La leggenda del minotauro-La leggenda di Grallen-La leggenda di Brithelm. Gli eroi. Dragonlance. Vol. 2

Richard A. Knaak,Dan Parkinson,Michael Williams

Traduttore: E. Colombetta
Editore: Armenia
Collana: Fantasy
Anno edizione: 2006
Pagine: 653 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788834419298
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione
Continuano le saghe parallele dei personaggi "minori" del mondo di Krynn, che fanno da complemento alla precedente trilogia de "Gli Eroi", e che compongono la saga di Dragonlance. "La Leggenda del Minotauro" è la continuazione de "La leggenda di Huma", e vede il tentativo da parte di Kaz, fedele amico di Huma, sommo Eroe delle Lance, di mettere in guardia i Cavalieri di Solamnia dall'imminente pericolo che incombe sulla loro terra. "La Leggenda di Grallen", seguito de "La leggenda della Stormblade", narra le vicende che portarono alla scoperta del magico elmo di Grallen, un cimelio in grado di donare immensi poteri al suo possessore. "La Leggenda di Brithelm" presenta al lettore le nuove imprese dell'antieroe per eccellenza, Weasel, già protagonista de "La leggenda di Weasel" e stavolta alle prese con la ricerca disperata del fratello Brithelm, misteriosamente scomparso.

€ 12,50

€ 25,00

Risparmi € 12,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 25,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Estelgard

    24/03/2009 23:38:06

    Per il momento è la trilogia più scadente del mondo Dragonlance che ho letto. Non ci sono mai storie e personaggi appassionanti, a differenza delle prime due trilogie. "La leggenda del minotauro" è forse la storia più interessante, con uno sviluppo abbastanza originale e Kaz unica grande figura a risaltare. "La leggenda di Grallen" NON è il seguito della "leggenda della Stormblade", poichè si svolge prima che le forze oscure della regina delle Tenebre si muovano su Pax Tharkas; i personaggi sono appena tratteggiati, particolarmente fastidioso lo gnomo "volante"... "La leggenda di Brithelm" parla in realtà della prima missione da cavaliere di Solamnia di Galen (detto Weasel, vedere la prima trilogia degli eroi), più che del fratello Brithelm; a parte la pessima traduzione in italiano, il personaggio di Galen è il meglio tratteggiato della trilogia, ma la storia a mio avviso ha poco pathos e ci sono certe parti che si potevano evitare. Credo si possa decisamente saltare.

Scrivi una recensione