Kirill Petrenko dirige Josef Suk

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Josef Suk
Direttore: Kirill Petrenko
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 3
Etichetta: CPO
Data di pubblicazione: 14 settembre 2015
  • EAN: 0761203500925

€ 28,90

Punti Premium: 29

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ovunque si esibisca, Kirill Petrenko fa sempre sensazione, un fatto che spiega chiaramente perché sia stato appena chiamato a prendere il posto di Sir Simon Rattle come direttore principale dei mitici Berliner Philharmoniker. Negli anni che lo videro ricoprire l’incarico di direttore principale della Orchester der Komischen Oper di Berlino, Petrenko registrò per la CPO una serie di opere orchestrali di Josef Suk e di Anatoli Liadov che vengono oggi proposte in un cofanetto triplo offerto a un prezzo estremamente conveniente. Come facilmente prevedibile, fin dal primo ascolto di questi dischi si può notare il grande talento di questo direttore oggi proiettato verso l’empireo della musica. Petrenko ha sempre nutrito un grande interesse per la produzione di Josef Suk, un compositore tardo romantico dotato di uno stile meravigliosamente evocativo. Il bravissimo direttore russo propone un’interpretazione mozzafiato della monumentale sinfonia Asrael, che in un primo tempo doveva essere un omaggio alla memoria del venerato suocero di Suk Antonín Dvorák, che era appena scomparso, ma purtroppo questo lavoro divenne un doppio requiem, perché durante la sua composizione morì improvvisamente all’età di soli 27 anni anche l’amatissima moglie di Suk Otylka, figlia di Dvorák. Il poema sinfonico Racconto d’estate inizia dove termina la sinfonia Asrael, con il penoso tentativo di gettarsi alle spalle il lancinante dolore causato dalla perdita delle due persone che Suk amava di più, vale a dire la moglie Otylka e il maestro, suocero e amico Dvorák. In questo caso Suk scelse come fonte di ispirazione la natura, in particolare il calore e le sfumature luminose della stagione estiva. Nel terzo disco Petrenko presenta il Racconto di una sera d’inverno, una incantevole ouverture basata sul commedia shakespeariana Il racconto d’inverno. In ogni caso, fin dalle prime battute si nota chiaramente che Suk si allontanò in maniera evidente da una mera raffigurazione programmatica del lavoro teatrale del grande Bardo inglese, scrivendo un brano di musica assoluta concepito in larga parte secondo i principi della forma-sonata classica. Composto tra il 1912 e il 1917, The Ripening è uno degli ultimi poemi sinfonici di Suk, che descrive in maniera alquanto autobiografica un artista ormai maturo, che guarda indietro alla sua vita passata. In quest’opera le straordinarie doti artistiche del compositore boemo brillano tutte insieme di una luce limpidissima. La Orchester der Komischen Oper di Berlino dimostra di essere «perfettamente in grado di fare fronte alla scrittura molto complessa di queste opere e l’approccio interpretativo di Petrenko illumina il complesso universo espressivo di Suk, mettendone in grande evidenza gli appassionanti aspetti emozionali e la ricca tavolozza sonora» (klassik-heute.com).
  • Josef Suk Cover

    Violinista e compositore ceco. Allievo di Dvoák, si affermò come concertista e fondò nel 1882 il Quartetto Boemo, composto, oltre che da lui stesso, da Karel Hoffmann (violino), Oskar Nebdal (viola; dal 1906 Jií Herold) e Hanus Wihan (violoncello, subentrato a Otto Berger due anni dopo la fondazione, e sostituito da Ladislav Zelenka nel 1914).?Questa formazione, attiva fino al 1933, ebbe grande rinomanza in Europa per le magistrali esecuzioni del repertorio classico-romantico e contemporaneo, ed esercitò una vasta influenza sullo stile cameristico dei compositori e degli interpreti cechi. Max Reger le dedicò il suo Quartetto in fa minore op. 121. Come compositore, S. è autore, oltre che di 2 opere teatrali, di molta musica sinfonica nel filone nazionalistico iniziato da Smetana, con spiccato... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali