La legge è legge di Christian-Jaque - DVD

La legge è legge

La loi c'est la loi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: La loi c'est la loi
Paese: Francia
Anno: 1957
Supporto: DVD
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 8,50 €)

Un doganiere francese e un contrabbandiere italiano vivono in un paese montano, tagliato in due dal confine. Deciso a fare un brutto scherzo al doganiere, l'altro riesce a provare che è nato in territorio italiano, mettendolo nei guai.
4,67
di 5
Totale 3
5
2
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    FEDE1983

    31/05/2019 01:26:09

    Grande Totò in coppia con il mitico Fernandel

  • User Icon

    Beatrice

    07/03/2019 16:31:10

    La legge è legge è un film commedia del 1958 diretto da Christian-Jaque e interpretato da Totò e Fernandel. Il film, presentato al Festival di Berlino[1], è in qualche modo una "riedizione corretta, più moderna e più leggera" di Guardie e ladri (1951). Fernandel è qui doppiato per l'unica volta da Carlo Dapporto. La voce di Totò invece, nella versione francese (distribuita con il titolo "La loi c'est la loi"), è in parte l'originale coi dialoghi in italiano ed in parte doppiata in francese da Carlo Croccolo.

  • User Icon

    Luna

    05/03/2019 20:03:18

    Nel paesino di Assola, letteralmente diviso a metà dal confine italo-francese, vivono il contrabbandiere napoletano Giuseppe La Paglia ed il doganiere francese Ferdinand Pastorelli. Nel giorno della festa cittadina della parte francese, Ferdinand arresta Giuseppe recandosi con lui all'Albergo delle due frontiere, anch'esso diviso a metà dal confine. Una volta lì, Giuseppe scopre che Ferdinand è nato da padre ignoto e da madre italiana nella cucina del ristorante che si trova nella parte italiana dell'albergo. Dunque, seppur registrato al municipio francese, il doganiere sarebbe in realtà italiano e pertanto impossibilitato a esercitare la professione. Effettuando una successiva verifica presso il comune di Assola, Ferdinand viene a sapere che chi denunciò la sua nascita, Gaspard Donadieu, proprietario dello stesso Albergo delle due frontiere, avrebbe dovuto farlo al municipio italiano e non a quello francese.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "Totò secondo il prof. Caldiron" - "Pensieri di Totò", "Ricordo di Fernandel", "C'era una volta Totò"; foto; manifesto originale; recensioni
  • Fernandel Cover

    Nome d'arte Fernand Joseph Désiré Contandin, attore francese. Figlio di un modesto impiegato di banca che nel tempo libero di esibisce come attore di music-hall, accompagna il padre in tournée esordendo sui palcoscenici dei caffè-concerto all'età di cinque anni. Dopo alcune occupazioni occasionali come commesso, scaricatore e portinaio, nel 1921 abbandona l'impiego in una banca per iniziare la carriera di attore cantante, prima in compagnia con il fratello maggiore Marcel e poi da solo. Nel 1928 M. Allégret resta colpito dalla sua esilarante interpretazione nella rivista Vive le nu e gli affida una parte secondaria in Le blanc et le noir (Il bianco e nero, 1930), al fianco di Raimu. Inizia così un'intensa attività che lo porterà a recitare in oltre centocinquanta film dal 1930 al 1969. Con... Approfondisci
Note legali