Traduttore: L. Longo
Curatore: P. Gobetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2000
Pagine: 218 p., ill.
  • EAN: 9788806157104

28° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Cinema, musica, tv, spettacolo - Cinema, televisione e radio - Cinema, film

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Le concezioni teoriche di Sergej Ejzenstejn, indispensabili per avvicinarsi ai meccanismi dell'arte registica, sono state trascritte da uno dei suoi allievi e raccolte in questo volume, che riunisce l'eccezionale esperienza creativa del regista russo e l'esperienza storica di una delle piú innovative stagioni del cinema mondiale.
Tenute fra l'autunno 1932 e quello del 1933, queste Lezioni trascritte e raccolte in volume da un allievo di Ejzenstejn, Niznij. Le concezioni teoriche del maestro russo vi trovano una specifica applicazione: in un continuo dialogo maieutico con gli studenti, il regista analizza le scene centrali del Potemkim, o discute certi compiti, la regia del Père Goriot di Balzac o di Delitto e castigo. Le varie soluzioni ai problemi di ritmo, movimento, montaggio, inquadratura, recitazione vengono via via verificate concretamente, introducendo il lettore nei meccanismi dell'arte registica. Ejzenstejn porge qui la sua eccezionale esperienza creativa, e insieme l'esperienza storica di una delle piú innovative stagioni del cinema mondiale.

Premessa. - La soluzione registica. - La messa in scena. - La scansione filmica. - L'inquadratura. - Problemi di composizione. - Appendice: Filmografia. Nota lessicale. Nota bibliografica.