Categorie

Dario Moretti

Editore: Laterza
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 105 p., Brossura
  • EAN: 9788842076254
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Dopo sei anni dalla prima edizione, Laterza ripropone il piccolo saggio di Dario Moretti in una nuova edizione aggiornata. Il lavoro di classificazione - già allora utilissimo - si arricchisce oggi di una bibliografia che comprende nuovi materiali d'approfondimento e dello svolgimento di alcuni punti, come quello che riguarda i festival letterari, anelli vitali tra lo scrittore e la sua spettacolarizzazione, o i numeri dell'editoria suddivisa tra fiction, non fiction, scolastica e grandi opere. È certo un mondo che cambia e in tempi assai stretti. Sempre più forte è il cosiddetto processo dell'esternalizzazione e sempre più paradossale è il ruolo dell'editor interno che "non ha il tempo di seguire tutti i testi e rappresenta quindi una contraddizione vivente assolutamente inedita per il suo ruolo tradizionale: ha la responsabilità della qualità dei libri di cui non legge una parola". I ruoli insomma, in campo editoriale, non solo non si cristallizzano ma si modificano al punto da non essere più riconoscibili o addirittura scompaiono. Un esempio, insieme malinconico e divertente, lo riporta Valentino Bompiani nel Mestiere dell'editore (Longanesi, 1988) a proposito dell'"omino delle acche" ovvero di un disgraziato redattore che per economizzare le pagine del Dizionario si prese la briga di sostituire tutte le acca con l'accento per dieci anni della sua vita.
Dario Moretti non si limita a descrivere nel dettaglio i processi dell'editoria (dal manoscritto fino al pubblico e alla ricezione critica) ma, con modalità sottili, chiosa alcune annotazioni apparentemente innocue con vere e proprie tesi da sociologo della lettura. Specialmente quando associa la produzione libraria alla produzione tout court : "Se è vero che il lavoro editoriale assomiglia sempre di più, per graduatoria di valori e obiettivi, al lavoro industriale, è anche vero che il lavoro industriale ha sempre più la fisionomia del lavoro culturale". Osservazione tutt'altro che scontata, considerati i continui appelli alla specificità del libro che, nonostante tutte le evidenze, stenta a essere considerato una merce tra altre varietà di merci. Contro i soliti refrain che lamentano l'esubero dei titoli a scapito della qualità , Moretti risponde che "si pubblica molto perché si chiede molto; e la diversità editoriale è in sé un pregio, come la diversità delle specie biologiche". E infine un monito importante per chiunque voglia diventare un autore: "Non c'è libro senza pubblico", che vuol dire che scrivere è in sé un'operazione non autosufficiente.

Camilla Valletti

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mario

    13/07/2013 19.54.25

    Velocissimo excursus nel mondo di una casa editrice, di cui spiega le figure chiave e la loro evoluzione fino a quest'era del pc. Molto conciso (in totale sono 76 pagine), è utile per formarsi una primissima idea poi da approfondire almeno con "I mestieri del libro" di Oliviero Ponte di Pino (libro uguale a questo di Moretti ma molto più approfondito). Utilissima invece la bibliografia ragionata posta in appendice.

  • User Icon

    Elena

    06/10/2008 14.36.38

    ... aggiornarlo un po'? Interessante sì, ma per certi aspetti datato. Poi, a dire il vero, offre poche "informazioni" utili. Più spunti che altro.

  • User Icon

    Marzia

    23/11/2006 11.41.23

    Scritto avvincente come un romanzo riesce a rendere chiaro in maniera semplice (e a tratti divertente) il funzionamento e l'organizzazione di una casa editrice. La bibliografia in fondo con la segnalazione delle fonti, gli approfondimenti, il percorso critico, stimola la curiosità di approfondire l'argomento.

  • User Icon

    Giudi

    27/12/2005 12.35.14

    Per chi è interessanto al libro e il suo mondo, è una lettura piacevole. Si trova una ricca bibliografia che orienta nella scelta delle letture più valide oltre ad altre informazioni .

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione