L' ispettore Lavardin di Claude Chabrol - DVD

L' ispettore Lavardin

L' inspecteur Lavardin

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: L' inspecteur Lavardin
Paese: Francia
Anno: 1986
Supporto: DVD
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 6,20 €)

Lavardin va in Bretagna per indagare sull'assassinio di uno scrittore cattolico, trovato morto, e nudo, sulla spiaggia. La sua figliastra quattordicenne gli fornisce la pista giusta.
  • Produzione: P.F.A. Films, 2012
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: foto; trailers; filmografie; presentazione
  • Claude Chabrol Cover

    "Regista, sceneggiatore e produttore francese. Appassionato di letteratura poliziesca fin dall’infanzia trascorsa nella provincia francese, ancora studente alla facoltà di lettere collabora ai «Cahiers du Cinéma» insieme a A. Bazin, J.-L. Godard, F. Truffaut e E. Rohmer con il quale, nel 1957, scrive a quattro mani un saggio su A. Hitchcock di cui entrambi sono entusiasti ammiratori. Nel 1958 sceneggia, dirige e produce (grazie a un’eredità ricevuta dalla moglie, l’attrice S. Audran) Le beau Serge (1959), intenso melodramma dalle atmosfere poliziesche, preciso e puntuale nella descrizione dell’ambiente sociale e ricco di notazioni psicologiche, che viene premiato al Festival di Locarno ed è spesso citato come capostipite della futura Nouvelle vague. Il successivo I cugini (1959) mostra ancora... Approfondisci
  • Jean Poiret Cover

    Attore e scrittore francese. Interprete di oltre cinquanta film, nella sua lunga carriera (la prima apparizione sullo schermo è del 1956, l’ultima del 1992) lavora in pellicole di genere diverso spaziando dal comico al poliziesco, dalla commedia al film drammatico sotto la direzione di registi importanti come F. Truffaut, C. Chabrol, J.-P. Mocky, P. Granier-Deferre. Voce e volto di personaggi sempre fortemente caratterizzati, anche se a volte secondari, esprime al meglio la sua abilità d’attore interpretando la figura del duro e cinico ispettore Lavardin in due film diretti da Chabrol, Una morte di troppo (1985) e L’ispettore Lavardin (1986). Ottiene un grande successo internazionale come autore della commedia teatrale La cage aux folles, divenuta sullo schermo Il vizietto (1978) nella riduzione... Approfondisci
  • Jean Claude Brialy Cover

    Attore francese. Brillante studente d'arte drammatica, fascinoso, sguardo ispirato, ha immediato successo a teatro ed esordisce sul grande schermo nel 1956 in L'ami de la famille di J. Pinoteau. Sono gli anni della Nouvelle vague e dei suoi autori che fanno di B. uno dei prediletti attori-feticcio. È soprattutto C. Chabrol a valorizzarlo agli inizi con Le beau Serge (1959) e I cugini (1959). In seguito recita in La donna è donna (1961) di J.-L. Godard, La sposa in nero (1968) di F. Truffaut, Il ginocchio di Claire (1970) di E. Rohmer e Il fantasma della libertà (1974) di L. Buñuel. Molto apprezzato anche in Italia, si segnala in La notte brava (1959) di M. Bolognini, La banda Casaroli (1962) di F. Vancini e Il mondo nuovo (1982) di E. Scola, che lo richiama, invecchiato ma sempre incisivo... Approfondisci
  • Bernadette Lafont Cover

    Attrice francese. Dopo gli studi di danza classica esordisce appena diciannovenne nel provocante ruolo di ragazzina inquieta in L’età difficile (1957) di F. Truffaut. Bruna, esile, sbarazzina e dotata di una certa sensualità, diviene in breve uno dei volti «simbolo» della Nouvelle vague. La si ricorda amante del protagonista nel melodrammatico Le beau Serge (1959), commessa in cerca d’avventure erotiche in Donne facili (1959) di C. Chabrol, cameriera sfruttata sessualmente che decide di riscattarsi vendicandosi nel dissacrante e femminista Alla bella Serafina piaceva fare l’amore sera e mattina (1969) di N. Kaplan, assassina oggetto degli studi di un criminologo nel drammatico Mica scema la ragazza! (1972) di F. Truffaut, matura amante in La maman et la putain (1973) di J. Eustache. Dopo il... Approfondisci
Note legali