Traduttore: V. Parisi
Curatore: L. Bernardini
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2006
Pagine: 291 p., Brossura
  • EAN: 9788845920356
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Negli anni Sessanta la Szymborska, incuriosita dal divario fra l'attenzione rapita che i recensori riservavano ai libri "nobili" (narrativa, saggistica storico-politica, classici), destinati tuttavia a restare in buona parte sugli scaffali delle librerie, e il vasto successo riscosso da manuali del fai da te, almanacchi, libri di divulgazione scientifica, decise che valeva la pena di dedicare a questi ultimi la sua attenzione. Da allora il futuro Nobel per la letteratura iniziò un lavoro di scavo controcorrente che usò il libro come pretesto per divagazioni in punta di (caustica) penna.

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 20,90 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    10/02/2015 18:34:22

    Striminzite pagine quasi disincantate, ma profonde e argute come possono leggersi poche volte. Divertiti commenti su fatti di cronaca, vecchie riviste, telefilm, manie o abitudini personali, paure, contraddizioni sparse della vita. L'irrilevante steso lì come ad asciugare al sole di una prosa che scivola in un simpatico e insieme erudito diario dai mille spunti e dalle mille tonalità. Ogni rigo della Szymborska somiglia a un sorriso che l'anima fa alla boriosa serietà delle cose corrugando la fronte e quasi facendo intendere che niente sfugge all'intelligenza del poeta. Un catalogo folle e molto riflessivo di gusti e di scelte, di involontarie opinioni richiestele su qualcosa e di fastidi incisivi, ma sempre all'ombra di una penna alata che porta via nel suo mistero pesantezze d'analisi e dotte metodologie. Libro indefinibile, prose meditate ma nella libertà dei propri tragitti sovrapposti dalle quali attingere senza un ordine preciso; si può iniziare dal fondo e sentirne gli echi e le fragranze come al primo passo oppure affrontarlo con obbediente rispetto dall'inizio, sarà uguale. Bellissimo.

  • User Icon

    diablo

    15/02/2010 16:24:03

    un libro ironico e intelligente..incredibili le recensioni sulle pubblicazioni anni '70 in polonia da non perdere

Scrivi una recensione