Offerta imperdibile
Salvato in 115 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Lacci
16,62 € 17,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+170 punti Effe
-5% 17,50 € 16,62 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,62 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,62 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Lacci - Domenico Starnone - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

€ 17,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


"Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie". Si apre cosi la lettera che Vanda scrive al marito che se n'è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e domande che non trovano risposta. Si sono sposati giovani all'inizio degli anni Sessanta, per desiderio di indipendenza, ma poi attorno a loro il mondo è cambiato, e ritrovarsi a trent'anni con una famiglia a carico è diventato un segno di arretratezza più che di autonomia. Perciò adesso lui se ne sta a Roma, innamorato della grazia lieve di una sconosciuta con cui i giorni sono sempre gioiosi, e lei a Napoli con i figli, a misurare l'estensione del silenzio e il crescere dell'estraneità. Che cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo, quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è più radicale dell'abbandono, ma niente è più tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. E a volte basta un gesto minimo per far riaffiorare quello che abbiamo provato a mettere da parte. Domenico Starnone ci regala una storia emozionante e fortissima, il racconto di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
14 ottobre 2014
133 p., Rilegato
9788806194796

Valutazioni e recensioni

4,16/5
Recensioni: 4/5
(32)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(17)
4
(9)
3
(3)
2
(0)
1
(3)
Giorgio
Recensioni: 5/5

Libro molto bello e interessante. Un analisi approfondita sulle dinamiche familiari, con una storia avvincente

Leggi di più Leggi di meno
serafini lino pasqualino
Recensioni: 3/5

mi aspettavo di più

Leggi di più Leggi di meno
A
Recensioni: 5/5

Non c'è amore in questo libro. Forse c'è stato ma ora non ne è rimasta traccia. Dalle parole taglienti traspare un rancore amaro: in poco più di cento pagine se ne sente distintamente il sapore. Gli errori non sono urlati, rinfacciati a gran voce, fatti rimbalzare tra le stanze vuote di casa. Al contrario, gli inciampi sono sussurrati con dolore, a denti stretti, scritti per anni in lunghe lettere che vorrebbero essere lacci, sanare il vuoto e legare, forzatamente, (co)stringere di nuovo una famiglia insieme, riportare un padre a casa. Tuttavia qui più che mai le parole sono impotenti. Ciò che è distrutto non si può ricostruire senza ferirsi le mani nel tentativo di raccogliere i cocci. Forse è bene gettarli via, e non provare a edificare precarie architetture su vecchie macerie. Lacci è crudele come solo la sincerità sa essere. Racconta senza reticenze le conseguenze di un padre che abbandona la famiglia: il dolore che spande intorno a sé segna irreparabilmente i figli, cresce con loro. Starnone sa condire bene gli ingredienti che adopera: la distruzione di un matrimonio, il fallimento di tutte le promesse, il tradimento di sentimenti profondi. Presenta solo i risultati però, non dà nessuna alternativa al vuoto di abbandono che non è in grado di colmare nemmeno chi l'ha creato. Un vuoto che non resta che accettare.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,16/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(17)
4
(9)
3
(3)
2
(0)
1
(3)

Conosci l'autore

Domenico Starnone

1943, Napoli

Domenico Starnone ha insegnato a lungo nella scuola media superiore e si è occupato di didattica dell'italiano e della storia (Fonti orali e didattica, 1983). L'esperienza dell'insegnamento lo ha portato a scrivere Ex cattedra e altre storie di scuola, pubblicato originariamente alla fine degli anni ottanta, e Solo se interrogato. Appunti sulla maleducazione di un insegnante volenteroso.Per "I Classici Feltrinelli" ha introdotto, tra gli altri, Cuore di De Amicis (1993), Ultime lettere di Jacopo Ortis di Foscolo (1994) e Lord Jim di Conrad (2002). È stato redattore delle pagine culturali del “Manifesto”. Dai suoi libri sono stati tratti i film La Scuola di Daniele Luchetti, Auguri, Professore di Riccardo Milani e Denti di Gabriele Salvatores. Nel 2001 ha...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore