Categorie

€ 12,73

€ 14,98

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LoSt

    24/08/2009 15.30.31

    Allora, prima di tutto vorrei sottolineare la stranezza del fatto che i voti medi siano o 1/5 o 5/5, senza vie di mezzo... questo indica che nessuno è stato in grado di commentare in modo obiettivo il testo, a causa del suo autore, il famigerato "UOMO NERO" Silvio Berlusconi, Premier ELETTO DEMOCRATICAMENTE dal popolo. Infatti, uno di destra lo esalterà come il miglior libro al mondo, mentre uno di sinistra lo attaccherà come il peggiore, a prescindere, ancora prima di leggere la prima pagina. Io (e non dico il mio orientamento politico!) ho trovato il testo interessante, e mi è piaciuto leggerlo, anche se, talvolta, è un po' intriso di retorica da campagna elettorale, che NON HA COLORE POLITICO, tanto a destra, quanto a sinistra! La ragione del mio apprezzamento è soprattutto dovuta al fatto che questa raccolta di discorsi rappresenta, nel bene e nel male, una parte della storia politica del nostro paese... cioè: qui Berlusconi ci dice con chiarezza quali siano state le ragione della sua discesa in campo e le linee di quello che sarebbe stato in suo agire fin dagli esordi (1994), da cui poi è conseguito, solo grazie a Forza Italia, il ricollocamento della destra MODERNA al centro dell'arena politica... e il fatto che Berlusconi e la sua squadra siano ancora al Governo, credo che rappresenti la conferma migliore di tutto ciò! Ripeto, questo testo raccoglie una parte della storia della seconda repubblica, poiché Berlusconi ci dà un ragguaglio di quelle motivazioni che l'hanno spinto ad entrare in politica e che hanno contribuito in maniera determinante a sdoganare la destra da decenni d'immobilità. Se l'Italia oggi può compiere una scelta, tra una destra e una sinistra di rilievo, in grado di fare la differenza, lo può fare grazie a Berlusconi. Per queste ragioni gli do un 4/5, poiché storicamente è interessante, ma, come ho già detto, talvolta la retorica stona un po'.

  • User Icon

    Alessio

    27/02/2009 10.53.34

    Il libro più bello ke abbia mai letto in vita mia... discorsi entusiasti, appassionati, davvero commoventi. Viva la LIBERTA'

  • User Icon

    Raffaele

    13/07/2007 13.48.18

    Un libro stupendo...come l'autore...e sinceramente leggendolo ho avuto i brividi...perchè non sentivo queste affermazione da secoli e secoli di storia...

  • User Icon

    VINCENZO

    02/11/2006 22.37.37

    IL LIBRO E' FANTASTICO SCRITTO DA UN VERO UOMO IN GRADO DI SAPER DIFFERENZIARE IL BENE DAL MALE NELLA SOCIETA' UMANA. OGGI DOVREMO UN PO' SPINGERCI AVANTI GUARDANDO IL FUTURO PER RISOLVERE PROBLEMI CHE SONO UN DATO DI FATTO MA CHE SPESSO DIMENTICHIAMO PERCHE PRESI DA ALTRI PROBLEMI.IL LEIT MOTIV E' LA REALTA' CHE CI CIRCONDA LAVORO,ECONOMIA,POTERE FORSE UN PO' TROPPO COERCITIVO MA SIAMO NOI A LA FORZA NOI CITTADINI DEMOCRATICI.BASTA CON LE MENZOGNE.

  • User Icon

    Paolo

    30/03/2006 19.43.24

    lasciando stare che il libro mi è piaciuto moltissimo, mi chiedo solo se tutti quelli che hanno votato 1/5 hanno davvero letto il libro, oppure hanno dato un voto basso solo perchè hanno i odio il presidente Berlusconi e non cercano altro che l'occasione per colpirlo. comunque credo già di sapere la risposta...ma non è questo il luogo per far politica.

  • User Icon

    franesco

    24/06/2005 10.49.58

    ...ma siamo impazziti!!??!! Ma chi è l'editore che può mettere in giro libri del genere!?! ...ah, è lui stesso...

  • User Icon

    Previtius

    09/05/2005 17.43.20

    A dstanza di 5 anni fa abbastanza sensazione. Un delirio, ma gl'Italiani hanno digerito ben altro

  • User Icon

    Lupocattivo

    05/11/2004 20.33.32

    Maxime è un buon corso di politica pratica non solo di parole sibilline da massoneria. Originalità del pensiero del Nostro. La sua intelligenza traluce dalla aurea mediocritas con cui il dialogo politico, questa bestia amorfa di cui si divisero le carni solo i perfetti petulanti con la tessera nel taschino, si apre all'essoterica sapienza di un pubblico più vasto. Un Gutenberg della politica, che non sbaglia un congiuntivo. Per ogni zoon politikón di questa waste land ch'è l'Italia, sempre che non ritenga a priori di possedere la ragione e la verità assolute (nonché la tolleranza che tollera solo idee in linea alla propria visione). Che poi S. sia massone è un'altra storia...

  • User Icon

    Archibald

    26/08/2004 11.47.53

    E' strano come voi italiani elettori di S.B. (e non di un partito) facciate presto a dare del comunista a chi non condivide le vostre opinioni. Visto che c'è chi tra di voi chi si ritiene detentore della cultura, chieda a Sartori il quale non condivide le Vision di S.B., se si ritiene comunista....

  • User Icon

    Symon

    07/05/2004 17.25.05

    E' STUPENDO come colui che lo ha scritto!! Lo consiglio a tutti coloro che capiscono qualcosa di politica (quindi no ai comunisti e socialisti), e sollecito a comprarlo numerosi. Proprio un bel libro!!! Un assiduo lettore!

  • User Icon

    Giacomo

    23/02/2004 17.43.14

    Un volume assolutamente da acquistare per rendersi conto dell'assoluta inconsistenza politica di questo individuo. Un raffazzonato pasticcio di favole e marketing, dal sapore di uno spot.

  • User Icon

    Fabio Massimo

    04/11/2003 20.42.42

    Un ottimo libro per chi di politica ci capisce qualcosa...sicuramente qualche comunistello potrà non capirci niente e scambiarlo per una lettura di poco conto...ma la cultura non è di tutti...

  • User Icon

    Francesco

    29/10/2003 03.44.33

    Un gradissimo libro. In cui l'eccezzionale comico Silvio Berlusconi delinea l'audace storia di un gerarchetto di provincia che compra televisoni e giornali fino a farsi eleggere premier. La storia è chiaramente fantastica, ma il personaggio principale è geniale nella sua assurdità, capace di battute di puro spirito. Tra i momenti più alti di tale testo ricordiamo le sue battute, come "Mussolini era un duce buono, mandava i suoi contestatori in vacanza" oppure "I giudici? Bisogna essere malati di mente per fare quel lavoro" ma la più bella resta il suo tormentone "Caro ragazzo e ragazza del 2000, quello che vi prometto..." Il libro si articola in una successione di monologi divertentissimi di comicita surreale. Davvero complimenti.Speriamo di vederlo presto a teatro.

  • User Icon

    Francesca

    02/05/2003 18.56.22

    Gli si dà uno solo perché gli organizzatori del sito non hanno previsto né lo zero, né i voti negativi. In una speciale classifica dei libri involontariamente comici meriterebbe però un voto altissimo.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione