I leoni morti. La battaglia di Berlino - Saint-Paulien - copertina

I leoni morti. La battaglia di Berlino

Saint-Paulien

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Ritter
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 18 aprile 2005
Pagine: 272 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788889107089
Salvato in 59 liste dei desideri

€ 19,00

€ 20,00
(-5%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

I leoni morti. La battaglia di Berlino

Saint-Paulien

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I leoni morti. La battaglia di Berlino

Saint-Paulien

€ 20,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I leoni morti. La battaglia di Berlino

Saint-Paulien

€ 20,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 20,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,05
di 5
Totale 21
5
11
4
6
3
1
2
0
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea

    24/04/2020 09:28:58

    Libro indimenticabile. Noto purtroppo che molti commenti di altri utenti sono dettati da ideologie politiche e non sono recensioni obiettive della bontà del libro. Invito a leggersi anche le altre recensioni delle persone che hanno dato una sola stella a questo libro. E' sufficiente per capire come questi stanno utilizzando i loro commenti per offendere e non sono disposti a trattare e commenta il libro di Saint Paulin con onestà intellettuale. Un libro genuino, onesto, da acquistare e tenere nella propria biblioteca.  

  • User Icon

    Luca

    20/02/2019 08:52:33

    L'autore racconta le sue memorie di guerra relative alla battaglia di Berlino. Ho trovato molto interessanti anche le parti in cui argomenta sulle ragioni dei volontari SS non tedeschi. La descrizione dei fatti accaduti verso la fine del libro è un pò zoppicante ma sono dettagli. Consigliato per appassionati di storia e per i non allineati al pensiero unico dominante.

  • User Icon

    ZR

    17/05/2018 12:10:40

    TRAGICO RESOCONTODI UNO DEI MOMENTI FINALI DEL II CONFLITTO MONDIALE\n.LA DOMANDA CHE PERO' MI PONGO è : COME SI è POTUTO ARRIVARE A TUTTO CIO' ,Qual è LA RESPONSABILITA DELLE POTENZE OCCIDENTALI CHE NON SONO INTERVENUTE A TEMPO X FERMARE HITLER CONSEGNANDO POI PARTE DELL' EUROPA A STALIN

  • User Icon

    corrado zasso

    17/03/2018 14:47:27

    I crimini del nazismo sono storia. Ma sono altresì storia, i 30-40 milioni di morti del regime stalinista, le centinaia di migliaia di polacchi ammazzati dai comunisti sovietici a Katin nel 1939 (quindi ben prima dell'attacco nazista alla Russia) e circa un milione di donne tedesche stuprate e ammazzate dalla truppe sovietiche in Germania nel 1945. Parlare quindi di "giustizia bolscevica", come fa tale Spaziano, per giustificare le incredibili atrocità commesse dai comunisti, fa rabbrividire, in quanto fa venire il dubbio che ci siano ancora, non sepolte dalla storia, persone capaci di giustificare, e, quindi, di promuovere anche in attualità, ingiustificabili stragi di massa con il risibile pretesto di qualche "giustizia superiore", perché "i morti che facciamo noi sono sacrosanti e quelli che fanno gli altri sono omicidi". Persone che, quindi, si dimenticano che le stragi vanno condannate e basta, e chiunque le giustifichi per più o meno aberranti motivi di razza superiore, come i nazisti, dell'interesse del popolo, come i comunisti, o per la maggior gloria di Dio, come i tagliagole dell'ISIS, nel modo di ragionare, non è poi molto diverse da tutti questi assassini.

  • User Icon

    Umberto

    26/02/2018 09:43:22

    Libro meraviglioso. Coraggio, onore, lealtà, disciplina. In una parola: EROI! Astenersi se zecca o seguace di una vulgata che non sa nemmeno chi fossero le waffen ss.

  • User Icon

    spaziani silvano

    27/12/2017 08:33:51

    holetto il libro,vergognoso e i commenti ripugnanti, siamo in presenza di nazisti che esprimono con questi commenti la parte peggiore di sè,spartani, leonida,eroi, lasciamo stare, erano, assassini, stupratori carnefici che temevono la giustizia dei bolscevichi in un bosco vicino kiev a natale uccisero 20 mila bambini impiccandoli come addobbo alla pineta e voi pensate che io russo in presenza di un nazista gli potessi offrire una sigaretta o una bella e robusta corda al collo. siate seri e soprattutto umani

  • User Icon

    Bellibro

    03/07/2015 21:15:56

    Opera indimenticabile . Tutti la consigliano , tra coloro che hanno letto l opera

  • User Icon

    anna

    11/06/2015 13:28:16

    libro stupendo che fa capire quali differenze sostanziali corrano tra una democrazia putrida e il Regno dei Valori immortali. Da far leggere agli studenti delle prime classi.

  • User Icon

    andrea zanon

    20/11/2013 07:48:36

    la storia "scomoda" di chi con coraggio estremo difendeva l'europa dall'avanzata delle bestie rosse.

  • User Icon

    STEFANO

    14/07/2010 10:33:27

    Oggi viviamo nel corpo putrefatto della democrazia, che di libertario ha poco o nulla, si è infatti liberi solo di lamentarsi, e tutto ciò è un sistema figlio di 60 anni di dominio delle sinistre e dei comunismi assassini, dunque senza scusanti di sorta o bugie bolsceviche. Questo libro mostra cosa erano gli uomini con Valori, che combattevano per l'Idea pur sapendo di andare incontro ad una quasi certa sconfitta. In onore a loro e al loro riposo io dedico questo mio commento. Le loro Gesta sono vive come vive sono le Gesta degli Spartani dopo millenni. Un libro da far leggere ai ragazzi a scuola.

  • User Icon

    ENRICO

    04/02/2010 19:11:10

    ho letto il libro tre volte e non mi sono stancato! per chi volesse capire cos'e' il coraggio in situazioni disperate! dedicato a tutti coloro che pensano che i russi siano stati i liberatori dell'Europa...

  • User Icon

    Sante

    03/06/2009 15:57:48

    un libro sconcertante e ripugnante scritto da un traditore del proprio paese , uno capace -nonostante la feroce ocupazione nazista in casa propria- di arruolarsi col nemico dell'umanità e addirittura partecipare alla difesa di berlino spinto unicamente dal proprio odio ideologico fino alla inevitabile sconfitta storica. incredibile che un soggetto del genere si reputi in grado di dare giudizi morali e di valore. lettura deprimente regalataci da un autentico pendaglio da forca. per soli nazifascisti. se vi è piaciuto leggete anche mein kampf.

  • User Icon

    Luca

    01/04/2009 23:16:03

    Grande storia (vera) di onore e di coraggio, da leggere e meditare oggi, in un tempo che non conosce il significato di queste parole. Chi non è d'accordo faccia semplicemente a meno di leggerlo, del resto il libro è famosissimo e la sua impostazione è chiarissima, qindi non ci possono essere equivoci di sorta.

  • User Icon

    Francy

    28/02/2009 12:19:55

    Spaventoso. E' proprio il libro scritto da un fascista della prima ora, che non fa altro che mettere sulla pagina gli ideali perversi di un agghiacciante concetto di onore, di patria, dimenticando che la "scelta" della parte dalla quale si combatte non è un fattore secondario. Momenti bui e atrocità ci sono in ogni guerra, e certo gli uomini, da qualunque parte combattano, possono avere qualità e valori, ma non si possono equiparare i "valori" nazi-fascisti ai valori della libertà e democrazia. Un brutto episodio che rischia di essere bandiera di un revisionismo in chiave francamente fascista. Da rifiutare.

  • User Icon

    Riccardo

    27/02/2007 14:42:24

    Libro fantastico, bellissimo! Esprime alla grande le sensazioni e le emozioni di chi non difendeva una persona o un regime, ma 2000 anni di civiltà dalla distruzione da parte del materialismo e del consumismo. Consigliato a tutti, per conoscere la storia "dei cattivi" dalla loro parte, anche grazie ad uno stile romanzato ottimo. Consigliato a chiunque, un libro da collezione. Riccardo

  • User Icon

    Andrea

    01/09/2006 20:06:26

    Buon libro,perchè ci permette di conoscere lo stato d'animo,le sensazioni di coloro,tedeschi o non,che combatterono,fini all'ultimo,per un' "ideale" oramai all'epilogo e traditi dai loro stessi capi.Non sono però d'accordo nel vedere la Berlino del 1945 come ultimo bastione di fronte all'invasione barbarica.cosa sarebbe avvenuto se fossero stati gli AngloAmericani a combattere per le vvie di Berlino?

  • User Icon

    roberto

    14/06/2006 18:51:20

    un libro da leggere tutto di un fiato,a distanza di anni ho riletto questo capolavoro della resistenza europea nelle macerie fumanti della berlino baluardo d'europa.consiglio a tutti,specialmente ai piu'giovani la lettura nelle macerie dei valori di oggi!!!

  • User Icon

    antonio montesi

    20/05/2006 13:38:08

    Il libro offre l'insolita visuale di chi stava dalla parte dei cattivi.I francesi volontari della divisione Carlomagno,sembrano qui i cadetti del reggimento di Cyrano de Bergerac all'assedio di Arras: sono gentili con tutti,valorosi,eleganti. Interessanti i risvolti politici della militanza di questa piccola legione,che dibatte se combattere o meno (qualora se ne presentasse l'occasione) contro le truppe Angloamericane ("ci siamo arruolati per dare addosso al Bolscevismo"). Consigliabile solo a chi sia estremamente curioso dei fatti avvenuti intorno alla Cancelleria negli ultimi giorni di Berlino e a chi interessi sapere qualcosa dalla bocca di chi stava dall'altro lato della barricata. Toccante la prefazione di S.Paulien.

  • User Icon

    APO

    26/01/2006 02:48:55

    Libro molto bello: forse un tantinello "di parte"? Io posso dirlo, perchè il libro l'ho letto a 20 anni quando da "quella parte" ci stavo, e mi entusiamò molto. Sono d'accordo con Luigi ma mi sento anche di sottolineare che le "orde barbariche" arrivarono Berlino passando per Auschwitz. Sta cosa-negli anni-mi ha fatto pensare che la Storia è un enorme zona grigia fatta di eroismo e infamia, indipendentemente dalla forma e dal colore delle mostrine indossate.

  • User Icon

    Luigi

    03/12/2005 00:53:06

    Un libro stupendo, mi sono immedesimato in quei giovani che difesero Berlino dalle orde barbariche.

Vedi tutte le 21 recensioni cliente
Note legali