Jazz Composers Workshop - Vinile LP di Charles Mingus

Jazz Composers Workshop

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Charles Mingus
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Wax Time
Data di pubblicazione: 19 gennaio 2015
  • EAN: 8436542017305

€ 15,90

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,90 €)

A metà degli anni Cinquanta, Charles Mingus aveva creato la sua casa editrice per tutelare e documentare il suo crescente repertorio di musica originale. Nel 1954 aveva inoltre fondato il “Jazz Composer Workshop”, gruppo che ha prodotto quattro album da 10 pollici, due per la Savoy e due per la Period. Uno di quelli per la Savoy (MG-15055) uscì sotto il nome del pianista Wally Cirillo, mentre l’altro, intitolato “The Moods of Mingus” (MG-15050) rappresenta il secondo album pubblicato da Mingus a suo nome. Un anno dopo è stato ripubblicato come LP da 12 pollici col titolo “Jazz Composer Workshop” (MG-12059), combinando le registrazioni di Mingus da entrambi i dischi da 10 pollici. Come bonus di questa nuova edizione è stata aggiunta una traccia, “Body And Soul”, tratta dalle stesse sessioni ma non inclusa nell’LP originale.
Disco 1
1
Purple Heart (Charles Mingus) 5.36
2
Gregarian Chant (Charles Mingus) 2.51
3
Eulogy For Rudy Williams (Charles Mingus) 6.22
4
Tea For Two (Vincent Youmans-Irving Caesar) 6.19
5
Smog L.A. (Wally Cirillo) 3.10
6
Level Seven (Wally Cirillo) 4.15
7
Transeason [Aka Transocean] (Wally Cirillo) 4.19
8
Rose Geranium (Wally Cirillo)4.09
9
Getting Together (Charles Mingus) 4.41
10
Body And Soul (Edward Heyman-Robert Sour-Frank Eyton-Johnny
  • Charles Mingus Cover

    Contrabbassista e compositore statunitense di jazz. Strumentista di eccezionale tecnica e talento, esordì con Louis Armstrong (1941-43), suonando poi nelle orchestre di Lionel Hampton (1946-48) e Duke Ellington (1953), accanto a Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Bud Powell e Max Roach (concerto di Toronto, 1953) e quindi in proprio. La sua musica, caratterizzata da un pregnante contrasto di violenze e dolcezze, partiva da reminiscenze liriche di Ellington e da una originale utilizzazione del gospel e del blues; pervenne in lavori di ampio respiro come Pithecanthropus Erectus (1956) e The Black Saint and the Sinner Lady (suite per balletto, 1963) a esprimere, in chiave esistenziale, la tensione fra bianchi e neri. Dotato di straordinarie doti «catalizzatrici», M. fu l'animatore di piccoli gruppi... Approfondisci
Note legali