Categorie

Milan Kundera

Traduttore: E. Marchi
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 12
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine: 158 p.
  • EAN: 9788845914478

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    federica

    02/04/2014 14.50.05

    Non mi è piaciuto, l'ho trovato noioso ma soprattutto non riesco a collegare la tesi (condivisibile) sulla lentezza con le storie descritte dall'autore...storie che, a costo di sembrare bigotta e moralista, mi sono sembrate inutilmente volgari.

  • User Icon

    Richárd

    27/02/2014 13.15.13

    il Kundera piú piacevole di sempre

  • User Icon

    flavio alberto

    02/09/2013 15.23.31

    Romanzetto curioso, in parte spiazzante, un esercizio di scrittura del grande kundera sulla cultura erotica del settecento, e non solo! Concordo con gli altri recensori che auspicano il nobel per questo fondamentale scrittore della letteratura contemporanea europea.

  • User Icon

    Alessandra

    20/07/2013 09.46.12

    Ho letto molti libri di Kundera, e li ho amati tutti, ma devo ammettere che questo non è niente di speciale. Rispetto alle altre opere, direi insignificante. E' una lettura scorrevole e a tratti piacevole, che però non lascia assolutamente nulla al lettore. Per chi non lo conoscesse, consiglio anche io di non cominciare da qui.

  • User Icon

    Do

    22/09/2012 10.54.08

    A Kundera dovrebbe essere assegnato il Nobel il prima possibile, anche se non per questo libro. È vero che non è la sua migliore opera, ma non è proprio una perdita totale di stile! "La lentezza" resta un libro piacevole, scorrevole, magari anche divertente, ma soprattutto PROFONDO e con le solite riflessioni disarmanti proprie dell'autore. Ideale per chi cerca un lettura piacevole e relativamente leggera senza voler scadere nella più nera delle banalità.

  • User Icon

    BitterSweet

    31/05/2011 22.24.03

    Breve, piacevole e a tratti divertente ...vicende lontane nel tempo che si sfiorano lentamente.Carino

  • User Icon

    Leonardo Banfi

    21/02/2011 10.00.23

    E' il primo libro che leggo di questo autore e devo dire che ho fatto fatica a finirlo. Libro poco interessante costituito da una serie di vicende temporalmente distanti. Complessivamente un insiene di capitoletti noiosi. Unico pregio: e' corto e quindi si finisce presto di soffrire. Veramente brutto.

  • User Icon

    ladybrett

    26/06/2007 17.10.54

    qua e là dispersivo, le vicende si intrecciano in modo confuso. questo l'unico difetto in un testo dove non mancano le solitamente gradite elucubrazioni e le interessanti prospettive di kundera. opera breve e leggera, soprattutto per svago.

  • User Icon

    simoleguigno85

    28/11/2006 17.03.11

    L'amore come lento affioramento di pensieri, idee ed emozioni. Il ricordo vivo su tutto e non mortificante e malinconico. La lentezza per vivere senza dimenticare senza perdersi nell'oblio dei nostri giorni. Ancora una volta grande kundera.

  • User Icon

    Val

    17/02/2006 02.24.12

    Divertente, toccante, emozionante. Da leggere.

  • User Icon

    joesimpson

    30/09/2004 20.03.50

    Una vera delusione. Detto da un estimatore di kundera quale sono è una vera stroncatura, ma è la verità. Vi prego, se non avete mai letto kundera, non iniziate da questo libro

  • User Icon

    Donatella

    19/03/2003 16.54.03

    Uno scivolone di Kundera, autore straordinario, che spero prima o poi venga insignito di un meritatissimo Nobel. Anche i migliori inciampano... Per cui, se non avete letto nient'altro dell'autore, non giudicatelo da questo piccolo fastidioso libretto, ma scopritelo partendo da "Lo scherzo". Scoprirete un genio che sa scrivere con una serie di stili sempre diversi in ogni romanzo e sempre particolarissimi e innovativi. Un grande autore, una grande e complessa personalità.

  • User Icon

    Nicoletta

    09/08/2001 12.49.38

    In un mondo in cui tutto corre il recupero del valore della lentezza diventa un'esigenza per non dimenticare. Lo consiglio a quanti cercano spunti per riflettere, perchè di spunti ne offre davvero molti.

  • User Icon

    Rossetti Nicola

    12/07/2000 23.47.18

    un ottimo esempio di come la lentezza e sinonimo di ricordo e la frenesia nonche velocita vada di pari passo con l oblio un libro di qualita a mio avviso eccelsa

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione