E io continuo a camminare con gli ultimi - Andrea Gallo,Federico Traversa - copertina
Salvato in 3 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
E io continuo a camminare con gli ultimi
5,20 € 14,00 €
LIBRO USATO
Venditore: Libro di Faccia
-63% 14,00 € 5,20 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 5,30 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
5,20 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
IlLibroRaro Srls
11,99 € + 4,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libro di Faccia
5,20 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
IlLibroRaro Srls
11,99 € + 4,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
E io continuo a camminare con gli ultimi - Andrea Gallo,Federico Traversa - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Libertà, autodeterminazione dei popoli, uguaglianza, droga, immigrazione e lotta al capitalismo selvaggio. Sono queste le tematiche che ancora una volta torna ad affrontare don Andrea Gallo, il prete da marciapiede, l'uomo che da quasi mezzo secolo dedica la propria vita agli ultimi, ai diseredati, ai poveri, a tutti coloro che stanno in fondo alla fila. Amico di Manu Chao, Vasco Rossi e tanti altri artisti che remano in direzione ostinata e contraria, il Gallo come lo chiamano i ragazzi della sua Comunità è sempre più un punto di riferimento per tutti coloro che credono nella libertà, nella democrazia e nell'altruismo. Con il suo stile diretto, fatto d'amore e ironia tagliente, il Gallo - come lo chiamano i ragazzi della sua comunità - torna a raccontarci frammenti della sua storia, una storia sempre in bilico fra fede cristiana e vicoli, situazioni al limite e un'incrollabile voglia di tendere la mano a chi non riesce più a rialzarsi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2007
144 p., ill. , Brossura
9788889966105

La recensione di IBS

Don Gallo torna a parlarci senza peli sulla lingua del suo credo angelicamente anarchico, grazie alla penna di Federico Traversa. L'uomo - spiega Don Gallo - possiede in sè una energia vitale innata che è la capacità di scegliere tra il Bene e il Male. Il sacro consiste in questo grande dono che l'uomo ha ricevuto da Dio. Se lo si esercitasse responsabilmente, con coerenza e coscienza, tenderemmo tutti naturalmente alla realizzazione del bene comune.Ma come? Qual è la strada per costruire un ordine naturale e spontaneo che permetta l'espressione più compiuta dell'Uomo, come individuo e membro di una collettività? La risposta si chiama etica della responsabilità.
Parole semplici e vibranti che da sole demistificano tutte le etichette che in questi anni sono state affibbiate a Don Gallo per circoscrivere la portata del suo impegno, censurare le sue idee più irriverenti, mistificare le sue opere insinuando l'ombra dell'edonismo, della demagogia o del vacuo anticonformismo.Don Gallo punta il dito e al contempo indica la soluzione. La verità è di tutti. Di tutti coloro che ricercano responsabilmente. Prendersi la responsabilità di ciò che succede, svegliarsi dal torpore della coscienza, innalzare il proprio sistema di valori, tendere all'unità con Dio, all'integrità, è il segreto dei segreti. Il Popolo deve prendere coscienza della falsità del sistema neo-liberista, del conformismo dei media, dell'oltraggio perpetrato da chi pensa di poter mercificare e ridurre a oggetto di scambio anche la natura e l'ambiente.Il vero cristiano è chi aborre il dogmatismo e la superstizione, chi demistifica le logiche e la retorica della guerra, chi celebra la libertà e l'uguaglianza, chi perdona e si perdona, perché debito interno e debito esterno sono la stessa cosa, perché il povero, il diseredato l'emarginato, la puttana, il tossico sono una faccia dell'uomo che esiste perché noi tutti ne siamo responsabili. Il peccato originale è credere che il mondo sia la causa invece che l'effetto della nostra creazione. E' credere che la realtà sia quella percepita dai nostri occhi fisici, smettere di sentirsi una cosa sola con il Creatore "e allora gli occhi di entrambi si aprirono e videro che erano nudi".

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Andrea Gallo

1928, Genova

Studia dai salesiani di don Bosco e nel 1948 entra nel loro noviziato, conclude poi gli studi liceali e universitari a Roma. Per un anno, nel 1953, è missionario in Brasile dove studia teologia, proseguendone poi gli studi a Ivrea. Viene ordinato sacerdote nel 1959. Nel 1960 diventa cappellano nel riformatorio genovese della nave scuola della Garaventa. Spostato da quella funzione, diventa viceparroco della Chiesa del Carmine nel 1965, carica da cui è rimosso nel 1970. Viene mandato a Capraia ma rinuncia alla "promozione" e viene accolto dal parroco di San Benedetto al Porto, don Federico Rebora e qui dà vita alla Comunità di San Benedetto al Porto. Appoggia tutti i movimenti pacifisti e per i diritti civili e umani di italiani e migranti.Don...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore