Categorie
Collana: Best BUR
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788817067911
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ant

    11/11/2013 20.55.30

    E' una storia molto bella,che prende spunto da episodi realmente accaduti nel 1968, Veltroni sa reinterpretare gli avvenimenti rendendo tutto molto favolistico e sognante. La trama: nell'estate del 1968 tre ragazzi riminesi felicemente realizzati negli studi, tutti laureati col massimo dei voti, decidono di dare sfogo alle loro fantasie e pensano di creare un luogo dove poter permettere a tutti di esprimere il proprio estro artistico di qualsiasi genere. Queste idee si condensano e poi si materializzano nella creazione di una piattaforma al largo di Rimini, per poter attuare il tutto c'è bisogno innanzitutto di fondi e a dare una mano decisiva alla realizzazione dell'opera sarà il padre di Giulio, uno dei protagonisti del romanzo, insieme a Laura, Giacomo,Elisa, Alfonso etc. Il progetto fu compiuto, dopo mille peripezie e insinuazioni di ogni tipo, appena oltre il limite delle acque territoriali e la piattaforma venne battezzata "L'isola delle rose" ,"Insulo de la rozoj " x l'esattezza sì perché come lingua ufficiale di questo posto fu scelto l'esperanto. Bravo Veltroni a combinare bene i sogni, le fantasie, le aspettative e tutte le faccende personali, soprattutto sentimentali, dei ragazzi con quello che succedeva in quegli anni non solo in Italia , ma nel mondo. Un bel mix di digressioni di tutti i tipi si trovano in questo libro, con la voglia e l'ansia di vedere realizzato un sogno così avveniristico e suggestivo. Particolare (Ps: in realtà nel 68 l'isola delle rose venne realizzata da un imprenditore molto scaltro che magari voleva sfruttare l'extraterritorialità per motivi fiscali etc

  • User Icon

    DODO

    11/01/2013 18.37.15

    Sarò perchè sono di Rimini, sarà perchè appartegno alla classe dei sognatori del 68, sarà perchè Walter l'ho sempe ammirato, anche nei suoi errori politici, ma il libro, che l'ho finito di leggere ieri sera, è uno dei pochi che mi attirava e che non vedevo l'ora di riprenderlo. Grande Walter !!!( mi permettimi la confidenza) DODO

  • User Icon

    paola

    08/12/2012 23.17.57

    libro scritto bene anche se a tratti noioso e poco coinvolgente

  • User Icon

    gabriella fossi

    28/11/2012 10.55.52

    Non mi è piaciuto l'ho trovato noiosissimo.

  • User Icon

    Corra

    07/10/2012 18.37.14

    Chiudi il libro con una gran voglia di andare a Rimini, sederti sul bagnasciuga e scrutare l'orizzonte in cerca dell'isola che non c'è. Gran bella storia, raccontata davvero bene, ci si affeziona ai ragazzi, a tutti e ci si rammarica per un'autorità che povera di idee, si avvale di cavilli e muscoli.

  • User Icon

    LAURETTA

    02/10/2012 12.17.59

    Io invece l'ho trovato molto bello, mi ha emozionato soprattutto perchè è stato capace di tradurre in scrittura la forza e la poesia di Rimini e della sua gente ...un romanzo intenso, profondo che ha portato a galla anche sentimenti semplici ma importanti ...l'amicizia, la cultura, l'amore per la terra... non avevo letto nulla di Veltroni e sinceramente sono rimasta piacevolmente sorpresa

  • User Icon

    Mariagrazia

    28/09/2012 20.37.29

    mi è piaciuta molto l'idea, l'utopia tipica di quegli anni, mi è piaciuta anche l'immagine di Rimini meno lo svolgimento, l'intreccio di passioni e desideri, la definizione dei personaggi.La scrittura è fluida e fruibile ma forse all'autore gioca un brutto scherzo la nostalgia per la propria giovinezza.

  • User Icon

    gasalbe

    26/09/2012 17.53.41

    No, proprio non ci siamo.Delusione solenne. Peccato per i miei soldi ed il mio tempo mal spesi.

  • User Icon

    checco

    09/09/2012 09.22.00

    come sempre grande veltroni.un libro magnifico,commovente,sincero.si lascia leggere e ti fa sognare e soprattutto ti fa ricordare tante cose.lo consiglio.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione