Is Shakespeare Dead?

Is Shakespeare Dead?

Mark Twain

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
  • EAN: 9788892517523

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scattered here and there through the stacks of unpublished manuscript which constitute this formidable Autobiography and Diary of mine, certain chapters will in some distant future be found which deal with “Claimants”—claimants historically notorious: Satan, Claimant; the Golden Calf, Claimant; the Veiled Prophet of Khorassan, Claimant; Louis XVII., Claimant; William Shakespeare, Claimant; Arthur Orton, Claimant; Mary Baker G. Eddy, Claimant—and the rest of them. Eminent Claimants, successful Claimants, defeated Claimants, royal Claimants, pleb Claimants, showy Claimants, shabby Claimants, revered Claimants, despised Claimants, twinkle starlike here and there and yonder through the mists of history and legend and tradition—and oh, all the darling tribe are clothed in mystery and romance, and we read about them with deep interest and discuss them with loving sympathy or with rancorous resentment, according to which side we hitch ourselves to. It has always been so with the human race. There was never a Claimant that couldn’t get a hearing, nor one that couldn’t accumulate a rapturous following, no matter how flimsy and apparently unauthentic his claim might be.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Mark Twain Cover

    Samuel Langhorne Clemens VITA SUL MISSISSIPPI. Trascorse i primi anni della sua vita a Hannibal, sulle rive del Mississippi, che tanta parte riveste nell’immaginario americano e che tanto rappresentò nell’esistenza e nell’arte dello stesso Twain. Dopo un primo brusco ingresso nel mondo del lavoro come tipografo dodicenne, fu apprendista pilota lungo il fiume sul battello «Alex Scott», (1857-61) e dal linguaggio del fiume derivò il proprio pseudonimo («mark twain», cioè «marca due», è un’espressione gergale per segnalare che la profondità dell’acqua è di due braccia). A questa prima tra le sue molte esperienze vissute fino in fondo seguì una breve parentesi militare all’inizio... Approfondisci
Note legali