Levelland. Nella periferia del rock americano

Fabio Cerbone

Editore: Pacini Editore
Collana: Fanclub
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 1 dicembre 2008
Pagine: 184 p., Brossura
  • EAN: 9788863150698
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
C'è un'America fatta di piccole città, di motel e stazioni di servizio, di sobborghi fantasma e fabbriche in disuso, tra luoghi nascosti alla vista. È l'America della provincia. Una distesa piatta, Levelland, una terra che si estende senza clamori tra le grandi metropoli delle due coste oceaniche. In questo isolamento sociale ed economico sono nati e cresciuti autentici sogni di rock'n'roll: una via di fuga, reale o immaginaria, per scappare dalla realtà che ti circonda. Senza clamori, all'alba degli anni '90, una rivoluzione ha avuto inizio dalle cantine di Belleville, sperduto Illinois, dove nacquero gli Uncle Tupelo di Jay Farrar e Jeff Tweedy, e si è propagata per gli interi Stati Uniti: prima e dopo di loro altri - che si chiamassero Jayhawks, Whiskeytown, Bottle Rockets, Wilco, Blue Mountain o Sixteen Horsepower poco importa - hanno dato vita a una variopinta carovana che avrebbe presto riportato tutto alla base, mettendo in moto un meccanismo della memoria dentro il rock'n'roll.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefano Hourria

    20/05/2009 14:25:47

    La copertina dice gia' tutto: le rock'n'roll band di Levelland hanno bisogno solo e soltanto della benzina per tracciare i loro percorsi misteriosi nei solchi dell'America e Fabio Cerbone ha saputo non solo riempire i serbatoi di un infinito viaggio immaginario, ma ha trovato il modo di ricostruire passo per passo, viaggio dopo viaggio, disco dopo disco, una mappa di un'idea di musica che chiede poco, pochissimo, e in cambio offre qualcosa che non si trova facilmente. Rispetto, coraggio, passione, esperienza, tradizione, ma anche il sogno di vivere in modo libero, sulla strada, in attesa del prossimo concerto, della prossima pompa di benzina di un buon giorno per morire. Un piccolo libro per una grande storia.

Scrivi una recensione