John Rambo (DVD) di Sylvester Stallone - DVD

John Rambo (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno: 2008
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 11,49

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 2,00 €)

John Rambo non è più tornato a casa. L'ex reduce del Vietnam vive al confine tra la Tailandia e la Birmania e risale il fiume Salween per cacciare serpenti velenosi. L'ozio catartico del guerriero è turbato da un gruppo di missionari laici, guidati dalla bionda e idealista Sarah Miller, che vorrebbe raggiungere e soccorrere alcuni villaggi birmani vessati da un sadico regime militare. La missione di pace verrà duramente interrotta dai soldati di Burma. Messo insieme un esercito di mercenari, Rambo e compagni si imbarcheranno in un'impresa (apparentemente) suicida.
4,2
di 5
Totale 5
5
2
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    tommaso

    08/11/2012 16:06:39

    A Stallone sono sinceramente affezzionato, si può dire che tutta la mia vita mi ha intrattenuto con i suoi film, ne apprezzo la voglia di rischiare di mettersi sempre in gioco di avere delle idee..certo non lo stimo quando assume sostanze dopanti o fà filmacci..questo è un buon film sicuramente meglio del suo antagonista rocky balboa,certo ormai siamo agli sgoccioli ma in questo caso il vecchio sylvester è da applaudire ed ammirare.

  • User Icon

    Simone

    21/03/2009 19:56:42

    Il ritorno di un grande mito per me, pieno di carica ancor più che mai, sempre più forte, sempre più violento, sempre più sicuro di sè stesso. Stallone con tutti i sui capitoli di rambo, mi resterà per sempre nell'animo perchè mi sono sempre riconosciuto, anche se non del tutto in questo personaggio. Mi è piaciuto veramente perchè ha saputo dare una reale spiegazione della guerra in Birmania, i minuti del film sembravano,trascorrere velocissimamente ed ero devastato dall'adrenalina, soprattutto quando è andato a liberare i suoi compagni catturati dai vietnamiti e delle freccie esplosive, fucili e mitraglie che non finirono più di sparare pallotole.Ma sto ancora riflettendo su una domanda che lui stesso si è posto e che probabilmente non riuscirò mai ad avere una risposta: E' meglio vivere per niente o muorire per qualcosa?

  • User Icon

    Stefano

    22/12/2008 07:32:35

    Bel film. Tanta violenza ed effetti speciali, ma che comunque estrae dal cilindro e ci fa conoscere un tragico conflitto che sfugge alla maggior parte di noi occidentali.

  • User Icon

    marco t.

    14/09/2008 11:55:54

    Sorprendente ritorno della "macchina da guerra" più famosa della storia del cinema ed è un ritorno col botto. In tanti certamente avranno storto il naso all'uscita del film, nessuno sentiva il bisogno di un'altra avventura di Rambo. Ma Stallone spiazza tutti e imbastisce un robusto film di guerra, diretto splendidamente e che colpisce duro allo stomaco. Era dai tempi del soldato Ryan di Spielberg che non venivano mostrate scene di guerra tanto cruente e realistiche.Ma la violenza mostrata(e sta qui la principale differenza con il secondo e il terzo capitolo della saga, così come con la maggior parte dei film d'azione odierni) non è buttata lì per fare spettacolo. E' palese l'intenzione di Stallone di mostrare senza mezzi termini cosa succede ai corpi degli esseri umani quando sono martoriati da scariche di mitra, o quando vengono spappolati dalle mine antiuomo. In questo film, a differenza dei precedenti due, le esplosioni e le sparatorie non esaltano, ma fanno accapponare la pelle. Rambo non è più l'eroe senza macchia che combatte per la giustizia e la libertà e per il quale tutti in sala facevamo il tifo. John Rambo è un fantasma, un cupo guerriero appesantito dagli anni, solo e dimenticato da tutti, che si rende conto che la sua unica vera natura è quella del killer, della perfetta macchina di sterminio. Rambo è in questo film una figura angosciante, un cavaliere nero che porta morte e distruzione. Stallone accompagna dunque definitivamente sul viale del tramonto il personaggio che lo ha reso celebre insieme a Rocky e lo fa quasi in punta di piedi, confezionando però un ottimo film,sicuramente il migliore della saga dopo il primo( al quale si "riallaccia" nella scena finale) e ingiustamente snobbato dal grande pubblico.Unica pecca: la durata, finisce veramente troppo presto. In ogni caso un film da non perdere.

  • User Icon

    dolans

    06/07/2008 11:37:02

    film boicottato all'uscita.. solite frasi soliti commenti( Stallone 60 anni fa il rambo troppo vecchio troppo brutto ecc ecc uno dei film più struggenti degli ultimi tempi.. violenza mostrata con un realismo perfetto effetti speciali sorprendenti... e uno Sly ancora in forma(premetto non e mai stato un attore) in ogni caso personalmente il film mi e piaciuto davvero tanto specie il finale.. che con un sorriso sornione Rambo torna a casa....consigliato ai fan e chiaro ma la pellicola contiene una drammaticità e una colonna sonora invidiabile... avrebbe meritato maggior fortuna... da paragonare benissimo(pecca la scarsa durata ma e cosi che deve essere)con platoon ryan e altri film di genere. complimenti Stallone sai come si fa una regia.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Iif Home Video, 2008
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Lingua sottotitoli: Italiano per i non udenti
  • Sylvester Stallone Cover

    Propr. Michael S. Enzo S., attore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo un'apparizione in Il dittatore dello stato libero di Bananas (1971) di W. Allen, raggiunge la notorietà a livello mondiale negli anni '70 e '80 nei panni del pugile Rocky Balboa e in quelli dell'ex marine Rambo, protagonisti rispettivamente di cinque e di tre film. Rocky (1976) di J.G. Avildsen, capostipite della serie, lo consacra con l'Oscar per il miglior film. Subito dopo inanella una lunga serie di successi al botteghino tra cui: Nick lo scatenato (1984) di B. Clark, Tango & Cash (1987) di A. Konc?alovskij, Cliffhanger - L'ultima sfida (1993) di R. Harlin, Demolition Man (1993) di M. Brambilla, Cop Land (1997) di J.?Mangold e La vendetta di Carter (2001) di S. Kay, nei quali ripropone quasi sempre la stessa... Approfondisci
  • Sylvester Stallone Cover

    Propr. Michael S. Enzo S., attore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo un'apparizione in Il dittatore dello stato libero di Bananas (1971) di W. Allen, raggiunge la notorietà a livello mondiale negli anni '70 e '80 nei panni del pugile Rocky Balboa e in quelli dell'ex marine Rambo, protagonisti rispettivamente di cinque e di tre film. Rocky (1976) di J.G. Avildsen, capostipite della serie, lo consacra con l'Oscar per il miglior film. Subito dopo inanella una lunga serie di successi al botteghino tra cui: Nick lo scatenato (1984) di B. Clark, Tango & Cash (1987) di A. Konc?alovskij, Cliffhanger - L'ultima sfida (1993) di R. Harlin, Demolition Man (1993) di M. Brambilla, Cop Land (1997) di J.?Mangold e La vendetta di Carter (2001) di S. Kay, nei quali ripropone quasi sempre la stessa... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali