Traduttore: G. Cuva
Editore: Fazi
Collana: Le strade
Anno edizione: 2013
Pagine: 457 p., Brossura
  • EAN: 9788864116921
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    18/04/2014 10:08:02

    Alex è l'America reale, quella che Hollywood non ha mai raccontato o ha raccontato poco: vite difficili in mezzo ad una sorta di nulla ripieno di cibi scadenti, di folle stranianti, di highways tutte uguali, senza passato né futuro (l'unico possibile appare anche qui una qualche fuga), senza mete. Un proletarian novel in cui la prospettiva di sguardo è sempre quella della candida indifferenza di Alex a tutto.

  • User Icon

    enrico.s

    26/03/2014 10:33:34

    La cornucopia della letteratura americana del '900 rivela un altro piccolo tesoro dimenticato (da noi mai arrivato, per la verità; il romanzo è del '72 e questa è la prima ed. italiana). Se amate la letteratura concettuosa, il nouveau roman, l'intertesto e roba simile, lasciate perdere; non fa per voi. Qui siamo davanti al più tipico prodotto della narrativa realista; non c'è nulla da capire: è tutto squadernato davanti a noi con un'immediatezza ed una veridicità, a tratti, anche dolorosa, da togliere il respiro. La trama, in sè, non è diversa da tanti altri romanzi di formazione (la storia non voglio nemmeno accennarla, per non rovinare il piacere della scoperta); ciò che conta è il tono, il modo in cui viene raccontata. E alla fine il miracolo si compie: ancora una volta mi ritrovo (nonostante la quarantina d'anni di letture) ad emozionarmi e commuovermi per un ragazzo ...che non esiste. O forse esiste (...è esistito) fin troppo: quanti di noi potranno dire, una volta chiuso il libro: ...Alex Housmann, ...c'est moi.

  • User Icon

    Tony Clifton

    23/11/2013 12:38:28

    Grazie a Fazi per il costante, strepitoso lavoro di recupero di piccole grandi opere dimenticate del passato. Erskine Coldwell, John Williams, James Carr, e adesso Weesner. Questo è un romanzo eccellente, la vita di un tardo adolescente senza punti di riferimento, incapace di distinguere buono da malvagio, giusto da sbagliato. Una prosa elegante e scorrevole, un autore che vuole raccontare senza giudicare, senza intervenire nel romanzo, lasciando al lettore un eventuale giudizio, lasciando che siano protagonisti ed eventi a rimanere impressi, vividi. ripeto: Eccellente

Scrivi una recensione