Leone - Paola Mastrocola - copertina

Leone

Paola Mastrocola

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 16 ottobre 2018
Pagine: 223 p., Rilegato
  • EAN: 9788806239725
Salvato in 82 liste dei desideri

€ 11,10

€ 18,50
(-40%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Leone

Paola Mastrocola

€ 18,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Leone

Paola Mastrocola

€ 18,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 18,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Paola Mastrocola ha scritto una storia realistica e allo stesso tempo magica, in cui tutti cambiano senza sapere perché. Un romanzo essenziale e profondo, capace di sorprendere a ogni riga sul piano umano e letterario. Fino a un diluvio universale in minore, piccolo e gentile, che non distrugge niente ma rinnova e addolcisce il colore delle cose

Lo spettacolo del mondo nelle mani di un bambino. Leone ha sei anni e ogni tanto, senza una ragione, si mette a pregare nei luoghi piú impensati. Lo fa perché ha paura, perché desidera, perché si sente solo? Sua madre, che non crede, continua a interrogarsi, mentre vive la sua vita frenetica di donna separata, tutta presa dal lavoro e dalle fatiche quotidiane. Leone prega, e le cose che chiede un po' si avverano. Si sarebbero avverate comunque? E quanto conta il filo segreto che lega una nonna e un nipotino? L'unica certezza è che il mondo intorno cambia, e nessuno sarà piú com'era. Paola Mastrocola ha scritto un romanzo sul potere dirompente del credere in qualcosa. E noi lettori siamo chiamati a chiederci cosa sia questa preghiera ingenua e laica, questo gesto cosí spontaneo e naturale che riguarda tutti noi, al di là di qualsiasi fede. Quale sia l'essenza della magia che, a volte, sembra circondare le nostre vite. Un quartiere che si chiama il Bussolo e può essere ovunque, in qualsiasi città. Oggi, ai giorni nostri. Una madre e un figlio. Lei, Katia, una donna sola di trentasei anni, presa dal lavoro, separata dal marito, pochi soldi, poco tempo, sempre di corsa, appesa a sogni nebulosi che non osa sognare fino in fondo. Lui, Leone, un bambino di sei anni solitario e timido, sottile come un giunco. Un giorno, in mezzo a tutta la gente che passa, alle auto, sotto le luci intermittenti degli alberi di Natale, si mette a pregare. E la madre scopre, con stupore e vergogna, che lo fa spesso, un po' ovunque. Si apparta, s'inginocchia, e prega. Per strada, al cinema, in bagno. Prega quand'è preoccupato, quando gli manca la nonna e il gioco del comò. O quando vorrebbe un bacio. O quando desidera aiutare qualcuno. La voce circola in fretta. Leone diventa «il bambino che prega», lo scandalo della scuola, del quartiere intero. Molti lo deridono, ma molti, anche, iniziano a confessargli i loro desideri. Come fa la vita, Leone può esaudire le richieste o deluderle, avverare i sogni o lasciarli inesauditi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,05
di 5
Totale 22
5
9
4
6
3
6
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Aurora

    16/05/2020 09:36:21

    Mi dispiace però non ho trovato questa storia né intrigante né stimolante. Mi sono sentita per lo più triste, perché empatizzavo un po' con la madre, un po' con il padre, un po' con Leone. Poi, la seconda parte del libro l'ho finita con un ancora persistente punto interrogativo in fronte: forse è colpa mia ma purtroppo non ho afferrato il messaggio dell'autrice.

  • User Icon

    Marcus92

    13/05/2020 15:33:21

    Una storia che commuove, fa sorridere, emoziona, fa piangere e riflettere. La Mastrocola conosce bene il mondo dei ragazzi e lo dimostra in ogni romanzo. Consigliato a tutti!

  • User Icon

    mia

    13/05/2020 13:54:22

    Paola Mastrocola torna un romanzo in cui i legami, il credere in qualcosa sono la base. Una donna e una madre separata, troppo presa dal lavoro e dagli impegni quotidiani, un figlio Leone, appunto, di 6 anni che, ovunque vada, si inginocchia e prega, destando stupore, scandalo nel paese. Con questo romanzo prova a valicare i confini della cristianità, della religiosità, a capire cosa si nasconde dietro la preghiera e quale motivo, ammesso che esista, per cui un bambino decide di congiungere le mani per pregare. Forse la Mastrocola vuole semplicemente spronarci a credere in qualcosa o far capire che non siamo soli e che i desideri qualche volta si avverano e che il credo, di qualunque forma sia, può farci vedere le cose con occhi diversi ed è proprio lì che risiede il cambiamento.

  • User Icon

    Annalisa

    12/05/2020 10:40:12

    Un libro con un lessico molto appropriato, come l'autrice sa sempre efficacemente utilizzare. E' un racconto molto peculiare di un tema importante in questi momenti; riesce a trasmettere una consapevolezza nuova rispetto al tema della preghiera e della fede. Lo fa sia con gli occhi di un bambino che con gli occhi dell'adulto che, non avendo una fervente fede, si vergogna davanti agli altri se il suo bambino si ferma ed inizia a pregare, in una sorta di estasi. L'adulto (la mamma) si domanda perchè e come può avvenire questo, visto che non ha mai trasmesso nulla di ciò al proprio figlio. Ci si ritrova immersi, quindi, in una favola reale sospesa tra un flashback di ricordo di una persona cara che non c'è più e la vita reale che porta a confrontarsi, sia nell'adulto che nel bambino, con la durezza e cattiveria di chi prende in giro la fede e la religiosità. Il finale è sorprendente. Consiglio la lettura in quanto molto attinente alla realtà e molto carico emotivamente.

  • User Icon

    Lucy in the sky

    11/05/2020 09:47:40

    Una storia davvero originale. Le ultime pagine del libro ti fanno pensare al periodo che stiamo vivendo, chiusi in casa... Una piacevole lettura...

  • User Icon

    Monica

    06/11/2019 16:36:15

    Ogni romanzo della Mastrocola trasporta il lettore in un mondo particolare, dove prendono vita personaggi sensibili e profondi. In particolare questa è una storia delicata e attuale, soprattutto per il rapporto fra Leone e la mamma. Consigliatissimo!

  • User Icon

    marco

    21/09/2019 07:49:30

    Ho fatto fatica a finire di leggere questo libro. Onestamente mi sembrava una trama già sentita e vista più volte. Mi ha ricordato lo stile narrativo di Ammaniti dove tutto sembra che degeneri poi arriva la speranza. Mi sono però ritrovato nelle preoccupazioni della madre che desidera il meglio per il figlio e ha paura dei giudizi degli altri accorgendosi che ognuno ha delle capacità e risorse che lo condurranno alla realizzazione nonostante le avversità.

  • User Icon

    Silvia

    19/09/2019 21:49:50

    Una storia magica e profonda. Da leggere senza interruzioni.

  • User Icon

    simona

    19/09/2019 19:49:35

    Bellissimo libro, scritto con grande delicatezza e con il coraggio di affrontare un tema non cosi popolare di questi tempi: dovremmo imparare tutti da Leone. Leggetelo!!!!

  • User Icon

    New Gold Dreamer

    02/09/2019 22:02:34

    "Leone" è il primo libro di narrativa della Mastrocola che leggo e devo dire che per certi aspetti non mi ha soddisfatto: il lessico risulta alle volte un po' lezioso e un tantino elevato per i personaggi che animano il romanzo (un bambino di sei anni e adulti che non fanno lavori intellettuali); inoltre gli ultimi capitoli si spostano dal focus del libro: nella parte finale dell'opera Leone, il protagonista, quasi scompare così come diventa via via appannato il tema della preghiera che tanto anima la vicenda del romanzo. Tuttavia, ho voluto dare un voto alto perché la Mastrocola sa essere, con la sua proverbiale delicatezza, provocatoria e controcorrente. Il libro prende l'avvio dal fatto che un bambino di sei anni all'interno della comunità in cui vive viene visto come strano perché... prega e recita preghiere che tutti abbiamo appreso da bambini (Padre, Ave, Credo): e questo non nella Cina maoista, ma nella "cattolicissima" Italia. E questo provoca una grande preoccupazione in Katia, mamma single alle prese con un lavoro massacrante e che deve guardarsi dalle velate prese in giro di amiche e compagni di classe del figlio. Dopo una serie di ricerche, Katia capisce che Leone ha maturato questa fede dalla nonna da poco deceduta, nonché madre di Katia. La donna capisce che quella fede che la nonna ha trasmesso al nipotino gliela aveva trasmessa a lei da bambina e che crescendo ha poi dimenticato. Questa vicenda ci fa riflettere su un fatto: la società occidentale di oggi vive una crisi morale ed umana oggettiva, davanti a cui non si possono più chiudere gli occhi e l'unica soluzione sembra quello di ricuperare le nostre radici religiosi e culturali e che gli anziani sono fondamentali perché sono i depositari della tradizione che devono trasmettere ai giovani per garantire a loro e alla società civile la sopravvivenza.

  • User Icon

    maria

    20/08/2019 14:07:52

    tutti fili si riannodano alla fine della storia e la comprendiamo appieno

  • User Icon

    Carol

    18/08/2019 19:28:51

    Una racconto delicato, che apre gli occhi sul mondo interiore dei bambini, il loro sguardo sugli altri, le loro relazioni con i pari e gli adulti, ma che parla anche della difficoltà di crescere, di comunicare, di trovare un posto nel mondo da adulti.

  • User Icon

    Giovanna

    24/07/2019 18:31:56

    Un delizioso, poetico racconto. Imperdibile

  • User Icon

    Daniela

    29/06/2019 09:01:47

    Le avventure della mamma protagonista fanno riflettere molto su una situazione che potrebbe vivere chiunque. Grazie all'alternanza della voce narrante (Leone/Katia) il problema che si insinua all'interno dell'intera comunità (non semplicemente in quella famigliare) viene trattato in modo serio, ma semplice, con gli occhi di un bambino. Consiglio la lettura a educatori e a chiunque abbia voglia di riflettere sul modo in cui viene vista la fede da chi non crede.

  • User Icon

    n.d.

    03/05/2019 20:57:14

    Scritto molto bene racconta una strana storia. Fa comunque riflettere l'argomento.\nLo consiglio.

  • User Icon

    Laura

    23/04/2019 11:58:32

    Una madre divisa tra la "vergogna" della fede del proprio figlio e il dolore per le prese in giro da lui sùbite proprio a causa della fede. Una fede che ha radice nell'Amore per quella nonna volata troppo presto in cielo e con cui Leone è cresciuto dopo la separazione dei genitori. Una favola un po' surreale ma piena di spunti di riflessione

  • User Icon

    Hadar

    07/04/2019 10:05:22

    Contiene frammenti veramente profondi e toccanti, ma poi si perde in una semifavola surreale che fa perdere di credibilità l'intero racconto

  • User Icon

    Lorenza

    17/03/2019 12:24:24

    Una storia profonda, piena di sentimento, a momenti commovente. Peccato per il finale, forse non l'ho compreso bene, ma non mi ha soddisfatto.

  • User Icon

    stefyp

    25/02/2019 20:13:20

    Io adoro la Mastracola, vorrei scrivesse di più, la vorrei come insegnante per le mie figlie... Anche questo libro che ho letto appena l'ho scorto sugli scaffali non mi ha deluso. Tenera la storia, tenero il bambino, mai banale, anzi! Un libro da leggere, rileggere e regalare.

  • User Icon

    Egome

    17/01/2019 08:03:37

    Originale e toccante la storia di Leone, un bimbo di 6 anni figlio di genitori separati, che ‘di nascosto’ si ferma, si apparta e prega, quanto gli viene, ovunque sia: per lui sono ‘esercizi di inesistenza’ , in un ambiente socio-familiare che evidentemente non gli si addice e nei confronti del quale si sente estraneo. Credo che il commento più appropriato su questo racconto sia stato quello della Tamaro che ha parlato del ‘mistero dei bambini’, della loro solitudine in una società iperconnessa e iper-comunicativa, ma distratta e incurante delle necessità vere dei propri figli, troppo spesso abbandonati a surrogati genitoriali (media, videogiochi, TV , tablet). Leone rifiuta questa ‘omologazione’, rivendica un ruolo e in qualche modo se lo conquista.

Vedi tutte le 22 recensioni cliente
  • Paola Mastrocola Cover

    Risiede a Torino. Laureata in lettere ha insegnato Letteratura italiana all'Università di Uppsala in Svezia, docente poi presso il liceo scientifico di Chieri (Torino). Fino al 1999 ha pubblicato poesie e saggi sulla letteratura del Trecento e Cinquecento. Ha inoltre pubblicato raccolte di poesie, La fucina di quale Dio, Genesi 1991, e Stupefatti, Caramanica 1999. Ha ripreso questa produzione letteraria nel 2010 con la raccolta La felicità del galleggiante (Guanda).Dal 2000, presso Guanda ha pubblicato alcuni romanzi, vincitori di numerosi premi letterari: Premio Italo Calvino per l'inedito 1999 per La gallina volante; Premio Selezione Campiello 2000 per La gallina volante; Premio Rapallo-Carige per la donna Scrittrice 2001 per La gallina volante; Finalista al premio Strega 2001... Approfondisci
Note legali