisciplinato e genuino, che riflette su tutto, contrariato da un mondo imperniato sull'apparenza, più che sull'essenza. Lo stile di Massimiliano Alberti è decisamente ricercato, poetico, ricchissimo. Nonostante la trama decisamente goliardica, le grottesche vicende dei personaggi che girano intorno alla galleria si arricchiscono di un secondo livello più profondo, che tocca argomenti cruciali quali la solitudine, la malattia, la disabilità, la vecchiaia, la morte. Si respira un'atmosfera luccicante e al contempo amara, molto vicina a quella che si percepisce leggendo “Il grande Garsby” di Francis Scott Fitzgerald. Un esordio coi fiocchi quindi, per un autore che promette molto bene e che tornerà a far parlare di sé con il seguito de "L'invitato".

  • User Icon

    Marta

    26/01/2019 19:00:50

    Ho appena terminato di leggere ''L' invitato'', romanzo d'esordio di Massimiliano Alberti, edito Infinito Edizioni. La scelta dell'autore è molto originale, non capita molto spesso di leggere un libro la cui trama è legata alla Pop-Art. La storia è infatti quella di tre amici triestini: Leo, Tom e Kevin che a Vienna decidono di avviare il progetto di una galleria d'arte Pop Art, tra salotti costellati di personaggi altezzosi, scorribande ed amori. Un libro scritto con molta cura, ironico e allo stesso tempo malinconico, dotato di grande potenzialità narrativa, dallo stile ricercato ma dalla lettura piacevole e molto scorrevole. Ho trovato ottimi i dialoghi, ben costruiti e densi di numerosi spunti di riflessione. Il vero protagonista, Leo, è un personaggio che, nonostante si renda detestabile ed arrogante, ho apprezzato e ho fatto fatica ad abbandonare.

  • User Icon

    Alessia

    13/01/2019 18:29:05

    Ho amato e odiato questo libro, perché il protagonista Leonardo Belli non è esattamente il peototipo di persona con cui uscirei la sera, ma è sicuramente quello con cui non litigherei mai. Lo stile ed il linguaggio ricercati mi hanno fatto adorare la storia ed il libro mi ha messa a conoscenza della Pop Art. Stupendo: consigliato!

  • User Icon

    Giulia

    17/12/2018 16:34:45

    I libri che riesco ad apprezzare di più non sono quelli con una storia strabiliante ma quelli con grandi potenzialità narrative. Ho trovato questo romanzo uno di questi: facile da leggere ma complesso da digerire. L'autore, fin dalle prime pagine, delinea la personalità del protagonista (Leonardo Belli) in maniera impeccabile. Leo diventerà un amico per il lettore, mettendosi a nudo completamente e mostrando le proprie bruttezze e debolezze. Personalità molto forte, viene odiato dalla maggior parte di coloro che hanno a che fare con lui. Solo Kevin e Tom, i suoi due amici di sempre, riescono a cogliere la sua vera essenza. Ritrovatisi tutti insieme a Vienna, città lontana da Triste - la loro terra natìa - cercheranno con evidenti difficoltà di lavorare insieme per un progetto dedicato alla Pop Art. Tra amori, inganni, feste sfarzose e amicizie vecchie e nuove sono arrivata alla fine del racconto colma di curiosità.

  • User Icon

    Maria

    03/12/2018 17:54:55

    Bentornati con una nuova pubblicazione! Oggi volevo parlarvi di questo libro; “L’invitato” dell’autore emergente Massimiliano Alberti. Ciò che mi ha colpito particolarmente di questo libro é sicuramente l’ambientazione, Vienna, che fa da sfondo alla storia e che appare affascinante e coinvolge il lettore fino al profondo della propria anima. I protagonisti di questa storia sono tre ragazzi che dopo aver vissuto la loro adolescenza a Triste, grazie all’invito di Tom per una collaborazione di un progetto di una galleria d’arte dedicata all’arte Pop i tre amici si ritrovano catapultati in un’affascinante Vienna. I tre amici riescono ad incontrare durante il loro soggiorno personalità di spicco del mondo viennese che non amano particolarmente gli italiani. Tanto che Leo, vero protagonista della storia, si ritroverà in balia di questi attacchi poco velati, che lo porteranno ad una situazione di tensione. Ciò che ho riscontrato in questo romanzo é un saliscendi di emozioni, ci sono tutte le sfumature della realtà si passa dal sarcasmo ad una malinconia pressante. Ma non manca nemmeno l’amore, che permette di capire al lettore quanto tutti noi siamo in balia degli istanti e degli istinti. Amando l’arte ammetto di essere proprio stata abbracciata da questo libro che ha così tanto a cuore questo sfondo Pop. Le lettura è molto scorrevole e senza eccessi, giusta per un momento di pausa, si alterna la narrazione al dialogo non lasciando mai il lettore annoiato o senza la voglia di andare avanti. Assolutamente un romanzo consigliato per vivere un’esperienza unica nel suo genere

  • Ottimo lavoro da parte dell'autore che, nonostante sia al suo primo romanzo, ha dimostrato grandi capacità stilistiche e narrative. Un romanzo ironico, che a tratti mi ha ricordato una commedia francese, ma anche estremamente malinconico, sull'importanza dell'amicizia e sul trovare il proprio posto nel mondo. Lo consiglio vivamente ai lettori appassionati del genere. Io, personalmente, l'ho adorato!

  • User Icon

    Read is my life

    17/11/2018 11:35:12

    Questo racconto ci catapulta nel 2006 ,a Vienna che è attraversata dalla corrente della pop art. Il testo è molto scorrevole e non ci si annoia mai anche perché vi sono sempre vicende ironiche che non ti fanno abbandonare la lettura. Eccezionale il fatto che durante la lettura possiamo incontrare diversi personaggi che a modo loro lasciano traccia nella storia e danno una marcia in più. Questa è una storia diversa dalle solite ed ha un non so che ,che ti spinge a leggere il romanzo fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    Federica

    17/11/2018 10:11:16

    La storia è molto bella, non banale; la profonda amicizia tra Leo, Kevin e Tom è evidenziata dai loro dialoghi e dal loro particolare stile di vita. I tre amici partiti da Trieste si ritrovano, dopo alcuni anni di lontananza, coinvolti nel progetto di una galleria di Pop art a Vienna, città in cui vivranno anche svariate vicissitudini amorose. Nel libro traspare potentemente da ogni singola parola la cura e la passione che l'autore ha impiegato nella stesura del libro....forse azzardo il paragone, ma sembra quasi che l'autore abbia dato vita ad un'opera d'arte della biennale di Venezia rendendola chiara divertente e fruibile a tutti. Consigliato?... assolutamente SÌ!!!

  • User Icon

    Patrizia La Terra

    14/11/2018 17:58:08

    Una bella storia moderna ambientata nella città classica per eccellenza, Vienna. Il protagonista nonché voce narrante non si fa voler bene né dal lettore né dagli altri personaggi del libro, però è sincero e senza filtri. Il romanzo è scritto benissimo e la trama è molto ben sviluppata.

  • User Icon

    Valentina

    06/10/2018 20:17:56

    È scritto in maniera impeccabile, il linguaggio è molto ricercato e azzeccato per i personaggi descritti. Ho prestato molta attenzione ad ogni frase perché non ho mai letto di un protagonista così egocentrico e facilmente detestabile. Ma a pensarci bene,non è che gli altri personaggi siano molto meglio,anzi, alla fine non sapevo per chi provare più antipatia. Ed è proprio questo che rende il libro un romanzo unico del suo genere. Leo, per quanto impertinente,pieno di sé, arrogante e maleducato, si farà apprezzare dal lettore. Le sue figuracce e le sue malefatte faranno sorridere e faranno provare in parte un senso di rivalsa, perché diciamocelo,quei ricconi convinti di essere "chi sa chi",se lo sono meritato uno come Leo. Punto in più per me, sono gli accenni seppur marginali a Trieste,la mia città. Ho apprezzato molto anche le descrizioni minuziose di alcuni posti di Vienna, città meravigliosa.

Vedi tutte le 30 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali