Lady in Satin

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Billie Holiday
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Columbia
  • EAN: 0886974920021
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 7,50

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 7,50 €)

Disco 1
1
I'm A Fool To Want You (Edited Master Cs 8048)
2
For Heaven's Sake
3
You Don't Know What Love Is
4
I Get Along Without You Very Well
5
For All We Know
6
Violets For Your Furs
7
You've Changed
8
It's Easy To Remember
9
But Beautiful
10
Glad To Be Unhappy
11
I'll Be Around
12
The End Of A Love Affair (Mono - Cl 1157)
13
I'm A Fool To Want You (Take 3 - Cl 1157)
14
I'm A Fool To Want You (Take 2 - Alternate Take)
15
The End Of A Love Affair: The Audio Story
16
The End Of A Love Affair (Stereo)
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesco

    12/05/2020 19:24:27

    Cosa si può dire di una cantante termine riduttivo per una interprete musicale che come pochissimi riesce a trasmettere le sue emozioni in musica ? Basterebbe solo l'ascolto del primo pezzo per capire ed apprezzare il valore unico di questa inarrivabile artista. Molte sono ai nostri giorni le interpreti dotate e di talento ma non credo mai avremo più una come Billie, la sua voce particolare ruvida, graffiante e cosi penetrante che ti entra dentro e ti spezza ogni resistenza per scioglierti al vero sentimento di quale natura esso sia. Musica ben interpretata e bravura dei vari musicisti che però fanno da contorno alla Lady in Satin. Può mancare un lavoro simile a chi ama la vera musica ? Datevi una risposta.

  • Billie Holiday Cover

    Propr. Eleonora, detta «Lady Day». Cantante statunitense di jazz. La sua è considerata la più alta espressione vocale della musica nero-americana, per il timbro intenso e struggente, fattosi più scarno e drammatico negli ultimi anni. Impregnato di blues, il suo canto è a volte simile al «sound» di un sassofono, in particolare affine a quello di Lester Young (con cui collaborò spesso). Le prime incisioni sono nel 1935 con l'orchestra di Benny Goodman; poi, fino al '39, cantò con il gruppo del pianista Teddy Wilson e in seguito con importanti jazzisti radunati per lei dall'impresario Norman Granz. Approfondisci
Note legali