Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Just a gigolò - Andrea D'Urso - copertina

Just a gigolò

Andrea D'Urso

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Collana: Dal mondo
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 7 maggio 2014
Pagine: 166 p., Brossura
  • EAN: 9788866324812
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Just a gigolò

Andrea D'Urso

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Just a gigolò

Andrea D'Urso

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Just a gigolò

Andrea D'Urso

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 15,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Incentrato sulla figura di Pino, ex atleta che prostituendosi trova l'escamotage per condurre una vita agiata, "Just a gigolò2 si presenta come una successione di tessere in cui vengono tratteggiati gli incontri con le facoltose (ma non sempre) donne che pagano per qualche ora di piacere. La narrazione ci porta a spiare con un accenno di elegante voyeurismo le vite delle sue clienti, che lo vedono come lo strumento per realizzare i loro inconfessati desideri. O magari, semplicemente, il loro inconfessabile desiderio di affetto. Una scrittura nervosa valorizza perfettamente quest'epica di un eroe dei nostri tempi, un eroe del libero mercato. I ricordi dell'infanzia, innestati con naturalezza ed efficacia lungo tutta la narrazione, contribuiscono poi a donargli spessore psicologico, a rendere coerente la sua figura di algido anaffettivo, incurante di tutto, anche del proprio stesso dolore esistenziale. C'è tuttavia nel personaggio anche un orgoglio senza arroganza, una sprezzatura nei confronti dell'ovvio che lo rende accattivante, pur nel suo ostentato cinismo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sara

    27/07/2014 19:14:11

    Si legge con molta velocità, ma non perché sia un libretto semplice da leggere sotto l'ombrellone, anzi, dietro la trama apparentemente banale, un bell'uomo che fallite diverse attività si inventa una professione ben pagata e che gli permette di viaggiare e di essere a suo modo "libero", si nascondono pensieri, riflessioni filosofiche, spunti ironici,note piccanti, sguardi disincantati su una varia umanità e su se stesso. Personaggi ben delineati, luoghi descritti con maestria (Tokyo su tutti). Lo consiglio vivamente, sotto l'ombrellone ma anche altrove!

  • User Icon

    lavinia

    20/05/2014 07:50:39

    uno dei migliori romanzi letti in questi ultimi tempi

  "Il letto nel frattempo non era solo un letto. Era tutto. Ci giocavamo, ci picchiavamo, ci mangiavamo, ci piangevamo, ci facevamo tutto, tranne quello che ci avrei fatto con una certa regolarità anni e anni dopo. Nel letto inoltre ci nascondevamo, soprattutto quando alla sera mia madre cominciava con le scenate di gelosia, mio padre cominciava a bere ed entrambi cominciavano a urlare". Il paesaggio di questo romanzo è un letto. Sì, la geografia è più mobile e vasta di un materasso, il protagonista si muove con disinvoltura in luoghi diversi del planisfero, ma qui lo spazio che davvero conta è il letto. Just a gigolò, finalista del Premio Calvino nel 2013, con un tono scanzonato, presta voce a un professionista del sesso: a metà tra confessione e esibizionismo, l'uomo che dice "io" si narra e si mostra; le frasi veloci, gli ampi spazi bianchi danno alla narrazione una struttura da racconto per tessere. Lui ci mette lussuria, voracità, ci mette anche rabbia, sfoghi fra isterici e lirici. Un po' l'autore sembra fare il verso alle saghe sadomaso: le signore "ricche e svalvolate" a cui tiene compagnia finiscono per comporre un campionario sociale sull'orlo del grottesco. Ma il sesso non era una cosa seria? Anche. D'altra parte, quando serve, D'Urso descrive i gesti del sesso con cura, mai troppo minuziosa, ma diciamo così, attenta all'essenziale. Sembra che gli stia più a cuore vedere appunto un cuore, prima di un clitoride, o cercare la connessione fra l'uno e l'altro, riavvolgere una storia, un pezzo di vita. La più piccola delle perversioni ha sempre, a monte o a valle, una corposa e confusa mole di sentimenti, di passato, o (come dicono quando si passa dai letti ai lettini) di "traumi". Oltretutto, il gigolò di D'Urso, gira e rigira, va a sbattere contro il tema eterno e puro, l'amore, cerca di interrogarsi in proposito, di capire se lo conosce e se l'ha riconosciuto: "Vabbè, lo ammetto, una volta mi è parso non solo di riconoscerlo, ma addirittura di conoscerlo l'amore. Avevo quindici anni ed è stato quando ho sorpreso mia sorella che si guardava allo specchio. Era già smagrita, pallida, non aveva neanche vent'anni e già si faceva. Si guardava, prima da un lato, poi dall'altro, faceva strane facce e ho sentito di amarla. Indossava un vestito piuttosto scollato e si era perfino truccata, ulteriori indizi che riconducevano a un destino tragico". Fa il cinicone, ma come tutti i veri cinici ha una vocazione da hombre sentimental. Il sesso, D'Urso lo sa, è un buon cannocchiale per vedere dell'altro, per tirare fuori dalle persone il peggio e il meglio, per farne una radiografia: e spesso, più che la voglia di vita, viene fuori la disperazione. C'è un tenerissimo squallore nella scena della contessa sessantenne che a Ibiza dice al gigolò:"Sei cool", gli domanda se vuole prima cenare o scopare (alla fine va così: "Ceniamo, scopiamo e guardiamo la televisione"). Questo romanzo procede a scosse, a sussulti, è un po' come una storia fatta di orgasmi, che non durano mai più di tanto; di orgasmi e soprattutto della tristezza che sempre li segue e spesso li precede. "Ritengo di aver fatto un buon lavoro, pulito e preciso, un po' come quello dei killer in giacca e cravatta e dagli occhiali scuri che si intravedono in certi film. Anche se nel mio caso è impossibile uccidere i morti" dice l'io narrante e in effetti ha o vuole aver l'aria di uno che si lava le mani in fretta. D'altra parte (e non vale solo per i gigolò!) meglio che le donne non si affezionino troppo: "Rimaniamo un po' così, ma in me si fa strada un disagio. Vorrei essere da solo, vorrei che si alzasse e se ne andasse, con lo stesso splendido sorriso con cui è entrata". Si diverte perfino a essere giudicato come il "solito uomo stronzo", purché non sia considerato stronzo "come tutti gli altri", questo no. Ciascuno lo è a suo modo, e lui all'unicità ci tiene. E quando si trova a ragionare, verso il finale, su una figlia possibile, a pensare al nome che potrebbe darle, a gesti paterni, forse significa che sta cambiando? No, cambiare rispetto a che? Era una possibilità che aveva dentro, un'altra inesplorata possibilità di essere. Quel "just" del titolo e della canzone, così, diventano molto meno netti, molto più problematici. Nessuno è solo una cosa, siamo tutti più complessi degli abiti, dei ruoli, delle definizioni. I libri ce lo ricordano, e ci spiegano perché.   Paolo di Paolo
Note legali